La Francia richiama gli ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia per l’accordo sui sottomarini

La Francia ha dichiarato venerdì scorso di aver immediatamente richiamato i suoi ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia dopo che l’Australia ha annullato un importante accordo per l’acquisto di un sottomarino convenzionale francese a favore di sottomarini nucleari costruiti con tecnologia americana.

Il ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian ha dichiarato in una dichiarazione scritta che la decisione francese, su richiesta del presidente Emmanuel Macron, è “giustificata dall’eccezionale gravità delle dichiarazioni” fatte da Australia e Stati Uniti.

Ha detto che l’annuncio di mercoledì dell’accordo sottomarino australiano con gli Stati Uniti è stato “un comportamento inaccettabile tra alleati e partner”.

Venerdì, un alto diplomatico francese ha parlato di “crisi” nei rapporti con gli Stati Uniti

più chiaro | Perché la Francia è arrabbiata: l’accordo militare USA-Australia che ha fatto arrabbiare Parigi

“Questa è una domanda strategica per quanto riguarda la natura del rapporto tra Europa e Stati Uniti sulla strategia indo-pacifica”, ha affermato il diplomatico, che ha parlato in modo anonimo in linea con le pratiche consuete del governo.

Ha detto che non avrebbe speculato sugli effetti della situazione sui rapporti della Francia con gli Stati Uniti e ha sottolineato che “c’è una crisi”.

Macron non ha commentato la questione da quando il presidente Joe Biden ha annunciato un’alleanza strategica indo-pacifica con Australia e Gran Bretagna, che ha spinto la Francia a perdere quasi 100 miliardi di dollari per costruire sottomarini diesel-elettrici.

La Francia sta spingendo da diversi anni per una strategia europea per rafforzare i legami economici, politici e di difesa in una regione che si estende dall’India e dalla Cina al Giappone e alla Nuova Zelanda. Questa settimana, l’Unione Europea ha presentato il suo piano per la regione indo-pacifica.

READ  I talebani controllano Zaranj, capitale della provincia dell'Afghanistan Notizie di conflitto

Il diplomatico francese ha detto, venerdì, che Macron ha ricevuto una lettera dal primo ministro australiano Scott Morrison, mercoledì mattina, che annunciava la decisione di annullare l’accordo sui sottomarini.

Quindi i funzionari francesi hanno deciso di contattare l’amministrazione statunitense “per chiedere cosa sta succedendo”, ha detto. Ha aggiunto che le discussioni con Washington hanno avuto luogo solo due o tre ore prima dell’annuncio pubblico di Biden.

Giovedì, Le Drian ha espresso una “completa mancanza di comprensione” della mossa e ha criticato sia l’Australia che gli Stati Uniti

“È stata davvero una pugnalata alle spalle. Abbiamo costruito un rapporto di fiducia con l’Australia e quella fiducia è stata tradita. ‘Questo non si fa tra alleati.'”

Ha anche paragonato la mossa di Biden a quella del suo predecessore, Donald Trump, secondo la dottrina Trump “America First”.

Il diplomatico ha affermato che Parigi ha sollevato la questione della strategia Indo-Pacifico durante la visita del Segretario di Stato americano Anthony Blinken il 25 giugno, esprimendo l’importanza del programma sottomarino con l’Australia.

“Abbiamo detto che per noi questa era una componente molto importante e critica della nostra strategia per la regione indo-pacifica”, ha affermato. Blinken ha incontrato Macron durante la visita.

Il diplomatico francese ha affermato che l’Australia non aveva mai menzionato la Francia prima di voler passare ai sottomarini a propulsione nucleare, anche durante un incontro tra Macron e Morrison a Parigi il 15 giugno.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La Francia ha richiamato i suoi ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia in relazione alla nuova Alleanza per la sicurezza nazionale
Next Post Dota 2 non funzionerà sul tuo vecchio PC, molto presto