La leggendaria ballerina italiana Carla Fracci muore a 84 anni dopo la battaglia del cancro: ‘una delle più grandi’

Carla Vracci

Carla Fracci, una ballerina italiana che era conosciuta come una delle più grandi ballerine del mondo, è morta, secondo più punti vendita. Aveva 84 anni.

La famiglia Vracci ha confermato la sua perdita in un comunicato, rilevando che la leggendaria ballerina è morta giovedì nella sua casa di Milano, secondo quanto riferito. ABC News.

Testate giornalistiche italiane e Reuters Ho detto che Vracci soffriva di cancro.

a Dichiarazione su FacebookIl celebre Teatro alla Scala di Milano – che ne confermò anche la morte – disse che il teatro, la città e il mondo della danza avevano perso una “figura storica mitica”.

“Ha lasciato una forte impronta sulla nostra identità e ha dato un contributo fondamentale al posto della cultura italiana nel mondo”, si legge nel comunicato. “Carla Fracci è una figura di primo piano nella storia della danza e nella storia del Teatro alla Scala, ma è anche una figura di riferimento per Milano e per tutta la cultura italiana”.

Nata nel 1936, Vracci è stata cresciuta da suo padre, un autista di tram, e sua madre, che lavorava in una fabbrica, ha riferito Reuters.

All’età di 10 anni, il mio pennello era entrato a far parte della scuola di danza del Teatro alla Scala, dove ha studiato danza dalle maestre di danza Esmée Bulnes e Vera Volkov, secondo la dichiarazione del teatro.

Venturelli / Getty Images Carla Vracci

Relazionato: Ann Rinking, star di Broadway Chicago E Tony Winning, coreografo, all’età di 71 anni

Sebbene inizialmente credesse che la danza classica fosse noiosa, Vracci divenne rapidamente dipendente dallo stile dopo aver visto la star britannica Margot Fontaine esibirsi, secondo Reuters.

READ  Antonio Conte al Tottenham 'FATTO', 'OK' il nuovo contratto di Messi con il Barcellona, ​​Zaha 'presenta richiesta di trasferimento'

Ha detto: “È stato allora che una scintilla si è accesa, una scintilla si è trasformata in fuoco e non mi ha mai lasciato”. Corriere della Sera Nel 2008, secondo Reuters.

Il Teatro alla Scala ha descritto i suoi esordi come una “fiaba” e ha elogiato il “talento, la testardaggine e il suo lavoro” di Vrachi per averla aiutata a diventare “la ballerina più famosa del mondo”. [who] Ha ispirato generazioni di giovani, non solo nel mondo della danza “.

La sua illustre carriera ha attraversato molti decenni e in particolare ha incluso il ruolo di titolare in GiselleIl famoso balletto romantico al Teatro alla Scala secondo la loro dichiarazione.

Il teatro ha detto che Vrachi ha ballato tutta la sua vita insieme ad altri nomi leggendari, come Mikhail Baryshnikov, Vladimir Vasiliev, Erik Braun e Rudolf Nuriev. È stata anche invitata alla Royal Festival Hall di Londra e ha ricevuto il prestigioso Dance Magazine Award, secondo quanto riportato da ABC News.

Più tardi nella vita, Fracci ha diretto diverse squadre di balletto italiano a Napoli, Verona e Roma, e stava cercando di portare la danza nelle città regionali in modo che il balletto sopravvivesse, secondo ABC News.

Nella sua vita personale, Vracci ha sposato il regista Pepe Menegatti nel 1964 e ha continuato ad accogliere suo figlio Francesco, ha riferito Reuters.

Video collegato: Teen ballerina celebrata mostrando la diversità del corpo: “ Adoro essere un modello per gli altri ”

Il suo ultimo ballo alla Scala è avvenuto nel 2000 quando ha interpretato Luce In Carpenteria, Secondo ABC News.

READ  Alcaraz, Musetti e l'ultimo look "NextGen" per cambiare il vecchio ordine al Roland Garros-Sports News, Firstpost

Recentemente è tornata sul palco lo scorso gennaio per insegnare una materia importante GiselleChe è stato utilizzato come parte di una serie di documentari sulla televisione RAI all’avanguardia, secondo il teatro.

“Ha legato strettamente il suo nome alla storia di questo teatro … A gennaio siamo stati molto felici di poter passare la sua esperienza ai giovani interpreti dell’ultima Giselle, che è stato un momento indimenticabile per tutti”, La Scala, generale Il direttore, Dominic Meyer, ha detto in una dichiarazione, nel post Il teatro.

“Penseremo sempre a lei con affetto e gratitudine, e ricorderemo il sorriso degli ultimi giorni che ha trascorso insieme, quando si sentiva come se fosse a casa”, ha detto Meyer.

Manuel Legres, direttore del balletto alla Scala, ha aggiunto: “Ci lascia in uno stato di stordimento, in cima alle sue dita come Giselle, uno spirito che indugia con noi, riempiendo le nostre sale da ballo, il teatro e il nostro cuore. Ci sentiamo un grande vuoto, che allo stesso tempo ci fa sentire pieni e ricchi di tutta la sua storia – che è Ballet History -. Siamo onorati di condividere la sua arte “.

Dopo la notizia della sua scomparsa, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella Ha rilasciato una dichiarazione, Dicendo che “le straordinarie qualità artistiche e umane di Versace l’hanno resa una delle più grandi ballerine classiche del nostro tempo”.

Mattarella ha aggiunto: “Carla Vracci ha onorato il nostro Paese con la sua eleganza e impegno artistico”. “Esprimo le mie più sentite condoglianze ai familiari e al mondo della danza, che oggi sta perdendo il suo prezioso e memorabile riferimento”.

READ  I campioni dell'Inter festeggiano un "momento speciale" con i tifosi a San Siro - lo sport

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post AMC, Regal e Cinemark non richiederanno maschere per le persone che sono state vaccinate
Next Post 50 Cent “Never Bothered” di Ex Vivica A. Fox descrive l’amore della sua vita