La campionessa in carica Naomi Osaka sotto i riflettori all’inizio degli US Open, Notizie sportive

Naomi Osaka lunedì ha lanciato la sua offerta per il terzo titolo degli US Open in quattro anni, con l’obiettivo di lasciarsi alle spalle il tumulto mentre insegue il suo secondo titolo del Grande Slam nel 2021.

Osaka, che è diventata famosa quando ha battuto Serena Williams nella finale degli US Open 2018, sembrava pronta per la stagione 2021 dopo aver sconfitto l’americano Gene Brady nella finale degli Australian Open a febbraio per vincere il suo quarto titolo.

Ma da allora ha giocato poco, si è ritirata dagli Open di Francia dopo essere stata multata per non aver soddisfatto i requisiti mediatici obbligatori.

Osaka, che ha affermato di ritenere che le conferenze stampa post-partita fossero dannose per la sua salute mentale, ha rinunciato anche a Wimbledon e, dopo il momento magico dell’accensione del calderone alle Olimpiadi di Tokyo, è stata eliminata al terzo turno.

Leggi anche | Joanna Konta non è sicura di dover prendere il vaccino contro il COVID-19

Anche se ha perso anche al terzo turno a Cincinnati ad agosto, Osaka si è detta “molto felice” del suo match che si è diretto nell’atmosfera intensa del Billie Jean King National Tennis Center a Flushing Meadows.

Mentre attendeva con ansia la partita di apertura di lunedì contro la ceca Marie Bozkova, Osaka ha dichiarato in un post sui social media che voleva iniziare ad assaporare i suoi successi e lasciar andare i pensieri negativi.

“Ultimamente mi sono chiesto perché mi sento in quel modo e ho capito che uno dei motivi è che internamente penso di non essere abbastanza brava”, ha scritto. “Non mi dico mai di aver fatto un buon lavoro, ma so che mi dico costantemente che sono cattivo o che posso fare di meglio.

READ  James Piot è in testa dopo 18 buche nella US Amateur Final

“Vedendo tutto ciò che accade nel mondo, mi sento come se mi svegliassi la mattina, fosse una vittoria”, ha scritto Osaka. “La tua vita è tua e non dovresti valutare te stesso secondo gli standard degli altri. So che do il mio cuore a tutto ciò che posso, e se questo non è abbastanza buono per alcuni, allora le mie scuse ma non posso caricarmi con quelle aspettative più.”

Leggi anche | Covid-19: Andy Murray esorta gli altri giocatori a farsi vaccinare

Osaka ha già riconosciuto che ci vorrà qualche aggiustamento dopo il divieto di spettatori dello scorso anno per adattarsi ai fan che tornano all’Arthur Ashe Stadium da 23.771 posti.

Le folle all’Open di solito torneranno a pieno regime, anche se gli organizzatori hanno annunciato la scorsa settimana che tutti i partecipanti saranno tenuti a fornire la prova di aver ricevuto almeno un vaccino contro il Covid-19.

Con il numero uno al mondo Novak Djokovic in attesa sulle fasce, la seconda testa di serie Daniil Medvedev concluderà la sua partita ad Ashe lunedì contro il veterano francese Richard Gasquet.

Il gioco inizia con l’ex campionessa femminile Sloane Stephens che affronta l’All-America Showdown di Madison Keys.

×

Murray a Tsitsipas

Quindi l’ex campione Andy Murray affronta una sfida enorme mentre continua a tornare dal suo ultimo infortunio mentre affronta il terzo seme della Grecia Stefanos Tsitsipas.

“Non è il più facile là fuori”, ha detto Murray, la cui vittoria agli US Open del 2012 è stata la prima di tre vittorie del Grande Slam.

READ  Classifica potenza Serie A: la Juventus è caduta dopo Ronaldo dopo la sconfitta contro l'Empoli. L'Inter resta in testa

“Quando non sei testa di serie, questo tipo di cose possono accadere”, ha detto Murray, aggiungendo che crede che il pubblico di New York possa aiutarlo.

“Amano le persone che combattono, fanno tutto il possibile e mostrano il loro cuore, la loro passione e la loro energia in campo”, ha detto.

Altrove lunedì, l’ex numero uno del mondo Victoria Azarenka – caduta ad Osaka nella finale dello scorso anno – incontrerà la ceca Teresa Martinkova al Grand Stand.

In tribuna c’è anche Simona Halep, che è stata costretta a lasciare la sua difesa del titolo a Wimbledon per un infortunio al polpaccio, affrontando l’italiana Camila Giorgi.

La Bielorussia, seconda testa di serie, Arina Sabalenka, affronta la serba Nina Stojanovic per aprire la sessione serale al Louis Armstrong Stadium, dove la stella emergente americana Coco Gauff è l’ancora della sessione diurna e il volubile australiano Nick Kyrgios abbassa il sipario sullo spagnolo Roberto Bautista Agut.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli ologrammi e gli avatar possono sostituire le chiamate Zoom?
Next Post Il successore di Hubble, il telescopio spaziale James Webb, è finalmente pronto per la spedizione