La Cina chiude le frontiere fino a metà 2022 a causa di Covid-19, varie preoccupazioni | notizie dal mondo

Nel tentativo di mantenere le nuove varianti del coronavirus fuori dal paese, la Cina sta pianificando di estendere le sue restrizioni alle frontiere epidemiche per almeno un altro anno, secondo un rapporto sul Wall Street Journal di martedì. Un altro motivo per cui la Cina deve mantenere i suoi confini è il calendario di eventi sensibili, ha riferito Reuters, citando funzionari.

Il Wall Street Journal, citando un funzionario, ha riferito che la Cina aprirà i confini nella seconda metà del 2022, una tempistica provvisoria fissata durante una riunione di gabinetto il mese scorso.

Lo sviluppo della limitazione dei viaggi internazionali in Cina arriva in un momento in cui molti paesi hanno alzato la guardia contro la variante delta altamente trasmissibile, chiamata la preoccupante quarta variante.

La Cina martedì ha riportato 25 nuovi casi confermati di COVID-19 sulla terraferma il 21 giugno, rispetto ai 17 del giorno prima, hanno detto i funzionari sanitari.

La Commissione sanitaria nazionale ha affermato che mentre due casi di infezione locale sono stati segnalati nella provincia meridionale del Guangdong, gli altri sono stati casi importati.

Il numero dei nuovi contagi asintomatici è salito a 27 dalle 19 del giorno prima. La Cina non li classifica come casi confermati.

Secondo Johns Hopkins, la Cina aveva registrato un totale di 103.578 casi confermati di Covid-19 nel continente entro la fine del 21 giugno, con il bilancio delle vittime invariato a 4.846.

READ  La nuova alternativa al virus Covid IHU: cosa ha detto l'Organizzazione mondiale della sanità a riguardo | notizie dal mondo
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post J. Cole “annuncia le date del tour fuori stagione”
Next Post Scopri come le piante delle barene possono indicare la capacità di sequestro del carbonio