La Germania deve imparare a convivere con un po ‘di inflazione

ioInflazione in Germania Ha superato il 2% in aprile. Se le ultime previsioni della Bundesbank si dimostreranno corrette, potrebbe presto raggiungere il 4% per la prima volta in quasi 30 anni. L’ansia di inflazione è in aumento tra i falchi monetari della nazione. Le implicazioni dell’epidemia hanno attenuato le lamentele tedesche sulla politica monetaria estremamente accomodante della Banca centrale europea. Ma con l’inflazione in aumento, l’inversione tedesca richiede che la banca riduca i suoi acquisti di obbligazioni.

Un tale grido sarebbe fuorviante. La ripresa in Europa è più calma della ripresa in America, rendendo ancora migliori le probabilità che l’aumento dell’inflazione sia temporaneo. Prima dovrebbero venire gli interessi dei membri più deboli dell’unione monetaria, che si stanno ancora riprendendo sulla strada della salute.

L’iperinflazione degli anni ’20 portò all’emergere della fobia dell’inflazione nel profondo della psiche tedesca. Dopo la seconda guerra mondiale, la Bundesbank si guadagnò una spaventosa reputazione per essere stata la prima a domare un mostro inflazionistico. All’inizio degli anni 2000, subito dopo la nascita dell’euro, la Germania ha ridotto i costi salariali e le economie dell’Europa meridionale hanno perso competitività contro di loro. Quando i meridionali si sono ripresi dalla crisi del debito, hanno ridotto il divario riducendo il costo del lavoro, mentre la Germania ha fatto poco per adattarsi. Ciò ha posto l’Eurozona su un percorso deflazionistico che manca di domanda. L’economia della zona non si è mai ripresa del tutto, anche quando lo era Banca centrale europea Ha usato la maggior parte delle sue munizioni.

Questo decennio perduto è uno dei motivi per cui l’aumento dei salari e dei prezzi in Europa è così improbabile, anche se un aumento della temperatura è una possibilità in America. Inoltre, l’epidemia in Europa è stata peggiore. La produzione è inferiore nella zona euro rispetto all’America dello scorso anno. Lo stimolo fiscale, però, è proibitivo rispetto alla generosità dell’amministrazione Biden. Il ioIl nuovo fondo di recupero da 750 miliardi di euro (919 miliardi di dollari) richiederà anni per essere completamente speso. Gli investitori si aspettano che l’inflazione scenda al di sotto entro cinque anni Banca centrale europeaL’obiettivo è “vicino, ma inferiore al 2%”. In America, invece, le aspettative sono superiori al 2%.

READ  Syngenta Crop Protection e Valagro confermano il loro interesse nel gruppo SICIT

Si possono ottenere maggiori rassicurazioni osservando i meccanismi dell’aumento dell’inflazione in Germania. Come in America, riflette alcuni fattori globali transitori, tra cui il crollo dei prezzi del petrolio la scorsa primavera che ha abbassato la base utilizzata per calcolare il tasso annuale. Escludendo i prezzi di cibo ed energia, l’inflazione in Germania è stata solo dell’1% circa ad aprile. Sono in corso anche alcune questioni temporanee specifiche per paese. Le tariffe sul carbonio hanno fatto aumentare i prezzi e un taglio di emergenza delle tasse sul valore aggiunto lo scorso anno aumenterà matematicamente l’inflazione entro la fine dell’anno. Guarda lungo la catena di approvvigionamento e potresti essere inorridito dall’inflazione dei prezzi alla produzione in Germania, che ha superato il 5% ad aprile. Ma questo dovrebbe moderare in quanto fabbriche e fornitori rispondono all’aumento delle richieste.

Forse il motivo principale per cui la Germania può sopportare un periodo di inflazione superiore all’obiettivo è perché la salute della zona euro dipende da questo. L’attività sta riprendendo in tutta la regione, i vaccini vengono somministrati e le restrizioni di blocco vengono revocate. La Germania ha meno perdite per compensare la maggior parte dei paesi. Ha subito un profondo rallentamento lo scorso anno, con l’economia in contrazione del 5%, ma è stata molto meglio di Francia, Italia e Spagna, dove la produzione è diminuita di quasi il doppio. La disoccupazione in Germania rimane bassa al 4,5%. La sua dipendenza dalla produzione e dalle esportazioni è stata un vantaggio. Altri paesi, al contrario, dovrebbero pregare affinché la spesa per turismo, vendita al dettaglio e ospitalità torni ai livelli dei vecchi tempi. Goldman Sachs ritiene che la Spagna e l’Italia siano due volte più recessive della Germania.

READ  Il programma per i giovani rafforza i legami con le organizzazioni non profit locali | Articolo

Il Banca centrale europea Stabilisce la politica monetaria per l’unione monetaria nel suo insieme, non solo per il suo membro più grande. Quindi la Germania deve sforzarsi di mantenere la sua economia attiva mentre gli altri si mettono al passo e lo stimolo viene ritirato. Questo è il prezzo per essere uno dei membri più forti dell’unione monetaria. Dopo un decennio perduto, l’eurozona ha imparato da alcuni degli errori della crisi passata. Il perseguimento di bilanci equilibrati e di austerità è stato abbandonato per il momento. Il io Sta per emettere un debito congiunto per finanziare il suo fondo di riscatto. Entrambe le trasformazioni sono state possibili grazie al cambio di opinione a Berlino. Il riconoscimento che l’economia tedesca deve accelerare è l’anello mancante per ripristinare la fiducia in tutta la zona euro.

Questo articolo è apparso nella sezione “Leader” dell’edizione cartacea sotto il titolo “Prendine uno per la squadra”

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Shailene Woodley e Aaron Rodgers hanno due incontri hawaiani con Miles Teller
Next Post Race Top Royals, chiedi una quarta serie