La scoperta del morbo di Alzheimer dopo lo studio indica che una singola vitamina può “prevenire” la malattia

L’aiuto: il giovane malato di Alzheimer scompare nel dramma di Channel 4

Attualmente ci sono più di 850.000 persone nel Regno Unito con demenza. Di questi, tra il 50 e il 75% ha il morbo di Alzheimer. Se le tendenze attuali continuano, l’Alzheimer’s Association stima che entro il 2040 potrebbero esserci 1.590.000 persone con demenza.

Non esistono ancora cure efficaci per il morbo di Alzheimer.

Tuttavia, un team dell’Università del Delaware ha recentemente trovato nuove prove che potrebbero avere un impatto sulla progressione della malattia.

Il cervello delle persone con malattia di Alzheimer ha un accumulo di una proteina chiamata amiloide-beta.

Ciò provoca effetti tossici nelle cellule, portando a diminuzione dell’energia, frammentazione dei mitocondri – la centrale elettrica della cellula – e stress ossidativo.

Morbo di Alzheimer: lo studio ha scoperto che i vermi trattati con grandi quantità di vitamina B12 si paralizzavano a un ritmo più lento. (Immagine: Getty)

Memoria: la malattia porta a perdita di memoria e confusione

Memoria: la malattia porta a perdita di memoria e confusione (Immagine: Getty)

In C. elegans, i piccoli vermi che vivono nel suolo sono spesso usati per studiare la biologia e le malattie, l’accumulo di beta-amiloide provoca la paralisi entro 36 ore dal raggiungimento dell’età adulta.

Gli scienziati lo hanno notato facilmente quando i vermi hanno smesso di dimenarsi.

Il team ha scoperto che quando veniva nutrito con batteri Escherichia coli contenenti livelli più elevati di vitamina B12, C. egans era protetto da questo effetto paralizzante.

Lo studio innovativo è stato esplorato durante un articolo della BBC Science Focus intitolato “La vitamina B12 può proteggere il cervello dalla malattia di Alzheimer, suggerisce uno studio sul verme traballante”.

READ  La NASA approva il telescopio spaziale a caccia di asteroidi per monitorare gli oggetti vicini alla Terra

appena dentro: Colesterolo alto: il cibo 50p che può abbassare i livelli

Scienza: i ricercatori lavorano da anni per cercare di limitare la diffusione della malattia

Scienza: i ricercatori lavorano da anni per cercare di limitare la diffusione della malattia (Immagine: Getty)

La professoressa Jessica Tanis, ricercatrice capo dell’esperimento, ha dichiarato alla pubblicazione: “La lettura è nera o bianca: i vermi si muovono o non si muovono.

“Quando abbiamo somministrato la vitamina B12 ai vermi che ne erano carenti, la paralisi si è verificata molto più lentamente, il che ci ha immediatamente detto che la vitamina B12 era benefica.

“I vermi che contengono vitamina B12 hanno anche livelli energetici più elevati e uno stress ossidativo inferiore nelle loro cellule”.

Un altro studio del team ha mostrato che l’effetto è stato osservato solo in presenza di un enzima specifico chiamato metionina.

non perdere

Malattia di Parkinson: segni nella tua vista [REPORT]
Carenza di vitamina D: tre segni della tua pelle [INSIGHT]
La salute di Lynne Goodman: protagonista di “Shock” dopo la diagnosi di cancro
[ANALYSIS]

Ultime notizie sulla salute: più di 850.000 persone nel Regno Unito hanno la demenza

Ultime notizie sulla salute: più di 850.000 persone nel Regno Unito hanno la demenza (Immagine: Getty)

C. elegans: i vermi sono spesso usati per studiare la biologia e le malattie

C. elegans: i vermi sono spesso usati per studiare biologia e malattie (Immagine: Getty)

Hanno anche scoperto che l’aggiunta della vitamina alla dieta dei vermi aiutava solo se inizialmente erano carenti di vitamina B12.

L’integrazione di animali sani con la vitamina non ha avuto alcun effetto.

Il professor Tanis ha aggiunto: “Attualmente non esiste un trattamento efficace per il morbo di Alzheimer.

“Ci sono alcuni fattori che non puoi cambiare: non puoi cambiare il fatto che invecchi, non puoi cambiare la tua predisposizione genetica all’Alzheimer.

READ  Uno sguardo più da vicino: la miniera cinese di Mojiang e il suo ruolo nella genesi del COVID-19

“Ma l’unica cosa che puoi controllare è ciò che mangi.

Demenza: alcuni accorgimenti da adottare per ridurre le possibilità di sviluppare demenza

Demenza: alcuni accorgimenti da adottare per ridurre le possibilità di sviluppare demenza (Foto: Quotidiani espressi)

Focus sulla scienza: lo studio è stato esplorato nell'ultimo numero della rivista

Focus sulla scienza: lo studio è stato esplorato nell’ultimo numero della rivista (Foto: BBC)

“Se le persone potessero cambiare la loro dieta per influenzare l’insorgenza della malattia, sarebbe fantastico.

“Questo è qualcosa che il mio laboratorio è entusiasta di continuare a esplorare”.

Il dottor James Connell, capo delle scienze traslazionali presso l’Alzheimer’s Research UK, che non era coinvolto nella ricerca, l’ha accolto con cautela.

Ha detto: “Il cervello umano è incredibile, con più connessioni al suo interno, note come sinapsi, di quante gli astronomi abbiano stimato che ci siano stelle nella galassia.

Reminyl: il farmaco è usato per trattare il declino cognitivo nella malattia di Alzheimer da lieve a moderata

Reminyl: il farmaco è usato per trattare il declino cognitivo nella malattia di Alzheimer da lieve a moderata (Immagine: Getty)

“Ma questa complessità rende difficile lo studio delle malattie che causano la demenza, quindi l’uso di organismi come i vermi potrebbe essere un ottimo modo per gli scienziati di studiare le malattie.

“La ricerca come questa sui vermi aiuta a comprendere l’impatto di un potenziale trattamento e potrebbe aiutare ad accelerare lo sviluppo di farmaci.

“Sono state fatte ricerche approfondite sul fatto che la vitamina B12 senza una carenza vitaminica preesistente possa proteggere dall’Alzheimer, con studi fino ad oggi che indicano che l’integrazione di vitamina B12 non fornisce una protezione aggiuntiva.

“Mentre la ricerca sui vermi può supportare sforzi più ampi per identificare le cause della malattia e nuovi trattamenti, gli studi clinici sulle persone sono l’unico modo per sapere se potenziali nuovi approcci miglioreranno i sintomi delle persone”.

READ  Brood X: Trilioni di cicale stanno per emergere dopo 17 anni sottoterra

Puoi iscriverti a BBC Science Focus Qui.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post ATP Finals: Zverev stabilisce scontro in semifinale con Djokovic, Medvedev batte Sener | notizie sul tennis
Next Post Smetti di sostenere un’azienda che non rispetta mai il talento