Ladri che prendono di mira i micro negozi di liquori italiani di San Francisco

I ladri hanno preso di mira i negozi di liquori nelle montagne russe di San Francisco e hanno portato costose bottiglie di vino italiano.

Lo scopo non è chiaro.

“Qualcuno nel mondo del vino ha preso questi e li ha immagazzinati nel proprio inventario?” Ha chiesto Essam Kardashian, co-proprietario dell’Habibi Bar, che ha sofferto la scorsa settimana.

Nessuno può immaginare, ma una cosa è chiara: il ladro non sta cercando “Do Buck Chuck”.

“Sembra che sappia cosa sta cercando”, ha detto Cherry Smith, proprietaria dell’enoteca Pontivino.

Il video di sorveglianza mostra un uomo con una cabina di pilotaggio fuori Bisanzio alle 5 del mattino del 18 marzo.

Quando cerca di aprire la porta, lascia cadere la cabina di pilotaggio. Dopo un po ‘apparirà un lampo di luce lampeggiante.

“Vedo questa luce brillante, ho studiato arte all’università e ho detto: ‘Quella è una torcia per saldatura!’ Tipo “, ha ricordato Smith.

Il sospetto è poi tornato a utilizzare la cabina di pilotaggio, che ha spento l’allarme. È stato allora che se n’è andato.

In pochi minuti arrivò la polizia di San Francisco, ma la rapina era attesa da tempo.

“Se il ragazzo è un appassionato amante del vino, non so se tornerà a casa e se ne godrà o proverà a venderli sul mercato grigio”, ha detto Smith.

La scorsa settimana qualcuno ha usato una cabina di pilotaggio per entrare nel bar Habibi e ha rubato 65 bottiglie di vino per un valore di oltre 000 6.000.

READ  Le città italiane vendono case per $ 1

“Per gli italiani di alto livello, in particolare il Barolo Barbaresco, di solito vende da $ 80 a $ 500 a bottiglia”, ha detto Kardosh.

Kardos, il ladro, ha anche catturato altre bottiglie che suonavano italiane, ma ha lasciato solo i vini più costosi.

“Non sembravano sapere cosa stavano facendo, ma avevano un’idea. Potrei sbagliarmi”, ha detto Kardosh.

Il furto di alcol non è raro.

Due uomini si sono dichiarati colpevoli nel 2014 per aver rubato più di $ 500.000 di liquori da una lavanderia francese a Youndville. Hanno anche rubato bottiglie da Alexander’s Steakhouse a Cupertino e Fine Wines International a San Francisco.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il nuovo caffè italiano del MFAH fissa la data di apertura dallo chef stellato Michelin
Next Post L’aspirata moglie della Marina Militare Italiana – Inglese