La contea di Los Angeles riporta altri 60 casi di omicron con prevalenza variabile

Lunedì la contea di Los Angeles ha riportato altri 60 casi della variante del coronavirus omicron.

Si tratta di un aumento significativo da venerdì, quando la contea aveva un totale di 38 casi noti della nuova preoccupante variante.

Ciò riflette le tendenze nazionali.

Lunedì, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie annunciare Omicron ha corso con altre varianti per diventare la versione dominante del virus Corona negli Stati Uniti

Funzionari sanitari federali hanno affermato che la malattia ha rappresentato il 73% delle nuove infezioni a livello nazionale la scorsa settimana.

La variante dell’omicron è stata identificata per la prima volta dagli scienziati in Sudafrica meno di un mese fa ed è stata soprannominata una variante preoccupante a causa delle sue numerose mutazioni. Da allora, è stato segnalato in 90 paesi.

Il primo caso negli Stati Uniti è stato annunciato il 1 dicembre a San Francisco. Il caso riguardava un viaggiatore tornato in California dal Sudafrica alla fine del mese scorso.

La variante altamente contagiosa viene ora sempre più identificata in tutta la California in mezzo a un picco di infezioni da coronavirus e numeri di ospedali.

I funzionari sanitari hanno avvertito che la contea di Los Angeles potrebbe già vedere l’inizio di un’altra ondata di focolai di coronavirus in inverno.

La contea ha segnalato più di 3.200 coronavirus al giorno da venerdì, un netto aumento rispetto ai precedenti numeri di casi giornalieri, che sono rimasti in gran parte al di sotto dei 2.000 nelle ultime settimane.

Il numero di focolai è aumentato in quasi tutti i settori monitorati dal Dipartimento della salute della contea di Los Angeles la scorsa settimana, hanno affermato i funzionari, in particolare del 118% nel settore dell’istruzione.

READ  La NASA rinvia il lancio del James Webb Space Telescope dopo un incidente "improvviso" Telescopio spaziale James Webb

“Sta crescendo l’evidenza che per coloro che sono stati vaccinati per mesi, i richiami sono necessari per fornire la migliore difesa contro l’infezione e la trasmissione della variante di Omicron. Il direttore sanitario della contea di Los Angeles, Barbara Ferrer, ha dichiarato in una nota. affermazione.

Il direttore sanitario ha affermato che le strutture infermieristiche qualificate non stanno sperimentando un aumento delle epidemie e questo è il risultato della diffusa assunzione di dosi di richiamo nelle strutture.

“Questo è in linea con altre informazioni raccolte da tutto il paese per mostrare la forza dei rinforzi e l’importanza di ottenere i rinforzi il prima possibile una volta qualificati”, ha affermato Ferrer. “Dato il crescente numero di casi, l’alto tasso di trasmissione nella comunità e tutte le prove che il nostro sistema immunitario ha bisogno di una spinta nel tempo per essere in grado di attaccare il virus COVID, nessuna persona idonea dovrebbe ritardare l’assunzione della dose di richiamo”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post LIVE: aggiornamenti del discorso di Biden Omicron
Next Post Perché Matthew Vaughn ha fatto un film sulla prima guerra mondiale?