La protezione dai vaccini illustra meglio i sintomi lievi di OMICRON: i primi dati

  • Sembra che la variante del virus corona omicron produca sintomi più lievi e Meno ricoveri dal delta.
  • I primi dati suggeriscono che ciò è dovuto al fatto che i vaccini prevengono ancora malattie gravi.
  • Ma gli scienziati non hanno ancora escluso la possibilità che Omicron sia intrinsecamente meno virulento.

È il punto più luminoso dell’epidemia in questo momento: la variante Omicron non sembra far ammalare le persone come faceva prima Delta.

I medici sudafricani hanno notato per la prima volta questa tendenza a novembre e il modello sembrava essere coerente man mano che la variante si diffondeva in Europa e Nord America.

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie Notato all’inizio di questo mese che la maggior parte dei casi di Omicron negli Stati Uniti ha prodotto sintomi relativamente lievi, tra cui tosse, affaticamento, congestione e naso che cola. Anche mal di testa, stanchezza, naso che cola, mal di gola e starnuti sono Principali sintomi di Omicron Riportato a Tracciatore di sintomi di Zoe COVID-19, un’app per smartphone che registra come si sentono centinaia di migliaia di persone in tutto il Regno Unito.

Inoltre, la rapida diffusione di Omicron non sembra portare ad un aumento dei ricoveri di COVID-19 tanto quanto i ceppi precedenti. un Rapporto del mercoledì L’Imperial College di Londra ha scoperto che le persone con omicron avevano un rischio di ospedalizzazione inferiore del 20-25% rispetto a quelle con delta.

Ma gli scienziati sono ancora perplessi sul fatto che Omicron sia intrinsecamente meno virulento o se precedenti vaccinazioni e infezioni abbiano semplicemente impedito a più persone di ammalarsi gravemente.

READ  Ecco tutte le prove di cui Biden ha bisogno per concludere che il COVID-19 è trapelato dal laboratorio

“In verità, penso che il ragionamento alla base dei primi rapporti secondo cui Omicron non è molto pericoloso non ha nulla a che fare con l’evoluzione del virus in uno stato meno virulento”, Vaughn Cooper, direttore del Center for Evolutionary Biology and Medicine presso l’Università di Pittsburgh, Di recente ha detto dall’interno.

“In realtà penso che sia una sciocchezza”, ha aggiunto. “Penso che sia tutto perché infetta le persone che hanno già visto il coronavirus proprio come prima”.

Ricercatori dell’Imperial College di Londra Suggerito la scorsa settimana Che Omicron aveva “al massimo limitate variazioni di intensità rispetto a Delta”. anche loro ho trovato Che Omicron aveva un rischio inferiore dell’11% di malattie gravi rispetto a Delta dopo aver controllato fattori quali l’età, le condizioni di salute sottostanti, l’infezione precedente e lo stato di vaccinazione.

Pertanto, i soggetti non immunizzati possono affrontare lo stesso rischio di malattia grave da Omicron come hanno fatto con le altre varianti.

un Studia in Sudafrica Ha scoperto che una volta che le persone sono state ricoverate in ospedale con COVID-19, il loro rischio di esiti gravi non è cambiato molto in base al fatto che avessero Omicron o un’altra variante. Lo studio ha esaminato più di 160.000 casi di COVID-19 da ottobre a dicembre, ma non ha controllato le precedenti infezioni o lo stato di vaccinazione e non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria.

“Sento ancora che la nostra immunità funziona bene”, ha detto a Insider Catelyn Getelina, epidemiologa della UTHealth School of Public Health. “Dobbiamo ancora vedere una forte evidenza che Omicron causa malattie meno gravi” indipendentemente dai vaccini o dalle infezioni naturali.

READ  La nuova variante di Omicron riempie gli ospedali pediatrici

Le cellule T dei vaccini possono ancora aiutare a prevenire malattie gravi

Persona guantata che inserisce un tampone per test rapido nella scheda binax ora

È in corso l’elaborazione di un tampone rapido per il test COVID-19.

Brittany Murray/MediaNews Group/Long Beach Press-Telegram via Getty Images


I vaccini si stanno ancora dimostrando un potente strumento contro Omicron, soprattutto per le persone che hanno ricevuto una dose di richiamo.

quello L’analisi è stata rilasciata all’inizio di questo mese Secondo Discovery Health, il più grande funzionario dell’assicurazione sanitaria privata del Sudafrica, due dosi del vaccino Pfizer sono risultate efficaci al 70% nel prevenire i ricoveri con Omicron e al 33% nel prevenire l’infezione da Omicron, sulla base di un campione di quasi 78.000 test Omicron.

Una dose di richiamo può aumentare tale protezione al 70%-75% contro i sintomi della malattia, secondo Un recente rapporto dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito.

La precedente infezione da coronavirus può anche conferire un certo livello di protezione contro l’omicron, secondo piccolo studio di laboratorio Inserito la scorsa settimana.

Ma sembra che anche Omicron lo sia Meglio di altre varianti nell’evitare gli anticorpi Proteine ​​che combattono i virus che svolgono un ruolo chiave nella nostra risposta immunitaria. Gli anticorpi possono aiutare a prevenire l’infezione quando sono presenti in grandi quantità, ma non sono l’unica forma di protezione che abbiamo. I vaccini attivano anche altre parti del sistema immunitario, come le cellule B e T, che possono prevenire il peggioramento dell’infezione.

“Certamente da tutto ciò che sappiamo sulle cellule T, è quello che fanno: controllano il virus non appena sei infetto. Quindi è tempo di brillare”, ha detto Wendy Burgers, virologa dell’Università di Cape Town. la scienza ha detto di lunedi.

hamburger Suggerisci ricerca che due dosi del vaccino Pfizer o Johnson & Johnson hanno prodotto una risposta dei linfociti T contro Omicron inferiore del 20-30% rispetto al ceppo originale. Al contrario, studi di laboratorio hanno mostrato livelli nettamente ridotti dell’anticorpo: In Uno studio PfizerNello studio, la neutralizzazione degli anticorpi contro Omicron è diminuita del 96% nei campioni di sangue di persone che hanno ricevuto due dosi.

Gli scienziati non hanno ancora escluso la possibilità che Omicron sia meno virulento

test dell'omicron

Le persone aspettano in fila mentre i lavoratori della città distribuiscono i test COVID-19 a casa a Lower Manhattan il 23 dicembre 2021.

Spencer Platt/Getty Images


Getilina ha affermato che c’è ancora una possibilità che, nel tempo, l’Omicron si dimostri meno virulento di altre razze.

in un studi recenti Ricercatori britannici hanno scoperto che Omicron potrebbe essere meno efficiente nell’infettare alcune cellule rispetto al Delta o ad altri ceppi di coronavirus, una possibile spiegazione per la lieve malattia osservata tra la maggior parte dei pazienti con Omicron. altro studia dell’Università di Hong Kong ha scoperto che Omicron aveva difficoltà a riprodursi nei polmoni rispetto al ceppo originale di coronavirus.

“Se il caso è davvero meno grave, i nostri organi potrebbero non essere incrociati con un omicrone come Delta, per esempio”, ha detto Gitelina.

Ma gli scienziati avvertono che è troppo presto per farlo I problemi di Omicron liquidati come simili al comune raffreddore, anche se la variabile è di per sé più chiara. Omicron è ancora altamente trasmissibile – i casi raddoppiano ogni due o tre giorni negli Stati Uniti – e il numero dei ricoveri è destinato ad aumentare quanto più si diffonde.

“Anche se Omicron è meno pericoloso, le persone finiscono comunque in ospedale”, ha detto Getelina. “Se il virus viene trasmesso attraverso 330 milioni di persone, quella piccola percentuale può accumularsi molto rapidamente”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post 3 Capitani Carusa, competitivi, impegnati e compassionevoli
Next Post Come l’infanzia di Joan Didion a Sacramento ha plasmato la sua vita, affrontando la California