Invasione di Tokyo, Parigi incombente | Notizie sulle Olimpiadi, Indian Express

La domanda successiva dopo Michael Phelps e Usain Bolt potrebbe non aver avuto risposta ai Giochi di Tokyo, ma c’erano segni di chi potesse essere il prossimo grande atleta alle Olimpiadi. I poteri tradizionali del nuoto e della ginnastica potrebbero vedere la prossima fila di grandi americani venire alla ribalta mentre il programma italiano di atletica leggera ha segnalato una forte invasione francese entro tre anni.

Forza atletica

La ripresa nazionale dello sport italiano, iniziata con l’occupazione del campionato europeo, ha fatto irruzione in un territorio improbabile: le medaglie d’oro nell’atletica ai Giochi di Tokyo. Nessun italiano ha raggiunto la finale dei 100 metri, poi il figlio di padre americano e madre italiana ha corso per 9,80 secondi per vincere la medaglia d’oro.

Lamont è stato abbracciato da Marcel Jacobs al traguardo da Gianmarco Tampere, un altro italiano, che ha condiviso la medaglia d’oro nel salto in alto maschile con Moataz Barshim del Qatar. Jacobs ha poi portato a termine una storica doppietta, vincendo la staffetta 4x100m con Lorenzo Batta, Iseosa Desalo e Filippo Torto. Gli italiani hanno tagliato il traguardo in Gran Bretagna e raccolto cinque medaglie di atletica leggera, segno di una possibile corsa all’oro dopo tre anni a Parigi.

Dressel a cinque stelle

La risposta a Thorpe veniva da Baltimora e la risposta a Phelps ora veniva dalla Florida. Caeleb Dressel ha partecipato a sei gare di nuoto ai Giochi di Tokyo ed è tornato a casa con cinque medaglie d’oro nel suo gatto.

Dressel ha eguagliato il record olimpico per i 100 metri farfalla con 50,39 secondi nelle manche e poi ha battuto quel record con un tempo di 49,45 in finale. Dressel ha poi battuto il record olimpico nei 50 metri stile libero con un punteggio di 21,07. L’unico inconveniente in questi giochi per lui è stato l’incapacità degli Stati Uniti di conquistare la medaglia nella staffetta mista 4x100m, con Dressel, Ryan Murphy, Lydia Jacoby e Tori Husky che sono finiti quinti.

READ  Ricetta della settimana: Branzino con Pomodorini e Olive | Notizie, sport e lavoro - SANIBEL-CAPTIVA

Chopra ha hackerato

Nel mondo del lancio del giavellotto c’è Johannes Witter e poi il resto. È così che il mondo è al sicuro. La tecnica di Vetter, che fa oscillare un solido blocco di gamba e la potenza principale, non ha tenuto conto della superficie “scivolante” delle Olimpiadi di Tokyo, una tecnica che richiedeva lanci più piatti a velocità più elevate. La tecnologia morbida e flessibile di Neeraj Chopra lo distingue.

Ma ciò che distingue l’India di 23 anni dal resto del campo è la coerenza. Chopra ha la capacità di lanciare costantemente un giavellotto tra 86-88 metri in quasi tutti i giorni. Questa coerenza potrebbe non garantire i tiri mostruosi di 95 metri che Vetter ottiene, ma significa che Chopra sarà sempre nel mix.

Lee riempie le bollette vuote

La squadra di ginnastica statunitense è sempre stata Simone Biles. Sunisa Lee ha dichiarato pubblicamente che puntava all’argento perché la vincitrice della medaglia d’oro nel singolare femminile era chiusa. La leggenda americana ha saltato gli eventi (ha vinto il bronzo alla trave e l’argento a squadre) per prendersi cura della sua salute mentale e intervenire. Nata da immigrati che si sono trasferiti negli Stati Uniti dal Laos, mi ha mostrato l’amore per la ginnastica quando suo padre le ha costruito una trave di equilibrio con un materasso e un sottile pezzo di compensato.

La vittoria indica il profondo “potere di panchina” che gli americani possiedono nella ginnastica, e una ripetizione tra tre anni alle Olimpiadi di Parigi non dipenderà dalla presenza o meno di Biles.

Spettacoli di classe Titmus

La statunitense Katie Ledecky, la campionessa in carica dei 400 metri stile libero, è stata messa in ombra dalla straordinaria talento australiana Ariana Titmus. Ledecky ha condotto i 300m dello sprint e gli ultimi 100m si sono trasformati in una feroce battaglia che ha portato Titmus, battendo il tempo dell’americano di quasi un secondo. Ledecky, che lei stessa ha iniziato a Londra quasi 10 anni fa come un prodigio che esplodeva nel mondo, ora è la star che stava cercando di respingere la prossima grande cosa.

READ  La mancanza di trasferimento della stella francese Mbappe mostra dove risiede il potere del calcio

Titmus è noto come Terminator. La famiglia della ventenne si è trasferita dalla Tasmania nel Queensland sei anni fa dopo che le autorità australiane del nuoto l’hanno nominata futura olimpionica.

Duplantis è appena iniziato

Armand Duplantis aveva tre anni quando tentò per la prima volta il salto con l’asta. All’età di sette anni, aveva stabilito il miglior punteggio per il suo gruppo. Non è stata una sorpresa che Duplantis, l’attuale detentore del record mondiale maschile, abbia vinto la medaglia d’oro a Tokyo. Duplantis ha solo 21 anni. Ha cercato di battere il suo record mondiale in questi giochi, ma non è riuscito a raggiungere l’impresa di attraversare 6,18 metri e ha dovuto accontentarsi di 6,02 che gli è valso il suo primo oro olimpico.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post 2022 Volkswagen Arteon ottiene grande trazione e aggiunge DSG
Next Post Questo terrificante “drago” era il più grande rettile volante in Australia