La Cina sta fissando un caos infinito?

Siamo tornati al punto di partenza? Più di 2.000 turisti che visitano la regione cinese della Mongolia interna sono stati inviati in hotel per sottoporsi a una quarantena di due settimane dopo che sono stati scoperti nuovi casi di Covid-19 nella regione.

La mossa arriva sulla scia delle segnalazioni di un focolaio COVID-19 Nella vasta area scarsamente popolata che attira i visitatori. E le autorità del Paese hanno chiesto grande cautela nei porti di ingresso, in mezzo al numero crescente di feriti. Nel frattempo, i funzionari sanitari hanno detto a Reuters che l’ultimo focolaio di COVID-19 in Cina si sta sviluppando rapidamente.

I dati della National Health Commission (NHC) hanno mostrato che dal 17 al 29 ottobre sono stati segnalati circa 377 casi trasmessi localmente con sintomi confermati. La Cina ha affrontato una serie di epidemie quest’anno perché conteneva in gran parte una diffusione nazionale all’inizio del 2020.

Leggi anche: La città cinese al confine con il Myanmar promette di imporre restrizioni di viaggio a causa di Covid-19 nonostante le turbolenze economiche

Qual è la politica di tolleranza zero della Cina per il COVID?

Anche il resto del mondo ha segnalato cluster in passato e la maggior parte dei paesi ha capito come convivere con COVID, ma la Cina ha mantenuto la tolleranza zero. Sollecitando cautela intorno alle aree di confine e ai porti per prevenire l’infezione dei viaggiatori in arrivo, il Paese ha già iniziato a mettere in quarantena i viaggiatori e testare milioni di persone al fine di contenere l’infezione tra la popolazione locale. “Negli ultimi 14 giorni, 14 regioni regionali hanno segnalato nuovi casi trasmessi localmente o vettori asintomatici”, ha detto a Reuters il portavoce del NHC Mi Feng, e i voli nazionali prenotati da cittadini cinesi che vivono all’estero vengono spesso cancellati all’ultimo minuto.

READ  La Cina sta assistendo al peggior temporale degli ultimi 1.000 anni e le inondazioni stanno lasciando una scia di distruzione

Mentre il mondo si sta gradualmente aprendo tra massicce campagne di vaccinazione e pratiche di allontanamento sociale, la Cina è uno dei pochi che si attiene ancora a una strategia per sradicare la malattia.

Tuttavia, il successo della politica nell’impedire che il virus si diffonda nel vasto paese è in netto contrasto con le condizioni di molti paesi occidentali. Dallo scorso anno sono stati registrati ufficialmente meno di 100.000 casi, su una popolazione di circa 1,4 miliardi. Morirono almeno 4.634 persone. Confrontando il censimento con gli Stati Uniti, ha riportato quasi 46 milioni di casi e più di 740.000 morti. Il Regno Unito ha segnalato quasi 9 milioni di casi e oltre 140.000 morti.

Leggi anche: La storia di Wuhan che si rifiuta di morire: una nuova sonda mostra che gli scienziati che hanno rifiutato la teoria delle fughe di laboratorio hanno legami con i cinesi

La popolazione cinese è adeguatamente vaccinata?

A partire dal 29 ottobre, la Cina ha somministrato 1,07 miliardi di persone a dosi complete del vaccino COVID-19, ha affermato Mi Feng, portavoce della Commissione sanitaria nazionale. Ciò rappresenta circa il 75,8% della popolazione cinese di 1,41 miliardi. I dati ufficiali hanno mostrato che al 29 ottobre erano state somministrate in Cina un totale di 2,26 miliardi di dosi di vaccino.

Nel frattempo, sabato il presidente Xi Jinping ha chiesto il riconoscimento reciproco dei vaccini COVID-19 sulla base dell’elenco di utilizzo di emergenza dell’Organizzazione mondiale della sanità, secondo una trascrizione delle sue osservazioni pubblicata da Xinhua. Parlando al vertice dei leader del G20 a Roma, Xi ha affermato che la Cina ha fornito più di 1,6 miliardi di iniezioni di COVID al mondo e sta lavorando con 16 paesi per cooperare nella produzione di dosi. “La Cina è pronta a lavorare con tutte le parti per migliorare l’accessibilità e l’accessibilità dei vaccini COVID-19 nei paesi in via di sviluppo”, ha affermato Xi. Finora, due vaccini cinesi, uno di Sinovac Biotech e uno di Sinopharm, sono stati inclusi nell’elenco dell’OMS per l’uso di emergenza.

L’origine del Covid-19 resta un mistero?

Le agenzie di intelligence statunitensi hanno affermato che potrebbero non essere mai in grado di determinare l’origine di COVID-19, poiché hanno rilasciato una nuova versione più dettagliata della loro recensione. Tuttavia, rimane un mistero se il coronavirus sia emerso per la prima volta dalla trasmissione da animale a uomo o se sia trapelato da un laboratorio.

Reuters ha riferito che l’Ufficio del direttore dell’intelligence nazionale (ODNI) ha affermato in un rapporto declassificato che un’origine naturale e una perdita di laboratorio sono entrambe ipotesi accettate su come SARS-CoV-2 abbia infettato per la prima volta gli esseri umani. Ma ha detto che gli analisti non sono d’accordo su quale sia più probabile o se sia possibile fare una valutazione finale. Il rapporto ha anche respinto i suggerimenti secondo cui il coronavirus ha avuto origine come arma biologica, affermando che i sostenitori di questa teoria “non hanno accesso diretto all’Istituto di virologia di Wuhan” e sono stati accusati di diffondere disinformazione.

Potrebbe essere l’ultima possibilità di trovare Covid-19 Orginis

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) in ottobre ha formato un nuovo gruppo consultivo sui patogeni pericolosi, rilevando che potrebbe essere la nostra “ultima possibilità” per determinare l’origine della SARS-CoV-2 e sollecitando la Cina a fornire dati sui primi casi. La Cina ha ripetutamente respinto le teorie secondo cui il virus è trapelato da uno dei suoi laboratori e ha affermato che non sono necessarie ulteriori visite.Un team guidato dall’Organizzazione mondiale della sanità ha trascorso quattro settimane a Wuhan e nei dintorni all’inizio di quest’anno con scienziati cinesi rapporto a marzo./marzo, il virus potrebbe essere passato dai pipistrelli all’uomo attraverso un altro animale, ma sono necessarie ulteriori ricerche.

Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha affermato che l’indagine è stata ostacolata dalla scarsità di dati preliminari sui primi giorni dell’epidemia e ha richiesto audit di laboratorio.

Leggi tutti i file ultime notiziee Ultime notizie e Notizie sul coronavirus Qui. Seguici Sito di social network Facebooke Twitter e cavo.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Mentre Pechino stringe la presa sulle informazioni, la Cina sta sviluppando regole più severe per impedire che i dati lascino i suoi confini
Next Post Ubisoft svilupperà giochi blockchain basati sul concetto di gioco per guadagnare