Invitando il primo ministro pakistano a partecipare al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai

Il ministro degli Esteri pakistano Bilawal Bhutto e il ministro degli Esteri cinese Chen Gang. Foto: Associated Press e Reuters

L’India ha invitato il ministro degli Esteri pakistano Bilawal Bhutto, tra gli altri membri, a partecipare Riunione dei ministri dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai I funzionari hanno confermato che è provvisoriamente programmato per tenersi a Goa all’inizio di maggio di quest’anno. Gli inviti a partecipare al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, che dovrebbe tenersi nel giugno di quest’anno, saranno presto indirizzati al primo ministro pakistano Shahbaz Sharif.

Le date ei luoghi di entrambi gli incontri sono stati discussi durante il terzo incontro dei coordinatori SCO a Varanasi il 17 gennaio, ei precedenti incontri tenutisi a Delhi, guidati dalla Coordinatrice Nazionale indiana della SCO, Yojna Patel. Il coordinatore nazionale pakistano della SCO ha partecipato virtualmente alla riunione di Varanasi, sebbene i coordinatori si fossero recati in India l’anno scorso per riunioni precedenti, inclusa la riunione della struttura regionale antiterrorismo della SCO.

Mentre gli inviti a Vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai Considerati una questione di routine mentre quest’anno l’India presiede il gruppo dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, gli eventi sono significativi in ​​quanto porteranno la leadership pakistana in India un decennio dopo. Nello stesso anno porteranno anche la leadership cinese e russa in India, dove sono stati anche invitati agli eventi del G20.

Cinesi e russi sono i benvenuti

L’India ha già invitato tutti ministri degli Esteri del G20 alla riunione dell’1-2 marzo, dopodiché sono stati invitati a partecipare alla conferenza annuale MEA Raisina Dialogo Conferenza. Il nuovo ministro degli Esteri cinese Chen Gang dovrebbe visitare Delhi per il vertice del G-20, e poi la riunione dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, così come il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, che è stato qui l’ultima volta nel marzo 2021.

READ  Dall'Australia alla Cina dopo aver annullato l'accordo Belt and Road

India e Cina hanno tenuto pochissimi incontri bilaterali da quando è iniziata la situazione di stallo nell’aprile 2020 sulla linea di controllo effettivo (LAC), anche se il primo ministro Narendra Modi ha stretto la mano e ha parlato con il presidente cinese Xi Jinping a un evento del G20 in un gesto inaspettato. A Bali lo scorso novembre. Tutti gli occhi saranno puntati anche sul presidente russo Vladimir Putin che accetterà un previsto vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai a giugno, o un vertice del G-20 previsto per settembre, nel bel mezzo della guerra in Ucraina.

Segnali misti

Funzionari hanno affermato che l’invito alla riunione dei ministri della SCO è stato esteso al ministero degli Esteri pakistano dall’Alto Commissariato indiano a Islamabad, ma non è ancora chiaro se il Pakistan accetterà l’invito, e a quale livello, osservando che Bhutto o alla riunione partecipa il Ministro di Stato e Ministro degli Affari Esteri Hina Rabbani Khar.

Il mese scorso, l’India ha protestato contro i commenti denigratori di Bhutto su Modi, quando ha definito il primo ministro il “macellaio del Gujarat”, dopo che lui e il ministro degli Esteri S. . Ma questo mese, il primo ministro pakistano Shehbaz Sharif ha rilasciato un’intervista offrendo colloqui “seri” con l’India su “questioni scottanti come il Kashmir”, riconoscendo che il Pakistan ha “imparato lezioni” dalle tre guerre con l’India e ora cerca la pace. Nella sua risposta, il ministero degli Affari esteri ha affermato che l’India desiderava stabilire “relazioni di buon vicinato” con il Pakistan, fornendo un’atmosfera libera dal terrorismo e dalla violenza.

Nel luglio 2011, la signora Khar è stata l’ultimo ministro degli Esteri del Pakistan a visitare l’India per un incontro bilaterale, mentre Nawaz Sharif è stato l’ultimo primo ministro pakistano a recarsi in India per il giuramento di Modi nel maggio 2014. Dalla parte indiana , l’ex ministro degli affari esteri Sushma Swaraj e il signor Modi Pakistan l’ultima volta nel dicembre 2015. Dal 2016 non ci sono stati colloqui bilaterali su questioni in sospeso tra le due parti, sebbene i ministri del governo abbiano visitato la città pakistana di Kartarpur per costruire Passaggio da Kartarpur Gurudwara a Baba Dera Nanak in India.

READ  Tra gli avvertimenti che la democrazia è in pericolo, Biden apre il vertice tra scherno e scherno di Cina e Russia
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’Italia contribuisce con 1,5 milioni di euro all’istruzione di emergenza dei bambini profughi palestinesi nel campo di Yarmouk [EN/AR] – La Repubblica araba siriana
Previous Post L’Italia contribuisce con 1,5 milioni di euro all’istruzione di emergenza dei bambini profughi palestinesi nel campo di Yarmouk [EN/AR] – La Repubblica araba siriana
Next Post Il Leeds si unisce alla corsa per il difensore della Serie A