La calotta glaciale della Groenlandia perde abbastanza acqua in 20 anni per sommergere gli Stati Uniti: studio

La calotta glaciale della Groenlandia ha perso circa 4.700 miliardi di tonnellate di ghiaccio dal 2002. (File)

Copenaghen:

L’enorme calotta glaciale della Groenlandia ha perso abbastanza ghiaccio negli ultimi 20 anni da sommergere tutti gli Stati Uniti in mezzo metro d’acqua, secondo i dati diffusi questa settimana dai ricercatori danesi.

Il clima si sta riscaldando più velocemente nell’Artico che in qualsiasi altra parte del pianeta e lo scioglimento del ghiaccio dalla Groenlandia è ora il fattore principale nell’aumento degli oceani della Terra, secondo la NASA.

Dall’inizio delle misurazioni nel 2002, la calotta glaciale della Groenlandia ha perso circa 4.700 miliardi di tonnellate di ghiaccio, ha affermato Polar Portal, un progetto congiunto che coinvolge diversi istituti di ricerca danesi sull’Artico.

Ciò rappresenta 4.700 chilometri cubi di acqua disciolta — “abbastanza per coprire tutti gli Stati Uniti di mezzo metro” — e ha contribuito per 1,2 centimetri all’innalzamento del livello del mare, ha aggiunto il sito Web di monitoraggio dell’Artico.

I risultati di Polar Portal si basano sulle immagini satellitari del programma USA-tedesco GRACE (Gravity Recovery and Climate Experiment), che ha mostrato che lo scioglimento del ghiaccio è più grave vicino alle coste del territorio artico, ai margini della calotta glaciale.

In queste zone periferiche, “osservazioni indipendenti indicano anche che il ghiaccio si sta assottigliando, che i fronti dei ghiacciai si stanno ritirando nei fiordi e sulla terraferma e che c’è un maggiore grado di scioglimento dalla superficie del ghiaccio”, afferma il sito web.

La costa occidentale della Groenlandia è particolarmente colpita, secondo i dati.

Il cambiamento climatico è particolarmente allarmante nell’Artico, che secondo gli scienziati si sta riscaldando a una velocità da tre a quattro volte la media globale.

READ  Consigli per la cura dei capelli: 8 nutrienti sani da aggiungere alla tua dieta per capelli sani - consigliano gli esperti

Secondo uno studio pubblicato dalla NASA a fine gennaio, lo scioglimento accelerato vicino alle coste della Groenlandia può essere spiegato dal riscaldamento dell’Oceano Artico.

Il fenomeno “sta sciogliendo i ghiacciai della Groenlandia almeno quanto l’aria calda li sta sciogliendo dall’alto”.

Lo scioglimento del ghiaccio dalla Groenlandia è attualmente il fattore principale nell’aumento degli oceani della Terra e i ghiacciai del territorio si stanno ora ritirando da sei a sette volte più velocemente di quanto non fossero 25 anni fa, ha aggiunto l’agenzia statunitense.

Secondo gli scienziati del clima, la calotta glaciale della Groenlandia contiene acqua a sufficienza per sollevare gli oceani di oltre sette metri e la calotta glaciale in Antartide ne contiene abbastanza per un aumento di quasi 50 metri.

Anche la copertura del ghiaccio marino artico, sebbene il suo scioglimento non abbia alcun effetto sul livello del mare, si è ridotta significativamente nella media, perdendo quasi il 13% della sua superficie ogni 10 anni.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Brigone legato ai giochi ha avuto un jab COVID nonostante la posizione anti-vaccino
Next Post Sinossi della prima di The Real Dirty Dancing: Tyler Cameron e Lonnie Love