La guerra tra Russia e Ucraina ha unito l’Europa e la NATO: il Presidente dell’Ucraina

Ginevra

Il presidente dell’Ucraina ha dichiarato lunedì che la guerra della Russia in Ucraina il 24 febbraio ha unito il suo paese, ha accelerato le riforme e ha unito l’Europa e l’alleanza militare della NATO.

“Grazie a questa nostra riforma, abbiamo raggiunto ogni valore essenziale per l’Europa, proprio come il sostegno dei paesi della NATO suggerisce che abbiamo unito l’alleanza (NATO)”, ha affermato Volodymyr Zelensky.

Ha detto che le persone si sono unite per la democrazia grazie a ciò che stava accadendo in Ucraina.

Il presidente ucraino ha affermato che dall’inizio della guerra migliaia di istituzioni educative, comprese scuole, università e asili nido, sono state distrutte.

Ha detto che le persone si sono unite per la democrazia grazie a ciò che stava accadendo in Ucraina.

Come ha detto il presidente: “Questa unità non si vedeva da migliaia di anni e la ricostruzione dell’Ucraina diventerà anche la nostra più grande riforma”.

Zelensky ha osservato che la Russia stava cercando di distruggere l’Ucraina “e l’esercito russo sta usando l’artiglieria contro gli asili nido … distruzione deliberata dello spazio educativo, uno spazio in cui i bambini vengono socializzati quando imparano a essere umani”.

Leader e ministri degli Esteri di almeno 38 paesi e organizzazioni internazionali si sono incontrati lunedì nella città svizzera di Lugano per elaborare una tabella di marcia per la ricostruzione dell’Ucraina dopo lo scoppio della guerra totale in Russia a febbraio.

Tra coloro che sono arrivati ​​a Lugano per la conferenza di recupero di due giorni in piena sicurezza c’erano il primo ministro ucraino Denis Shmyal, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il ministro degli Esteri britannico Liz Truss.

READ  La sterlina è scesa rispetto al dollaro poiché i dati hanno mostrato pressioni economiche

Il presidente svizzero Ignazio Cassis von der Leyen si è incontrato nella sala conferenze e ha discusso con lei prima di incontrare Schmihal sulle rive del lago di Lugano, nella regione di lingua italiana della Svizzera.

Sono coinvolte anche istituzioni internazionali come il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

Achim Steiner, amministratore del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), era a capo della delegazione delle Nazioni Unite.

C’era l’Alto Commissario Onu per i Rifugiati Filippo Grandi ed era atteso anche il Direttore Generale dell’Oms Tedros Ghebreyesus.

Il ministero degli Esteri svizzero ha dichiarato: “La Conferenza sulla riforma ucraina… è stata ribattezzata Conferenza sulla ripresa dell’Ucraina per riflettere il nuovo obiettivo della riunione.

“Il modo per ricostruire l’Ucraina è attraverso un processo politico e diplomatico su larga scala”.

Il sito web dell’Agenzia Anadolu contiene solo una parte delle notizie fornite agli abbonati dell’AA News Broadcasting System (HAS) e in sintesi. Si prega di contattarci per le opzioni di abbonamento.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post La cantante di Singapore Tanya Chua vince i Taiwan Music Awards
Next Post Baltimora segna il 4 luglio con fuochi d’artificio al Cherry Hill Festival