La Russia offre nuove soluzioni di combustibile nucleare per i reattori nucleari dell’India | ultime notizie india

La Russia ha dimostrato nuove tecnologie e soluzioni per il ciclo del combustibile nucleare per le centrali atomiche indiane volte a migliorare l’efficienza del reattore al Kudankulam Power Project.

Le nuove tecnologie sono state rivelate da Alexander Ugriumov, vicepresidente senior per la ricerca e lo sviluppo presso TVEL, la divisione carburanti della società statale russa Rosatom, durante la partecipazione a una conferenza a Hyderabad. Martedì Rosatom ha affermato che queste soluzioni possono aumentare l’efficienza dei reattori VVER-1000 esistenti a Kudankulam e dei reattori in costruzione.

Due reattori ad acqua pressurizzata da 1.000 MW di progettazione russa sono attualmente in funzione presso il Kundankulam Power Project e altri quattro sono in costruzione presso il sito in Tamil Nadu. La Russia ha continuato a fornire componenti fondamentali per il progetto nonostante le incertezze create dal conflitto in Ucraina.

Rosatom ha affermato che tra le nuove soluzioni e tecnologie ci sono nuovi modelli di combustibile nucleare, soluzioni per l’alto arricchimento dell’uranio e tecnologie a ciclo chiuso del combustibile nucleare. Queste tecnologie offrono il potenziale per rendere più efficienti le operazioni della centrale di Kudankulam per diversi decenni.

Leggi anche:L’India avrà nove reattori nucleari entro il 2024: il governo informa Rajya Sabha

All’inizio di quest’anno, TVEL ha iniziato a fornire all’India il carburante TVS-2M più avanzato, al posto del modello UTVS precedentemente fornito a Kudankulam. Il nuovo combustibile consente ai reattori di funzionare per 18 mesi prima di dover essere riforniti, mentre il vecchio ciclo di rifornimento era di 12 mesi.

Ciò migliora le prestazioni e l’efficienza economica della centrale elettrica e Rosatom ha affermato che il carburante del modello TVS-2M è più affidabile.

READ  Gli Stati Uniti e la Cina si scontrano sul Mar Cinese Meridionale in una riunione ad alto livello del Consiglio di sicurezza dell'ONU presieduta dall'India

Ugriumov ha affermato che l’introduzione del combustibile nucleare con un arricchimento superiore al 5% consentirà ai reattori VVER-1000 di funzionare per cicli di combustibile più lunghi di 24 mesi e avrà un impatto economico significativo sul ciclo di vita dell’unità. Un ciclo del combustibile esteso significa anche che la centrale elettrica deve spegnere i reattori per il rifornimento meno frequentemente, acquistare meno lotti di combustibile fresco e scaricare pacchetti di combustibile meno esposti alle radiazioni poiché anche la gestione del combustibile esaurito comporta spese.

Ha inoltre evidenziato lo sviluppo di Advanced Technology Fuel (ATF), un carburante di nuova generazione più sicuro. Rosatom implementa anche il programma ATF russo, compreso lo sviluppo e il collaudo di nuovi materiali combustibili presso il reattore VVER-1000.

Rosatom è pronta anche ad offrire altre soluzioni, tra cui il trattamento del combustibile nucleare esaurito in Russia e la fornitura di combustibile di uranio e plutonio per i comuni reattori a termoneutroni, in particolare impianti ad acqua leggera come VVER.

TVEL fornisce combustibile nucleare per 75 reattori di potenza in 15 paesi e la divisione carburante di Rosatom è il più grande produttore mondiale di uranio arricchito.


Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Gli istituti di istruzione superiore sono stati messi da parte alla COP27 nonostante il lavoro sulle soluzioni climatiche
Next Post Nicolas Colciers selezionato come terzo vice-capitano della Ryder Cup da Luke Donald | Notizie sul golf