La Nuova Zelanda annuncia il primo decesso legato al vaccino Pfizer COVID-19

WELLINGTON (Reuters) – Lunedì la Nuova Zelanda ha riportato quella che secondo le autorità è stata la prima morte registrata nel Paese legata al vaccino Pfizer COVID-19.

Le informazioni sono state rilasciate dal Dipartimento della Salute a seguito di una revisione da parte del Comitato indipendente per il monitoraggio della sicurezza dei vaccini COVID-19 sulla morte di una donna dopo aver ricevuto il vaccino. Il comunicato del ministero non menzionava l’età della donna.

La dichiarazione ha affermato che il consiglio ha ritenuto che la morte della donna fosse dovuta a miocardite, che è noto come un raro effetto collaterale del vaccino Pfizer COVID-19. La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco che può limitare la capacità dell’organo di pompare il sangue e può causare alterazioni del ritmo cardiaco.

“Questo è il primo caso in Nuova Zelanda in cui la morte nei giorni successivi alla vaccinazione è stata collegata al vaccino Pfizer COVID-19”, ha affermato il Dipartimento della Salute.

Il team dei media neozelandesi di Pfizer non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento inviata tramite e-mail.

Il ministero della Salute ha affermato che il caso è stato deferito al medico legale e la causa della morte non è stata ancora determinata.

Tuttavia, il consiglio indipendente ha ritenuto che la miocardite potesse essere dovuta alla vaccinazione.

Il consiglio ha anche sottolineato che ci sono altri problemi medici che si verificano contemporaneamente che potrebbero aver influenzato l’esito dopo la vaccinazione.

“I benefici della vaccinazione con il vaccino Pfizer COVID-19 superano ancora di gran lunga i rischi sia dell’infezione da COVID-19 che degli effetti collaterali del vaccino, inclusa la miocardite”, ha aggiunto.

READ  SpaceX lancia un altro gruppo di satelliti Starlink mentre si avvicina alla copertura globale

I vaccini Pfizer/BioNTech, Janssen e AstraZeneca sono stati provvisoriamente approvati dalle autorità neozelandesi. Tuttavia, il vaccino di Pfizer è l’unico che è stato approvato per il rilascio pubblico.

La Nuova Zelanda sta combattendo un focolaio di tipo delta di COVID-19 dopo quasi sei mesi di assenza di virus.

Lunedì ha riportato 53 nuovi casi, portando il numero totale di infezioni nell’attuale epidemia a 562.

Un blocco nazionale è stato imposto all’inizio di questo mese per battere la diffusione della variabile delta.

(Segnalazione di Pravin Menon; Montaggio di Kim Coogle e Christian Schmolinger)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Notizie sportive oggi: cosa devi sapere
Next Post Evan Rachel Wood fa il dito a Marilyn Manson durante un’esibizione dal vivo (VIDEO)