La celebrazione del titolo del Napoli è sospesa dopo il pareggio con la Salernitana

Roma – Napoli Dovrà aspettare almeno qualche giorno in più per il titolo di Serie A dopo l’1-1 di domenica in casa della Salernitana, che ha deluso schiere di tifosi del club meridionale che avevano già iniziato. celebrazione In previsione del torneo.

Il Partenopi avrebbe potuto prendere un record di sei turni se avesse battuto la Salernitana, ma Boulaye Dia ha pareggiato per gli ospiti a sei minuti dalla fine dopo che Matias Oliveira ha portato il Napoli in vantaggio.

“I ragazzi sono molto dispiaciuti di non essere stati in grado di regalare gioia al fantastico pubblico”, ha detto l’allenatore del Napoli Luciano Spalletti.

Ho lasciato il punteggio Capo sfrenato napoletano 18 punti di vantaggio sulla Lazio, seconda, che in precedenza aveva perso 3-1 contro l’Inter.

La Juventus, terza in classifica, potrebbe scavalcare la Lazio e passare al secondo posto se vincesse più tardi a Bologna.

Il Napoli sta cercando di vincere il campionato italiano per la prima volta da quando Diego Maradona ha portato la squadra a vincere solo due titoli nel campionato italiano nel 1987 e nel 1990.

Oliveira ha segnato poco dopo l’ora con un colpo di testa appena dentro il secondo palo su calcio d’angolo. Dia è stato poi aggirato dall’attaccante del Napoli Victor Osimhen e ha sparato un tiro angolato per pareggiare.

“Questi sono psicologicamente i punti più duri e ti tolgono qualcosa”, ha detto Spalletti. “La Salernitana è stata organizzata e ha frenato la linea, il che ha reso tutto più difficile, e poi siamo stati un po’ ingenui sul gol subito”.

READ  Paul Pogba completa il trasferimento della Juventus dal Manchester United

Giovedì il Napoli farà visita all’Udinese per la prossima partita, un giorno dopo che la Lazio ha ospitato il Sassuolo e la Juventus ha ospitato il Lecce.

Il Napoli può ora aggiudicarsi il titolo con una vittoria contro l’Udinese giovedì, e potrebbe anche suggellarlo il giorno prima se Lazio e Juventus non vincono.

I tifosi del Napoli dentro e fuori lo stadio di Diego Armando Maradona hanno festeggiato per ore prima della partita e hanno alzato la voce ancora più forte dopo la sconfitta della Lazio che ha offerto al Napoli una possibilità di trionfo.

La partita di sabato è stata rinviata su richiesta delle autorità locali per preservare l’ordine pubblico. Ma la Salernitana, che non perdeva da oltre due mesi, non ha lasciato che i festeggiamenti avvenissero.

Osimhen ha avuto due occasioni iniziali per il Napoli, una delle quali è stata bloccata dall’eccezionale portiere della Salernitana Guillermo Ochoa, che di recente è andato alla sua quinta Coppa del Mondo con il Messico.

Ochoa ha anche perso un’occasione del centrocampista del Napoli Andre Franck Zambo Anguisa nel primo tempo.

C’è stato anche un lungo tiro del mago del Napoli Khavisa Kvaratskhelia che ha navigato alto poco dopo l’intervallo.

La partita è stata finalmente ripresa con un’occasione persa, quando Oliveira ha battuto diversi difensori per incontrare un calcio d’angolo del subentrato Giacomo Raspadori e mandarlo fuori dalla portata di Ochoa.

Kvaratskhelia sfiora il raddoppio con un tiro sbagliato in porta all’80’, ma pochi minuti dopo, dopo l’espulsione di Oliveira per far posto a un altro difensore, Dia pareggia.

“Dovevamo prendere due decisioni. Sapevamo che difendere più in profondità – cosa che non mi piace fare – era la prima opzione. Dopo aver subito il gol, abbiamo fatto un aggiustamento e abbiamo cercato di far loro del male”, ha detto l’allenatore della Salernitana Paulo Souza.

READ  Volti noti, nomi sconosciuti mentre la Cina scende sul ghiaccio

I tifosi del Napoli hanno applaudito la loro squadra al fischio finale.

“Sentiamo l’emozione forte e chiara nelle nostre orecchie e nella nostra mente”, ha detto Spalletti. “Questo non fa che aumentare il divertimento.”

Lautaro Martinez ha segnato una doppietta e Romelu Lukaku ha fornito assist mentre l’Inter è arrivata da un gol per sconfiggere la Lazio e creare l’opportunità per il Napoli di finire.

Il difensore dell’Inter Francesco Acerbe ha perso la palla per preparare il primo gol della Lazio di Felipe Anderson, assistendo anche Ciro Immobile prima che il brasiliano ingannasse la difesa per guadagnare spazio e sparasse dal limite dell’area.

Dopo tante occasioni per l’Inter, i nerazzurri finalmente pareggiano al 78′ quando Lukaku manda un passaggio filtrante a Martinez, che segna da centro area scivolando a terra.

Lukaku ha poi incrociato che Robin Goossens ha deviato con un tiro acrobatico vicino alla porta più lontana, ferendosi nel processo.

Martinez ha segnato il suo secondo gol al 90′, dopo un errore difensivo.

Per l’Inter, che ha raggiunto le semifinali di Champions League e la finale di Coppa Italia, è stata solo la seconda vittoria in sette partite di Serie A.

“È stata una delle nostre migliori prestazioni”, ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi.

L’Inter sale al quarto posto, a pari punti, con il Milan, quinto, e la sesta Roma.

Anche il Sassuolo ha battuto l’Empoli 2-1 e Cremonese ed Hellas Verona hanno pareggiato 1-1.

Andrew Dumpf è dentro https://twitter.com/AndrewDampf

Altro da AP soccer: https://apnews.com/hub/Soccer E https://twitter.com/AP_Sports

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *