La città giapponese di Osaka crolla sotto il peso dell’attacco Covid

La regione occidentale del Giappone, che ospita 9 milioni di persone, sta vivendo il peso della quarta ondata di epidemia, rappresentando un terzo delle morti del paese a maggio, anche se rappresenta solo il 7% della sua popolazione.

La velocità con cui il sistema sanitario di Osaka è stato sopraffatto sottolinea le sfide di ospitare un grande evento sportivo globale entro due mesi, soprattutto perché solo circa la metà del personale medico giapponese ha completato le vaccinazioni.

“In parole povere, questo è un guasto del sistema medico”, ha detto Yuji Tohda, direttore del Kindai University Hospital di Osaka.

“L’alternativa altamente contagiosa britannica e lo slittamento della vigilanza hanno portato a questa crescita massiccia del numero di pazienti”.

Il Giappone ha evitato le principali infezioni subite da altri paesi, ma la quarta ondata epidemica ha investito la Prefettura di Osaka, con 3.849 nuovi test positivi nella settimana fino a giovedì.

Ciò rappresenta un balzo di oltre cinque volte rispetto al periodo corrispondente di tre mesi fa.

Solo il 14% dei 13.770 pazienti COVID-19 della provincia sono stati ricoverati, lasciando la maggioranza a se stessa. In confronto, il recente tasso di ospedalizzazione a Tokyo è stato del 37%.

Un comitato consultivo del governo vede i tassi inferiori al 25% come un incentivo a considerare l’imposizione di uno stato di emergenza.

Da giovedì, il 96% dei 348 letti ospedalieri di Osaka era stato utilizzato per casi gravi di virus. I funzionari hanno detto questo mese che 17 persone sono morte a causa della malattia fuori dagli ospedali della contea da marzo.

Toshiaki Minami, direttore dell’Osaka Medical and Pharmaceutical University Hospital (OMPUH), ha affermato che il sostituto può far ammalare anche i giovani molto rapidamente e, una volta che una malattia grave, i pazienti hanno difficoltà a riprendersi.

READ  La Francia richiama gli ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia per l'accordo sui sottomarini

“Penso che anche adesso molti giovani pensano di essere invincibili. Ma questa volta non può essere così. Tutti corrono gli stessi rischi”.

Punto di rottura

Minami ha detto che un fornitore gli ha recentemente detto che le scorte di propofol, un importante farmaco usato per calmare i pazienti intubati, sono molto basse, mentre il Tuhda Hospital ha una carenza di ventilatori necessari per i pazienti con Covid-19 in condizioni critiche.

Satsuki Nakayama, responsabile infermieristico presso OMPUH, ha affermato che la cura dei pazienti in condizioni critiche di fronte ai rischi di infezione ha comportato un pesante tributo ai dipendenti.

“Ho alcuni lavoratori in terapia intensiva che dicono di aver raggiunto il punto di rottura”, ha aggiunto. “Devo prendere in considerazione la possibilità di cambiare personale per portare persone da altri reparti ospedalieri”.

Circa 500 medici e 950 infermieri lavorano per OMPUH, che gestisce 832 posti letto. Dieci dei 16 letti di terapia intensiva sono stati designati per i pazienti affetti da virus. Venti dei circa 140 pazienti gravemente ammalati ricoverati nel reparto di terapia intensiva sono morti.

Yasunori Komatsu, che presiede una federazione di dipendenti del governo provinciale, ha detto che le condizioni erano terribili anche per gli infermieri della sanità pubblica nei centri sanitari locali, che collegano i pazienti e le istituzioni mediche.

“Alcuni di loro fanno 100, 150, 200 ore di straordinario, e questo va avanti da un anno ormai … Quando sono in servizio, a volte tornano a casa all’una o alle due del mattino e vanno solo a letto essere svegliato da una telefonata alle tre o alle quattro. “

READ  Il premier Modi parla con Putin per oltre 45 minuti sulla situazione in Afghanistan; I talebani nominano il ministro delle finanze Kabul Gough

I professionisti medici con esperienza diretta della lotta di Osaka con l’epidemia stanno guardando negativamente i Giochi di Tokyo, che si svolgeranno dal 23 luglio all’8 agosto.

“Le Olimpiadi devono essere fermate, perché non siamo già riusciti a fermare il flusso di nuove varianti dall’Inghilterra, e forse seguirà l’afflusso di varianti indiane”, ha detto Akira Takasu, capo della medicina d’urgenza presso OMPUH.

Si riferiva a una variante scoperta per la prima volta in India che è stata classificata dall’Organizzazione mondiale della sanità come una preoccupazione dopo che studi preliminari hanno dimostrato che si diffonde più facilmente.

“Alle Olimpiadi, 70.000 o 80.000 atleti e persone verranno in questo paese da tutto il mondo. Questa potrebbe essere la causa di un altro disastro in estate”.

Questa storia è stata pubblicata dal feed dell’agenzia di stampa senza modifiche al testo. È cambiato solo il titolo.

partecipazione a Newsletter di menta piperita

* Inserisci un’e-mail disponibile

* Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Non perdere mai una storia! Rimani connesso e informato con Mint. Scarica subito la nostra app !!

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Edmonton Oilers Winnipeg – Lasciando il gioco 3 a Edmonton
Next Post Tutto quello che devi sapere: Technology News, Firstpost