Instagram sta rinunciando a ciò che lo ha reso popolare

Instagram insegue TikTok e YouTube nel video, con il capo della piattaforma Adam Mosseri che afferma che “non è più un’app per la condivisione di foto” nonostante il modo in cui è iniziata. A passare in secondo piano saranno le foto e i feed tradizionali che hanno contribuito a rendere Instagram così popolare, culminando con l’acquisizione di Facebook, con cose come video a schermo intero e altri consigli in arrivo.

È una reazione a ciò che Mosseri afferma essere il feedback degli utenti su ciò che vogliono esattamente dall’app. Suggerisce che “il motivo numero uno per cui le persone dicono di usare Instagram per la ricerca è per l’intrattenimento”. “Quindi la gente si rivolge a noi per questo.”

Il risultato è che Instagram “non è più un’app di condivisione di foto o un’app di condivisione di foto quadrate”, insiste il capo di Instagram. Invece, vede la concorrenza dell’app come TikTok e YouTube, insieme ad altri siti e servizi di condivisione video. Fondamentalmente, questo significa che se speri che Instagram non segua i concorrenti nella loro caccia ai contenuti virali e invece ti faccia vedere cosa stanno facendo i tuoi amici e la tua famiglia, probabilmente rimarrai deluso.

“Quello che vedrai nei prossimi due mesi è che inizieremo a sperimentare di più nello spazio che chiamiamo raccomandazioni, per mostrarti cose in Feed che potresti non seguire ancora”, spiega Mosseri. “Abbiamo appena iniziato a testare una prima versione di questa la scorsa settimana; questa settimana è in uscita una nuova versione, con argomenti in cui puoi selezionare quelli di cui vuoi vedere più o meno.”

In breve, pensa al di là di ciò che pubblicano le persone che conosci, invece di ciò che pubblicano algoritmo Pensa che dovresti stare a guardare. Secondo Mosseri, “Sperimenteremo anche come abbracciare il video in modo più ampio: video a schermo intero, immersivo, divertente, mobile-first”.

Resta da vedere fino a che punto questo possa scendere con gli utenti. Instagram ha già Reels, una propria sezione di brevi video e ovviamente i video sono supportati nella normale timeline del feed e nelle storie di Instagram. Si può facilmente affermare, infatti, che Instagram ha attualmente più spazi per i video rispetto a quelli dei fermi immagine su cui ha costruito il proprio brand.

Poi di nuovo, si può dire che le foto non danno molte opportunità di monetizzazione. Gli annunci di Instagram Reels sono stati aggiunti a giugno, inserendo contenuti promozionali tra brevi video. L’app sta anche cercando di rendersi più stabile e aumentare la quantità di tempo che gli utenti trascorrono su di essa, lanciando Instagram Live Rooms copia Clubhouse.

Certo, il successo di TikTok è innegabile. Tuttavia, se gli utenti di Instagram Vuole La loro app di condivisione di foto e video per trasformarsi in un’alternativa a TikTok è la grande domanda, e mentre Mosseri afferma che la ricerca suggerisce che la risposta è sì, questa non sarebbe certamente la prima volta che un prodotto di Facebook ha tentato di evolversi in una direzione che è più redditizio per Facebook rispetto alle richieste delle persone che lo utilizzano, che già lo utilizzano.

READ  Tiana Taylor reagisce al titolo "La donna più sexy del mondo" di Maxim
Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post ‘Completa assurdità’: gli spiedini del primo ministro dominicano Mihul Choxe sostengono una cospirazione | Ultime notizie dall’India
Next Post L’Autorità sanitaria dell’Oregon annuncia quattro nuovi decessi e 198 nuove infezioni | notizie locali