La Russia risponde a “Non è l’età della guerra” del premier Modi per Putin

Denis Alipov ha affermato che le osservazioni erano coerenti con la posizione dell’India sulla questione.

Nuova Delhi:

La Russia ha dichiarato venerdì che smetterà di rifornire il mercato mondiale di petrolio se il prezzo massimo proposto dal Gruppo dei Sette nazioni non fosse stato ingiusto.

“Se consideriamo i prezzi ingiusti e inaccettabili per noi, interromperemo semplicemente la fornitura di petrolio ai mercati mondiali e ai paesi che aderiscono all’iniziativa statunitense sul prezzo massimo”, ha detto l’ambasciatore russo in India Denis Alipov in una conferenza stampa. quaggiù.

In risposta a una domanda sull’appello del primo ministro Narendra Modi al presidente russo Vladimir Putin sulla cessazione delle ostilità in Ucraina, Denis Alipov ha affermato che le osservazioni sono in linea con la posizione dell’India sulla questione.

“L’Occidente usa solo quelle citazioni che gli si addicono ignorando le altre parti”, ha detto.

Durante un incontro con Putin a Samarcanda, Modi ha detto al leader russo che “l’era di oggi non è la guerra”, rimarca che alcuni leader mondiali hanno preso come un rimprovero pubblico.

Ha detto che la Russia non seguirà alcun meccanismo che danneggerebbe i suoi interessi commerciali.

Con le sanzioni imposte dai paesi occidentali che hanno scarso effetto sulla Russia, i paesi del G7 e l’Unione Europea hanno discusso un tetto massimo del prezzo del petrolio sul greggio russo e sui prodotti raffinati per limitare le entrate del Cremlino.

All’inizio di questo mese, una dichiarazione dei ministri delle finanze del Gruppo dei Sette ha affermato che il tetto massimo è stato specificamente progettato per ridurre le entrate russe e la sua capacità di finanziare la guerra in Ucraina.

READ  Le persone vedono numeri diversi nascosti in questa illusione ottica virale. cosa vedi? | Comune

Alipov ha affermato che il tetto massimo dei prezzi porterà a una grave carenza di petrolio nei mercati mondiali e il prezzo aumenterà bruscamente.

Gli Stati Uniti hanno chiesto all’India di unirsi all’alleanza per frenare i prezzi del petrolio russo, ma New Delhi ha detto che studierà attentamente la proposta prima di prendere qualsiasi decisione.

“L’India ha finora adottato un approccio meticoloso nell’affrontare questa idea. Non andrà a beneficio dell’interesse indiano”, ha affermato Alipov, riconoscendo che l’India perseguirebbe il proprio interesse se un tale passo fosse implementato.

In merito al trasferimento di armi dal Pakistan all’Ucraina, Alipov ha affermato che se tali armi fossero state consegnate, ciò avrebbe un impatto negativo sulle relazioni della Russia con il Pakistan.

“Finora ci sono state notizie non confermate. Non conosco i fatti. Se ci sarà conferma di ciò, ci sarà un impatto sulle nostre relazioni con il Pakistan, su questo non c’è dubbio”, ha affermato l’inviato russo.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post L’eruzione del vulcano a Tonga potrebbe aumentare temporaneamente la temperatura globale
Next Post Federazione mondiale di baseball di softball