La Nigeria afferma di aver sospeso Twitter giorni dopo la cancellazione del post del presidente

La Nigeria ha dichiarato venerdì di aver sospeso le attività di Twitter a tempo indeterminato, due giorni dopo che il gigante dei social media ha cancellato un post del presidente Muhammadu Buhari che minacciava di punire i separatisti regionali.

Il ministro dell’Informazione Lai Muhammad ha affermato che il governo ha agito a causa dell'”uso continuo della piattaforma per attività che potrebbero minare la presenza di aziende in Nigeria”.

Maometto non ha detto quale forma avrebbe preso la sospensione e non ha fornito ulteriori dettagli sulle attività minacciose. Il suo ministero ha anche annunciato la sospensione di Twitter.

Interrogato sui dettagli della sospensione, un assistente ministeriale ha detto a Reuters: “Aspetta e vedrai come andranno le cose”.

Twitter e la sua app hanno continuato a funzionare venerdì nella capitale Abuja della Nigeria e nel centro commerciale Lagos.

Un portavoce di Twitter non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Mercoledì, la società tecnologica statunitense ha affermato che il post di Bukhari che minaccia di punire i gruppi accusati di attacchi agli edifici governativi viola la politica di “comportamento offensivo” di Twitter.

Ad aprile, il ministro dell’Informazione ha reagito con rabbia quando Twitter ha scelto il vicino Ghana come primo ufficio africano. Ha detto che la società è stata colpita dalla falsa dichiarazione dei media della Nigeria, comprese le notizie sulla repressione delle proteste dello scorso anno. Leggi di più

I manifestanti che chiedono la riforma della polizia hanno utilizzato i social media per organizzare, raccogliere fondi e condividere presunte prove di molestie da parte della polizia. Il CEO di Twitter Jack Dorsey ha twittato per incoraggiare i suoi follower a donare.

READ  Confronto su Twitter: Scontri tra netizen pro-Netanyahu e anti-Netanyahu dopo essere stati estromessi dal premier israeliano

Sulla scia delle proteste, Mohamed ha chiesto “una forma di regolamentazione” sui social media per combattere le “fake news”.

Un portavoce di Airtel, uno dei maggiori operatori di telefonia mobile della Nigeria, ha rifiutato venerdì di rivelare se la società avesse ricevuto indicazioni dal governo in merito alla sospensione.

MTN, il più grande operatore di telefonia mobile, non ha risposto a chiamate e messaggi in cerca di commenti.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Calcio: Spagna e Portogallo iniziano la candidatura ufficiale per i Mondiali 2030
Next Post Il nuovo leak di FIFA 22 ha entusiasmato i giocatori della modalità Carriera