Internet si spegne durante la sessione del G7 mentre i leader discutono della Cina: rapporto | notizie dal mondo

I leader del Gruppo dei Sette (G7) hanno discusso su come dovrebbero rispondere con forza alla crescente influenza della Cina nel mondo e alle presunte pratiche di lavoro forzato nello Xinjiang. Secondo un rapporto della CNN, i leader del G7 hanno espresso seri disaccordi sull’approccio e, secondo quanto riferito, i disaccordi sono diventati così sensibili a un certo punto che tutta la rete Internet nella stanza è stata chiusa.

“C’è stata una discussione interessante e un po’ di divergenza di opinioni non sull’esistenza di questa minaccia, ma su quanto sia forte, da una prospettiva aziendale, penso che diversi membri del G7 siano disposti a prendere le cose”, ha detto il funzionario alla CNN. .

Mentre i leader del G7 svelano un piano infrastrutturale per il mondo in via di sviluppo per contrastare il programma Belt and Road della Cina, i rapporti suggeriscono che non c’è consenso immediato su quanto energicamente dovrebbero chiamare Pechino per presunte violazioni dei diritti umani. Diversi documenti trapelati hanno rivelato la brutale e sistematica repressione della Cina sui musulmani uiguri, una minoranza etnica nello Xinjiang, descrivendola come una “lotta contro il terrorismo, l’infiltrazione e il separatismo”.

Leggi anche | I leader del G7 firmano la Dichiarazione di Carbis Bay per prevenire la pandemia in 100 giorni

Secondo quanto riferito, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha adottato una linea più dura, ma alcuni altri leader sono preoccupati per il rischio di essere visti come un blocco anti-cinese. Durante la prima sessione del vertice del G7 di sabato, Canada, Gran Bretagna e Francia hanno ampiamente sostenuto la posizione di Biden, mentre Germania, Italia e Unione Europea hanno mostrato più esitazione, secondo quanto riportato dall’Associated Press.

READ  Il Sudafrica affronta le peggiori turbolenze degli ultimi decenni: aggiornamenti in tempo reale | Notizie dal Sudafrica

I leader del G7 hanno anche discusso della creazione di una task force sulle questioni relative alla Cina. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha accolto con favore l’idea, ma non ha voluto inquadrare la mossa come uno sforzo anti-cinese. “Non si tratta di difendere qualcosa, ma per qualcosa”, ha detto Merkel ai giornalisti.

Il vertice dei leader del G7 è iniziato ufficialmente venerdì sera a Carbis Bay, località balneare e villaggio della Cornovaglia, nel Regno Unito. Il Regno Unito presiede il vertice dei leader del G7 del 2021 e ha invitato l’India, insieme ad Australia, Corea del Sud e Sudafrica, come nazioni ospiti. Domenica sarà pubblicato un comunicato sull’evento di tre giorni.

(con input di agenzia)

Storie correlate


Presidente Joe Biden (AP)

Reuters | , Inghilterra

Inserito il 12 giugno 2021 alle 00:58 IST

La questione sarà discussa quando i leader del G7 discuteranno su come aiutare a guidare la ripresa del mondo dalla pandemia di coronavirus in un vertice di tre giorni in Cornovaglia, in Inghilterra, iniziato venerdì.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Aggiornamenti sul combattimento dal vivo di YouTube vs Dictoc, risultati, momenti salienti del tour di boxe della battaglia delle piattaforme
Next Post Shadow Warrior 3 ottiene un nuovo trailer di gioco ricco di azione