La produzione dell’industria italiana è inaspettatamente diminuita di mese in mese ad ottobre

ROMA (Reuters) – La produzione industriale italiana è stata molto più debole del previsto ad ottobre, secondo i dati di venerdì, in calo dello 0,6% rispetto al mese precedente.

Un sondaggio Reuters di 18 analisti ha indicato un aumento mensile dello 0,4 percento in ottobre. A settembre la produzione è aumentata dello 0,1 per cento.

Su base annua, la produzione è aumentata del 2,0% ad ottobre, secondo quanto riferito dall’Ufficio nazionale di statistica Istat. Un sondaggio Reuters su 10 analisti ha indicato un aumento del 3,3%.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

La lettura annuale per settembre dello scorso anno è stata rivista al 4,5% dal 4,4% originariamente riportato.

Nei tre mesi fino a ottobre, la produzione industriale nella terza economia dell’eurozona è aumentata dello 0,6% rispetto al periodo maggio-luglio.

L’Istat ha detto che ottobre ha visto un calo mensile della produzione di beni di consumo, beni di investimento e beni intermedi, mentre sono aumentati i prodotti energetici.

I settori che hanno mostrato la maggiore crescita anno su anno sono stati l’industria del coke e dei prodotti petroliferi raffinati (20,4%), l’industria del legno, della carta e della stampa (5,6%) e l’industria alimentare, delle bevande e del tabacco (anch’essa 5,6%). Al contrario, la produzione di mezzi di trasporto è diminuita del -13,2%, quella mineraria del -7,5% e la produzione di hardware per computer e prodotti elettronici è diminuita del -4,9%.

L’Istat ha affermato che, nonostante il calo di ottobre, il livello destagionalizzato dell’indice di ottobre era superiore dello 0,7% rispetto a febbraio 2020, un mese prima dell’inizio della crisi sanitaria del COVID-19.

READ  Tasso di crescita più veloce in 15 anni

Il primo ministro Mario Draghi ha previsto che la terza economia dell’eurozona crescerà di oltre il 6% quest’anno, dopo una contrazione record dell’8,9% nel 2020 a causa della pandemia di COVID.

L’ISTAT ha fornito i seguenti dettagli.

Produzione Industriale Ottobre Settembre Agosto

Mese/mese Variazione percentuale (tasso) -0,6 0,1 -0,3

variazione percentuale anno/anno (tasso) 2,0 4,5 (r) -0,1

Variazione percentuale anno/anno (non rettificato) -1,1 4,6 (r) 2,9

Nota: BASE 2015 = 100.

(r) Fare riferimento alle cifre riviste.

L’ISTAT ha introdotto nel mese di ottobre la seguente ripartizione per ampia gamma di prodotti: Tasso di variazione su base mensile.

Beni di consumo -0.9

Beni di investimento -1,4

Merci intermedie -0.8

Materie prime energetiche 2.3

((Crispan Palmer, redazione, Roma +39 06 8522 4350, fax +39 06854 0568 rome.newsroom@news.reuters.com))

Parole chiave: economia italiana, produzione

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Dr. Dre celebra il divorzio ufficiale con enormi palloncini
Tutto quello che devi sapere sui servizi VPN
Next Post Tutto quello che devi sapere sui servizi VPN