John Madden: il famoso allenatore e conduttore della NFL è morto all’età di 85 anni

Madden, 85 anni, è morto improvvisamente questa mattina, secondo la Lega.
“A nome dell’intera famiglia della NFL, estendiamo le nostre condoglianze a Virginia, Mike, Joe e alle loro famiglie”, ha dichiarato il commissario della NFL Roger Goodell. “Lo conosciamo tutti come allenatore e conduttore della Hall of Fame di Auckland Riders che ha lavorato su tutte le principali reti, ma soprattutto è un marito, padre e nonno devoto.

“Nessuno amava il calcio più dell’allenatore. Era il calcio. È stato un’incredibile tavola armonica per me e per molti altri. Non sarebbe mai stato un altro John Madden e gli saremmo per sempre debitori per tutto ciò che ha fatto per creare il calcio. Cosa la NFL è oggi”.

In 10 stagioni di allenamento per i Raiders, la squadra non ha subito sconfitte e ha portato l’Auckland ai playoff otto volte. Nel gennaio 1977, sotto la guida di Madonna, il Minnesota sconfisse i Vikings 32-14 vincendo il Super Bowl XI.

È stato inserito nella Pro Football Hall of Fame nel 2006 come allenatore.

Madden Fox ha commentato le partite della NFL per oltre 20 stagioni su CBS, ABC e NBC. Ha vinto 16 Emmy come miglior personaggio sportivo / analista di eventi sportivi.

Il Madden NFL, nato come John Madden Football nel 1988, prende il nome da una delle serie di videogiochi sportivi più vendute.

In una dichiarazione, I Raiders hanno detto, “Alcune persone, come l’allenatore Madonna, hanno prestato molta attenzione allo sviluppo e alla popolarità del calcio professionistico, il cui impatto è stato incommensurabile sul gioco sia dentro che fuori dal campo”.

Madden era molto ammirato per il suo stravagante stile televisivo e per la sua analisi di “Boom!” O “Wham!” O “Dimmi!”

READ  Malagai Black spiega come la sua era "Alistair" fosse un capitolo frenetico

Ha presentato premi per la trasmissione in segno di gratitudine agli atleti più preziosi come la squadra All-Madden e le cosce di tacchino.

Un piatto chiamato Durducan – pollo con tacchino marcio, anatra e un po’ di ripieno – potrebbe essere stato il suo più grande regalo di cibo mentre usava il suo sermone televisivo per esprimere il suo desiderio.

Quando penso a uno sportivo che merita la parola “più grande della vita”, penso sempre a John. Lo faccio sempre “, ha detto Jerry Jones, proprietario dei Dallas Cowboys.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il ministro degli Esteri italiano afferma che lo stato di diritto deve tornare in Tunisia
Next Post Il rischio di Omicron rimane “molto alto”, afferma l’OMS con l’aumento dei casi di COVID-19