La Serie A trasmetterà le partite in streaming su YouTube nella regione MENA

I club ribaltano la loro decisione tra le lotte della Serie A per un nuovo accordo di trasmissione.

Getty Images

  • Secondo Reuters, l’accordo di supporto alla Serie A con YouTube potrebbe durare fino a un anno
  • Il precedente contratto triennale da 500 milioni di dollari con BeIN Sports è scaduto nel 2021
  • Reuters riferisce che la Serie A ha generato 640 milioni di euro di vendite di diritti sui media esteri per il ciclo 2021-2024

La Serie A, la prima divisione calcistica italiana, lancerà il proprio canale YouTube in lingua araba per trasmettere le sue partite nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA) per la stagione 2021/2022.

Secondo ReutersI club di Serie A hanno votato a favore della mossa venerdì mentre la lega ha lottato per ottenere un accordo di trasmissione nella regione.

Il rapporto di Reuters ha aggiunto che l’accordo con la piattaforma video di proprietà di Google potrebbe durare fino a un anno e sarebbe sospeso se la Serie A potesse vendere i suoi diritti in Medio Oriente e Nord Africa a un’emittente.

La decisione arriva nel corso della resa dei conti della Serie A in corso nella regione con beIN Sports del Qatar, che non ha richiesto il rinnovo dell’accordo sui diritti media scaduto alla fine della scorsa stagione.

Il rapporto della Serie A con BeIN, il cui precedente contratto triennale in Medio Oriente, Nord Africa, Australia e Francia, secondo quanto riferito, valeva 500 milioni di dollari, è stato messo a dura prova dallo stretto rapporto della lega con l’Arabia Saudita, dati i legami del paese con l’operazione di hacking di BeoutQ. .

Nel giugno 2020, BeIN ha organizzato un blackout di una settimana sulla copertura della Serie A a causa dell’inerzia della lega sull’hacking.

La Serie A sta affrontando un calo significativo dei ricavi dei diritti all’estero a causa della mancata acquisizione di un accordo nella regione MENA. Dopo aver ricevuto 970 milioni di euro (1,14 miliardi di dollari) dal precedente ciclo di diritti TV internazionali, Reuters riferisce che la Serie A è riuscita finora a recuperare 640 milioni di euro (754 milioni di dollari) dai suoi accordi esistenti per il ciclo 2021-2024.

Parlando con l’Associated Press (AP) ad aprile, il presidente della Serie A Luigi Di Cervo ha avvertito che le entrate derivanti dai diritti della lega all’estero sarebbero “sicuramente diminuite”, osservando che BeIN era “il nostro problema più grande”.

READ  Wizz Air respinge gli appelli della Federazione italiana alla contrattazione collettiva
Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’Axon 30 di ZTE ha qualcosa da mostrare a Samsung sul far scomparire davvero le fotocamere sotto lo schermo
Next Post La NASA difende debolmente l’astronauta dopo le accuse dei media russi di sabotare la Stazione Spaziale Internazionale