Italia e Cina si preparano a collaborare

In occasione del China Day di qualche giorno fa, sono emerse alcune “tattiche” per avvicinare il settore ortofrutticolo italiano e cinese.

Guang Defu, Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese presso le Nazioni Unite, ha dichiarato: “In Cina crediamo nel ruolo centrale dei prodotti freschi, tanto da essere i principali consumatori e produttori mondiali. Nel 2020 ne abbiamo prodotti 750 milioni di tonnellate di verdura e 290 milioni di tonnellate di frutta e importate Nello stesso anno, la Cina 6,73 milioni di tonnellate di frutta e 466 milioni di tonnellate di verdura, il valore delle importazioni e delle esportazioni ha superato i 35 miliardi di dollari, mentre il commercio cino-europeo ha raggiunto quasi il 2 milioni di dollari. Il forum rappresenta una grande opportunità di cooperazione reciproca tra Europa e Cina”.

Giampaolo Bruno, direttore dell’Ice-Agenzia di Pechino, ha approfondito i numeri. “McFruit è una delle fiere di prodotti freschi più influenti e innovative in Europa e nella regione del Mediterraneo e costituisce un importante ponte tra i mercati europei e cinesi. Nel 2020, la Cina è stata il quinto esportatore mondiale di frutta con un valore di $ 16,7 miliardi, quasi Di cui il 5% per i paesi dell’UE. L’europeo. A livello globale, è stato il terzo importatore con 14 miliardi di dollari, meno dell’1% dell’Unione europea. Nei primi sette mesi del 2021, le esportazioni cinesi sono cresciute del 4%, mentre le importazioni del 33,8%.”

“Nel 2010 ha esportato 10,1 miliardi di dollari, registrando un +75% in 10 anni. Nel 2010 ha importato 3,6 miliardi di dollari, un aumento di 3,9 volte. Le importazioni di prodotti freschi della Cina stanno aumentando rapidamente a causa della crescita economica del Paese, che ha portato a maggiori redditi e consolidamento di classe. Centrale. Come rappresentante di Ice, mi auguro che il mercato cinese apra più nuovi prodotti freschi, vista l’alta qualità della produzione italiana. “

READ  Rapporto sul mercato globale della tecnologia di separazione a membrana 2021: focus su membrana ad osmosi inversa, sistemi ad osmosi inversa, membrane di ultrafiltrazione, sistemi di ultrafiltrazione, sistemi di microfiltrazione - ResearchAndMarkets.com

Ma Hongtao, direttore generale dell’ATPC (Agricultural Trade Promotion Center), l’ente di promozione del ministero dell’Agricoltura, ha discusso del rapporto tra i due Paesi.

“Nonostante la pandemia, il commercio di prodotti freschi tra Italia e Cina è cresciuto dell’1,2%, arrivando a quasi 1,3 miliardi di dollari. Il commercio bilaterale di frutta ha raggiunto i 200 milioni di dollari e quello di ortaggi sfiora i 50 milioni. Per noi Macfrut è una piattaforma di sviluppo globale e dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, le aziende cinesi presenti sono salite a 111 e il padiglione comprendeva 40 prodotti suddivisi in sei categorie: pere, agrumi, mele, pomodori, funghi commestibili, peperoni e aglio.

Hongtao ha anche menzionato tre proposte: “Possiamo lavorare insieme per sviluppare la ferrovia espressa Cina-Europa per migliorare la logistica della catena del freddo e gli scambi reciproci. Possiamo anche sbloccare il potenziale dell’economia digitale per la cooperazione reciproca. Infine, possiamo lavorare insieme sul servizio commercio per il mondo agricolo”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il comico Norm MacDonald è morto su SNL all’età di 61 anni
Next Post Perez ha centrato il 43° homer, passando l’atletica Royals, 10-7