La zona euro è pronta a evitare una recessione quest’anno mentre gli economisti diventano più cupi

L’Eurozona eviterà una recessione quest’anno, secondo un sondaggio di economisti ampiamente seguito che mostra il brusco cambiamento del sentimento economico globale nelle ultime due settimane.

Non più tardi del mese scorso, gli analisti intervistati da Consensus Economics hanno previsto che il blocco sarebbe precipitato in recessione quest’anno. Ma il sondaggio di questo mese ha rilevato che ora si aspettano una crescita dello 0,1% nel corso del 2023. Ciò è dovuto ai prezzi dell’energia più bassi, agli abbondanti sussidi governativi e alla riapertura anticipata dell’economia cinese, che è prevista. per aumentare la domanda globale.

La promozione arriva dopo funzionari e dirigenti d’azienda in questa settimana annuale Forum economico mondiale Anche a Davos ha adottato una previsione più ottimistica e il Fondo monetario internazionale ha indicato che presto alzerà le sue previsioni sulla crescita mondiale.

Gli economisti lo temevano Europa Sarà tra le regioni più colpite dell’economia globale quest’anno a causa della sua esposizione alle conseguenze economiche della guerra della Russia con l’Ucraina. Qualche settimana fa, l’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha affermato che “metà dell’Unione europea sarà in recessione” nel corso del 2023.

Carsten Brzeski, capo della ricerca macro presso ING Bank, ha definito il cambiamento nelle previsioni degli economisti “una recessione mai avvenuta”.

“La minaccia della paura”, ha detto Susannah Streeter, analista di Hargreaves Lansdowne crisi energetica [is] Retrazione e inflazione [is] Sale più velocemente del previsto.

“Le nostre percezioni sono cambiate radicalmente da ottobre”, ha affermato Andrew Kenningham, capo economista europeo di Capital Economics, aggiungendo che il sostegno del governo è stato più generoso del previsto, mentre il settore automobilistico ha registrato un rimbalzo più forte del previsto.

READ  Principali scambi commerciali: Wall Street Week, voli cancellati

Ora c’è meno del 30% di possibilità di una recessione, in calo rispetto al 90% della scorsa estate, secondo Anna Titareva, economista di UBS. Ha affermato che l’allentamento delle interruzioni della catena di approvvigionamento, un forte mercato del lavoro e l’eccesso di risparmi spiegano la resilienza economica dell’Eurozona.L’Europa è riuscita a riempire le riserve di gas negli ultimi mesi, il che ha notevolmente ridotto i timori di razionamento del gas.

di recente Forte calo dei prezzi all’ingrosso del gas Anche il ritorno ai livelli visti prima dell’invasione russa dell’Ucraina ha contribuito a rafforzare le prospettive economiche. JPMorgan questa settimana ha alzato le sue previsioni per il PIL della zona euro per il 2023 allo 0,5% dopo aver previsto che i prezzi del gas naturale sarebbero stati di circa 76 euro per megawattora, invece della precedente previsione di 155 euro.

Il grafico a linee per l'indicatore, 2015 = 100, mostra che la produzione industriale nell'eurozona è stata resiliente, nonostante i prezzi del gas più elevati

Parlando a Davos questa settimana, Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, ha affermato che le previsioni economiche sembrano “molto migliori” di quanto temuto. Gita Gopinath, vicedirettore generale del Fondo monetario internazionale, ha affermato che la decisione della Cina del mese scorso di allentare le restrizioni di Covid-19 è stata una delle ragioni per cui il fondo è stato più ottimista.

La forte domanda in Cina dovrebbe “stimolare in modo significativo il commercio europeo, specialmente in Germania”, ha affermato Sven Gary Steen, economista di Goldman Sachs.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato questa settimana di essere “convinto” che la più grande economia europea non cadrà in recessione. “Per l’Europa, quest’anno dobbiamo evitare una recessione, cosa che non avrei detto con tanta fiducia tre mesi fa”, ha dichiarato il governatore della Banca di Francia François Villeroi de Gallau.

READ  'Abbiamo imbrogliato': centinaia di proteste a Venezia contro il ritorno delle navi da crociera giganti | Italia

Alcuni economisti si aspettano ancora una recessione. Silvia Ardagna, economista di Barclays Bank, ha affermato che mentre la recessione non sarà così profonda come si pensava in precedenza, l’economia della zona euro continuerà a contrarsi per due trimestri consecutivi, secondo la definizione tecnica di recessione.

Kenningham ha avvertito che i forti aumenti dei tassi di interesse da parte della Banca centrale europea potrebbero portare a una debole ripresa.

Lagarde indicata a Davos La Banca centrale europea alzerà i tassi di interesse di 50 punti base nelle sue riunioni di febbraio e marzo. Il tasso sui depositi è già aumentato di 2,5 punti percentuali al 2% dal giugno dello scorso anno, un ritmo di inasprimento mai visto prima nelle economie della zona euro.

“L’economia della zona euro potrebbe evitare una recessione, ma i tassi di interesse potrebbero dover rimanere alti per molto tempo”, ha detto Kenningham. “Sembra che potremmo assistere – nel peggiore dei casi – a una lieve recessione, ma seguirà una debole ripresa”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La nuova immagine del ritratto della Via Lattea cattura più di 3 miliardi di stelle
Next Post Azioni, guadagni, dati e notizie