La variante delta del coronavirus sta ora iniziando a paralizzare la regione Asia-Pacifico e le restrizioni imposte oltre i confini

Quella che alcuni potrebbero considerare la terza ondata ha colpito le regioni dell’Asia Pacifico.

Secondo un rapporto del Times of India, Mosca domenica ha registrato il peggior bilancio delle vittime giornaliero a causa del coronavirus e l’Indonesia ha registrato più di 21.000 morti in un giorno, anche questo un record.

La Russia nel suo insieme ha visto un’esplosione di nuovi contagi da metà giugno, guidata dalla formula delta.

La variante delta sta anche alimentando nuovi focolai nel sud-est asiatico e in Australia poiché le autorità hanno ripristinato o reinfettato il delta.

Più di 110 casi di Covid-19 sono stati segnalati a Sydney da quando un autista dell’equipaggio di una compagnia aerea internazionale è risultato positivo a metà giugno per la variante delta. Anche la città del nord dell’Australia è stata chiusa domenica per 48 ore dopo che una manciata di casi è stata collegata a un focolaio di coronavirus in una remota miniera d’oro. La Nuova Zelanda ha esteso le restrizioni nella regione per due giorni, anche se non è stata ancora trovata alcuna prova che un turista australiano con Covid19 abbia diffuso il virus mentre visitava la città lo scorso fine settimana.

Più di 21 casi della variante Delta plus di Covid-19, considerata altamente contagiosa, sono stati segnalati nel Maharashtra, minacciando di indebolire significativamente la lotta dello stato contro il virus poiché gli esperti avvertono che questa variante potrebbe portare a una terza ondata di virus. pandemia nello stato…

Anche Kerala, Karnataka e Madhya Pradesh hanno riportato casi di questo tipo mortale.

La nuova variante Delta plus si è formata a causa di una mutazione delta o variante B.1.617.2, identificata per la prima volta in India e uno dei killer della seconda ondata.

È stato scoperto in nove paesi, tra cui Regno Unito, Portogallo, Svizzera, Polonia, Giappone, Nepal, Cina e Russia, esclusa l’India.

Poiché l’India è stata colpita dalla seconda ondata di virus Covid-19 all’inizio di quest’anno, gli esperti hanno in parte incolpato la tripla mutazione del nuovo coronavirus del ceppo B.1.617.2, scoperto in India alla fine dello scorso anno. Il 31 maggio l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l’ha battezzata Delta. Successivamente, la variante altamente trasmissibile è mutata da SARS-CoV-2 a Delta Plus dal ceppo AY.1. Gli scienziati hanno aggiunto che non c’è motivo di preoccupazione immediato poiché il tasso di infezione nel paese rimane basso.

Il nuovo ceppo Delta Plus contiene la mutazione K417N nella sua proteina spike, che è ufficialmente designata B.1.617.2.1. Secondo i media, la prima sequenza di questo tipo è stata scoperta in Europa nel marzo 2021.

Il National Chemical Laboratory (CSIR-NCL) sta ora studiando i campioni Ratnagiri e Sindurg del Maharashtra per determinare la presenza del contrasto Delta Plus. Queste due regioni in particolare hanno il più alto tasso di infezioni attive in India.

Leggi tutti i file ultime notizieE il Ultime notizie E il Notizie sul coronavirus Qui

READ  L'India dovrebbe essere un "Paese di particolare interesse" per la libertà religiosa: la Commissione Usa
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post I fratelli d’affari Bitcoin coinvolti nella rapina da 3,6 miliardi di dollari sono ancora dispersi
Next Post Zoom Chromebook arriverà come PWA la prossima settimana