La capsula SpaceX lascia la Stazione Spaziale Internazionale con 4 astronauti a bordo e si dirige a casa

Una capsula SpaceX con quattro astronauti è partita sabato dalla Stazione Spaziale Internazionale, con l’obiettivo di fare un raro incantesimo notturno per terminare il secondo volo dell’equipaggio della compagnia.

Questo sarebbe il primo sbarco americano al buio da quando l’equipaggio dell’Apollo 8 tornò dalla luna nel 1968.

Mike Hopkins, Victor Glover, Shannon Walker della National Aeronautics and Space Administration (NASA) e il giapponese Soishi Noguchi, sono volati a casa nella stessa capsula Dragon che li ha consegnati alla stazione spaziale lo scorso novembre. Il volo di ritorno avrebbe dovuto durare solo 6 ore e mezza.

“Grazie per la vostra ospitalità”, ha detto Hopkins in modalità wireless mentre la capsula si divideva per 420 km sopra Male.

SpaceX ha previsto un lancio intorno alle 3 del mattino di domenica nel Golfo del Messico al largo della costa di Panama City, in Florida. Nonostante la prima ora, la Guardia Costiera ha dispiegato pattuglie extra – e riflettori – per tenere fuori i fan del nottambulo. La prima capsula dell’equipaggio di SpaceX è stata circondata da passeggeri divertenti la scorsa estate, rappresentando un pericolo per la sicurezza.

Hopkins, il comandante della navicella spaziale, è entrato in orbita con il suo equipaggio il 15 novembre dal Kennedy Space Center della NASA. I loro sostituti sono arrivati ​​una settimana fa a bordo della loro capsula Dragon, la stessa capsula che ha lanciato il primo equipaggio di SpaceX la scorsa primavera.

I quattro avrebbero dovuto essere tornati a quest’ora, ma i forti venti marini li hanno tenuti nella stazione spaziale ancora per qualche giorno. SpaceX e la NASA hanno stabilito che il tempo migliore sarà prima dell’alba.

READ  Coronavirus | L'India registra 2.762 nuovi decessi

I ritardi hanno permesso a Glover di festeggiare venerdì il suo 45 ° compleanno nello spazio.

“Gratitudine, meraviglia e connessione. Sono pieno di queste emozioni e mi motivano il giorno del mio compleanno, quando la mia prima missione nello spazio finisce”, ha twittato Glover.

La dissociazione di sabato sera ha lasciato sulla stazione spaziale sette astronauti: tre americani, due russi, un giapponese e un francese.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Mario Draghi in procinto di diventare Macron 2.0: “L’ultima cosa di cui l’Italia ha bisogno!” | Il mondo | notizia
Next Post Eileen M. Barran 1939-2021 | Notizie, sport, lavoro