La monarchia più antica del mondo sta finendo i reali

La principessa Mako, nipote dell’imperatore del Giappone, ha sposato il suo amico di lunga data Kei Komuro, martedì.

Il Giappone manterrà le tradizioni nella famiglia imperiale anche se ciò significa la fine della monarchia.

Dopo quattro anni di corteggiamento, la principessa Mako, nipote dell’imperatore Naruhito, 61 anni, sposa il suo vecchio amico Kei Komuro. Poiché la legge imperiale giapponese priva le donne del loro status reale dopo il matrimonio, la principessa sarebbe stata rimossa dalla famiglia, lasciando solo 12 donne e cinque uomini.

Inoltre, dopo le controversie sul loro fidanzamento, Mako ha rifiutato una dote di 152,5 milioni di yen (1,3 milioni di dollari) tradizionalmente data alle donne della famiglia reale che si erano sposate, rendendola la prima a farlo dalla seconda guerra mondiale.

“È un allontanamento radicale da ciò che ci si aspetta dalle donne della famiglia imperiale”, ha affermato Shihoko Goto, vicedirettore dell’economia geografica presso il Wilson Center, un think tank con sede a Washington specializzato in affari asiatici. “È disposta a fare sacrifici finanziari e a liberarsi dal comfort, dalla sicurezza e dai privilegi della sua vita per perseguire la sua strada”.

C’erano 67 membri della famiglia reale giapponese dopo la seconda guerra mondiale. A partire da martedì, saranno solo 17, inclusi solo tre eredi al trono: lo zio 85enne dell’imperatore, il principe Masahito; suo fratello, il principe ereditario Fumihito, 55 anni; Suo nipote e fratello della principessa Mako Hisahito ha 15 anni. Il Giappone è tra una manciata di monarchie moderne che limitano il califfato agli uomini, tra cui l’Arabia Saudita, l’Oman e il Marocco.

READ  I casi di coronavirus oggi sono aggiornati in tempo reale: infezioni e decessi da funghi gialli e neri in India, registrazione online del vaccino contro il Coronavirus, suggerimenti per la prevenzione del Coronavirus, blocco del Coronavirus, Maharashtra, recente aggiornamento del coprifuoco Covid, casi Corona in Karnataka, Delhi, Kerala, distretto di Awtar Pradesh

Il matrimonio della principessa Mako ha evidenziato le chiamate passate per consentire alle donne di far parte della linea di successione, come un modo per sostenere la monarchia ereditaria più antica del mondo e allinearla alle idee più moderne sull’uguaglianza di genere.

È un’idea estremamente popolare, secondo un sondaggio Kyodo News di marzo e aprile. Tra gli intervistati, l’85% ha affermato di sostenere un’imperatore donna, e molti – il 79% – hanno affermato di essere favorevoli a consentire all’imperatrice di passare il trono ai suoi figli.

Ironia della sorte, la famiglia imperiale non poteva farci nulla. Il ruolo della monarchia, compresa la sequenza di successione, è disciplinato dalla legge giapponese. Negli ultimi due decenni, molti alti funzionari politici hanno pensato di cambiare le regole, ma senza successo.

Nel 2006, la proposta di legge per consentire gli eredi al trono è stata archiviata dopo la nascita del principe Hisahito, il primo figlio maschio in quasi quattro decenni. Nel 2012, l’allora primo ministro Yoshihiko Noda ha preso in considerazione l’idea di consentire alle principesse di creare i propri rami reali e mantenere il loro status quando si sposavano, uno sforzo che è stato interrotto quando è stato sostituito da Shinzo Abe.

Di recente, l’ex primo ministro Yoshihide Suga ha lanciato un gruppo di esperti per esaminare la questione, un’indagine che è svanita quando non è stato rieletto. Il suo successore, il primo ministro Fumio Kishida, si oppone al trasferimento del trono tramite un’imperatrice.

Mentre il numero dei reali è diminuito, quest’anno è costato ai contribuenti giapponesi 25 miliardi di yen (219 milioni di dollari) in cibo, istruzione, spese personali e gli stipendi di 1.080 dipendenti tra autisti, giardinieri e registrar imperiali. Inviano anche denaro alle operazioni di soccorso in caso di catastrofe. Al contrario, la famiglia reale britannica ha sostenuto circa 50 milioni di sterline (69 milioni di dollari) nel 2019-20, più altri 30 milioni di sterline per i lavori di ristrutturazione di Buckingham Palace.

READ  I talebani controllano Zaranj, capitale della provincia dell'Afghanistan Notizie di conflitto

Martedì, la principessa Mako e Komuro presenteranno un fascicolo di matrimonio al governo locale, seguito da una conferenza stampa. Goto ha detto che i matrimoni reali giapponesi raramente attirano l’attenzione all’estero e che l’evento senza importanza della principessa Mako è un’occasione mancata per proiettare soft power. “Questo matrimonio non avrà l’impatto della spesa dei consumatori come il matrimonio di Kate Middleton e Meghan Markle in Gran Bretagna”, ha detto.

Ma può rilanciare l’economia in altri modi. I matrimoni reali in Giappone sono stati collegati a un aumento dei matrimoni e delle nascite, un obiettivo tanto atteso in un paese con una popolazione che invecchia. Dopo che il principe ereditario Fumihito si è sposato nel 1990, il numero di matrimoni è aumentato del 3,7% rispetto a cinque anni prima, rispetto a un calo dello 0,4% dell’anno prima, secondo un’analisi di Bloomberg Economics. Ha raggiunto il picco del 9,8% nel 1993, quando l’attuale imperatore ha avuto un matrimonio.

Il numero delle nascite segue la stessa tendenza.

“Non ci aspettiamo che il matrimonio della principessa Mako abbia un impatto macroeconomico significativo”, afferma Yuki Masujima, capo economista di Bloomberg Economics. “Ma potrebbe avere effetti positivi sulla fiducia dei consumatori e sul tasso di matrimoni, dopo un forte calo dovuto alla crisi del Covid”.

Dopo il matrimonio, gli sposi hanno intenzione di vivere negli Stati Uniti, senza il sostegno finanziario della famiglia reale o del governo giapponese. Secondo quanto riferito, il suo fidanzato ha ottenuto un lavoro in uno studio legale di Manhattan, mentre la principessa Mako – che ha un master in studi sui musei d’arte – non ha annunciato i suoi piani. Potrebbe rivelarsi un gradito sollievo dopo anni di scrutinio da tabloid.

READ  Ebrahim Raisi ha prestato giuramento come ottavo presidente dell'Iran | notizie di politica

All’inizio di questo mese, l’Agenzia del Palazzo Imperiale, l’ufficio governativo che sovrintende alla famiglia reale, ha affermato che alla principessa era stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico a causa di abusi online diretti alla coppia e alle loro famiglie. “Aveva una paura costante che la sua vita sarebbe stata rovinata, il che la rende pessimista e le rende difficile sentirsi felice”, si legge nel comunicato.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il leader sudcoreano Roh Tae-woo è morto all’età di 88 anni.
Next Post Age of Empires 4 recensione del rapporto di notizie