La Grecia rifiuta AC di utilizzare meno energia russa, aiuta l’Ucraina

Dopo un decennio di turbolenze economiche, non tutti sono d’accordo su come diffondere il dolore del risparmio di clima ed energia

Le unità di condizionamento sono sospese nel pozzo di luce che attraversa il centro dell'Hotel Atalos, gestito da Melina Zisi e dalla sua famiglia ad Atene.
Le unità di condizionamento sono sospese nel pozzo di luce che attraversa il centro dell’Hotel Atalos, gestito da Melina Zisi e dalla sua famiglia ad Atene. (Mirto Papadopoulos/FTWP)

Sospensione

ATENE – Fuori dall’edificio imbiancato a calce che funge da quartier generale dei mercati pubblici del pesce della Grecia, il sole cocente del Mediterraneo nascondeva il porto. All’interno, la testa di pesce del paese Markets, un funzionario di 64 anni Vassilis Katsiotis stava cercando di capire come usare meno balsamo.

Da quando il governo greco, con l’obiettivo di preservare l’approvvigionamento energetico gravemente danneggiato dall’invasione russa dell’Ucraina, ha ordinato di impostare il termostato negli edifici pubblici a una temperatura di almeno 81 gradi, ha cercato di persuadere i colleghi e subordinati a sudare al suo fianco. La vecchia regola era quella di impostare il termostato in modo che il personale si sentisse a proprio agio. Ora la temperatura deve tener conto della geopolitica.

“È molto difficile. Questo è un cambiamento culturale”, ha detto Katsiotis, il cui ufficio si trova a Keratsini, un porto fuori Atene, tappezzato di specie ittiche e acquerelli per le strade di un villaggio greco.

La decisione della Grecia di limitare l’aria condizionata negli edifici pubblici può sembrare una risposta abbastanza semplice alla carenza di energia in Europa, ma come per molti aspetti della crisi, è diventata irta di pericoli, sollevando interrogativi su quali parti della società dovrebbero essere chiamate a fornire. sacrifici, e perché. I greci si chiedono cosa dovrebbero sacrificare per l’Ucraina dopo anni di sofferenza a causa dell’austerità che ha tagliato le pensioni e la spesa pubblica. E si chiedono quanto dovrebbero aiutare le sfide energetiche della Germania, che incolpano di un decennio di depressione e sofferenza economica.

Tipi simili di domande sorgono in tutta Europa. Il flusso di gas naturale russo verso il continente è Rallenta notevolmente mentre il Cremlino cerca influenza nella guerra in Ucraina. Il Cremlino scommette che entro la fine dell’inverno l’Europa dovrà affrontare una carenza di energia così schiacciante che non avrà altra scelta che rinunciare al sostegno dell’Ucraina e implorare la Russia per i combustibili fossili. Il compito dell’Europa ora è dimostrare che ciò è sbagliato.

La Germania spegne i lampioni e dice ai suoi cittadini di fare una doccia più breve. Ai cittadini francesi è stato chiesto di disconnettere i router WiFi quando escono di casa. Grecia, Spagna e Italia – tutti paesi dell’Europa meridionale alle prese con le ondate di caldo – stanno cercando di ricondizionare l’aria e affrontare il caldo. I leader europei hanno concordato la scorsa settimana di ridurre il consumo di gas del 15% prima della stagione fredda. In caso contrario, avvertono i leader, alcuni paesi potrebbero esaurire la capacità per il riscaldamento e le fabbriche.

Vogliamo la pace o vogliamo accendere il condizionatore? Il presidente del Consiglio uscente, Mario Draghi, lo ha chiesto ad aprile, esortando gli europei a fare sacrifici e risparmiare energia per aiutare l’Ucraina.

READ  Come Putin ha già indebolito l'economia ucraina

Fare il cambiamento richiede la partecipazione di migliaia di persone come Katsiotis, professori di termostati, incaricati di trasformare in realtà gli ordini del governo. I leader greci temono che ai loro cittadini verrà chiesto di fare troppo dopo che il paese ha sopportato un decennio di schiacciante austerità che ha portato a una dolorosa depressione. Tuttavia, spegnere i condizionatori d’aria è un modo rapido ed efficiente per ridurre il consumo di energia, quindi i lavoratori del settore pubblico in tutto il paese si stanno preparando ad assumere uffici caldi.

Katsiotis ha affermato che l’ordine del governo “è arrivato durante un’ondata di caldo”, con temperature che aumentano regolarmente di circa 100 gradi Fahrenheit. Non c’erano alberi in vista sul marciapiede per fornire ombra.

“Come posso convincere le persone a fare ciò che dovrebbero fare?” Ha detto che se lo sta chiedendo. “Non è come aprile. Ma se posso farlo ora, sarà molto più facile in ottobre” se sarà necessaria più energia, ha detto.

Sognando potenziali modi per risparmiare energia, Katsiotis ha attraversato il mercato del pesce, considerando i timer per le luci che illuminano la cattura quotidiana di scorpioni e dentici. Chiacchierava con pescatori scettici e panciuti. Nei giorni caldi, manda i lavoratori a casa un’ora prima per risparmiargli il peggio del caldo. Il pesce stesso è il protagonista del mercato, quindi è stato concesso loro una tregua: Katsiotis manterrà la refrigerazione a pieno regime nelle aree in cui viene conservato e venduto, poiché non durerà a lungo a 81 gradi.

La Grecia dipende dalla Russia per circa il 40% del suo gas naturale, la maggior parte del quale viene utilizzato per generare elettricità. Il paese ha altre opzioni: un nuovo gasdotto dall’Azerbaigian è stato aperto il mese scorso e la Grecia ha anche un terminale per il gas naturale liquefatto che può provenire dagli Stati Uniti, dal Qatar e da altri paesi. Ma con tutte le rotte alternative del gas in Europa che funzionano a pieno regime, tutto ciò che viene risparmiato ora può aiutare il vicino in seguito.

In Grecia, quest’estate i leader hanno annunciato piani per lo stato di ridurre il consumo di energia del 10% ora e del 30% entro il 2030. Oltre ai blackout dell’aria condizionata, ai lavoratori viene chiesto di risparmiare sulle luci e assicurarsi che siano accese . dal proprio computer al termine della giornata lavorativa. I funzionari hanno affermato che il governo ha annunciato uno sforzo di 648 milioni di dollari per rendere gli edifici pubblici più efficienti dal punto di vista energetico, ma che non sarà fatto abbastanza velocemente per fare la differenza questo inverno.

Domenica, il ministro dell’Ambiente e dell’Energia, Costas Skrekas, è andato oltre, Appello ai cittadini greci affinché facciano di più per risparmiare energia. Ha avvertito che il paese potrebbe affrontare blackout quest’inverno se non fornisse energia sufficiente ora.

“Dobbiamo tutti capire che non possiamo agire come se nulla stesse accadendo intorno a noi”, ha detto Skrikas al quotidiano Kathimerini. “C’è una guerra che sta distruggendo un paese e sta alimentando anche una crisi energetica mai vista prima… Dobbiamo tutti renderci conto che non possiamo sprecare energia”.

READ  Italia e Francia si mettono in fila per spingere il piano del motore a combustione dell'UE

Ma anche la Grecia ha dovuto affrontare un dilemma su come diffondere il dolore dei tagli. I greci comuni hanno dovuto affrontare una disoccupazione paralizzante che ha raggiunto il picco del 28% durante il culmine della loro depressione decennale che si è conclusa appena prima della pandemia. Quell’era, innescata dalla crisi finanziaria globale e dal debito pubblico greco, ha quasi cacciato la Grecia dall’eurozona e lasciato una generazione in povertà.

L’Europa è febbricitante. Questo condizionatore ecologico può aiutare.

Ora si ha la sensazione che gli sia rimasto poco, soprattutto da quando i prezzi dell’energia sono quadruplicati nell’ultimo anno. I politici greci affermano che l’aumento dei costi ha portato a una doppia emergenza: una relativa alla fornitura di combustibili fossili, l’altra al loro prezzo.

“Le divisioni in Europa stanno diventando enormi”, ha affermato George Zachman, senior fellow di Bruegel, un think tank con sede a Bruxelles che tiene traccia della crisi energetica. “I problemi politici dovuti alla crisi energetica sono enormi”.

I paesi del continente stanno facendo una ferita dolorosa dopo l’altra. La Spagna questa settimana è diventata l’ultima, andando oltre la Grecia nel limitare l’aria condizionata imponendo un limite di raffreddamento di 81 gradi a cinema, centri commerciali, aeroporti e stazioni ferroviarie, nonché edifici pubblici. In inverno, gli spazi possono essere riscaldati a soli 66 gradi.

In una strana eco della crisi economica, la Germania – che molti greci incolpano per il loro peggior dolore per la sua insistenza sull’austerità, una posizione che potrebbe imporre a causa del suo ruolo dominante nel sistema economico europeo – è più dipendente dalla Russia. Gas dalla Grecia. Gli analisti dicono che c’è poca voglia di soffrire di più solo perché la Germania ha intensificato la sua dipendenza dall’energia russa negli ultimi anni.

“C’è stata una recessione economica molto forte per 10 anni. Poi c’è stata l’epidemia. Ora con la crisi, le persone non possono sopportare più pressioni. Haris Doukas, esperto di politica energetica presso l’Università tecnica nazionale di Atene, che ha criticato la gestione da parte del governo di la crisi, ha detto: “Questo crea un disturbo nella pace sociale.” “Il governo non vuole esercitare più pressioni sulla società”.

Non tutte le parti dell’economia sono obbligate a partecipare, il che è un’ulteriore sfida poiché il Paese cerca di ridurre i propri consumi: negli hotel greci l’aria condizionata è forte come sempre. Invece, il governo dovrebbe annunciare il sostegno alle aziende per l’acquisto di attrezzature più efficienti e la ristrutturazione dei loro edifici.

Il turismo è un quinto dell’economia greca e i leader sostengono che i visitatori con camere d’albergo riscaldate non torneranno. Anche senza i requisiti ufficiali per le interruzioni di corrente, gli hotel stanno già lottando.

READ  Boston Business accoglie Serendipity da Celtics e Bruins Interlude Games

“Non siamo sicuri di cosa fare e siamo preoccupati per l’inverno”, ha detto Milena Zissi, manager dell’Hotel Atalos, situato in una zona trafficata del centro di Atene, il cui tetto è sotto il Partenone.

Ha affermato che i suoi costi energetici sono aumentati del 40% rispetto a appena prima della pandemia e i costi alimentari sono aumentati del 56% solo nell’ultimo anno. Ma non è stata in grado di aumentare le sue tariffe in modo che corrisponda.

“Non starei in un posto senza aria condizionata. Devi avere standard di base”, ha detto Zissi.

“Capisco qualcuno che vuole essere in vacanza e vuole avere una cella frigorifera”, ha detto, anche se la bolletta elettrica è aumentata.

Ma risparmiare una parte così ampia dell’economia dalla domanda di energia impone scelte difficili altrove.

La Grecia prevede di raddoppiare l’uso della lignite, un tipo di carbone dolce e pesante, per ridurre il gas naturale che il paese utilizza per generare elettricità. Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha fatto ad Atene la prima tappa di un tour di riabilitazione in Europa la scorsa settimana, il primo nel continente da quando l’intelligence statunitense ha stabilito di aver ordinato l’uccisione dell’editorialista del Washington Post Jamal Khashoggi nel 2018. I leader greci hanno firmato accordi energetici con lui prima di trasferirsi a Parigi.

FOTO: Ecco come l’Europa affronta il caldo soffocante

Anche i greci che non usano affatto il condizionatore d’aria devono affrontare bollette dolorose. Il mese scorso, i costi dell’elettricità sono aumentati dell’80% rispetto a un anno fa, e poi le compagnie elettriche hanno annunciato un ulteriore aumento dei prezzi del 55% questo mese, il che significa che le bollette dell’elettricità sono quadruplicate rispetto allo scorso anno. I leader greci hanno annunciato il supporto per compensare la maggior parte del recente aumento dei prezzi, ma non è chiaro per quanto tempo potranno mantenerlo.

“Potrei dover chiudere”, ha detto Dina Bilic, artista e creatrice di gioielli con sede ad Atene. Un pomeriggio recente era agli sportelli della compagnia elettrica per effettuare il pagamento di quella che, secondo lei, era una bolletta devastante. Ha detto di aver aperto il suo piccolo negozio di gioielli e decorazioni per la casa ad Atene alla fine dell’anno scorso, in un piccolo spazio non climatizzato.

Anche quando l’aria fredda entrava dalle finestre aperte, le bollette energetiche erano così alte che “Sto perdendo soldi”, ha detto.

Per ora, i politici affermano di ritenere di fare quanto basta per essere in grado di superare i peggiori mesi invernali.

“Siamo molto preoccupati per quello che è successo, forse, chissà, dall’autunno. E dovremo riprogettare alcune cose o mettere sul tavolo altre misure”, ha affermato Alexandra Sdoko, segretaria generale del Ministero dell’Energia e Ambiente, che ha contribuito a progettare le misure di risparmio energetico.

“Ci siamo preparati per il momento, tenendo conto delle circostanze particolari”, ha detto. “Se le cose vanno male, non so cosa dobbiamo decidere”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post I fisici stanno avanzando nella corsa alla superconduttività a temperatura ambiente
Next Post Israele conferma che sta effettuando attacchi a Gaza