Infine, la prova che i vaccini Covid sono sicuri durante la gravidanza

Il messaggio dei capi sanitari è chiaro: i vaccini Covid-19 sono sicuri per le donne incinte. Mentre un punto interrogativo pendeva su questi dettagli vitali in precedenza nelle sperimentazioni sui vaccini, oggi ci sono dati chiari che non mostrano alcun rischio per le madri o per i loro bambini non ancora nati.

È un grande passo avanti nella battaglia contro il virus.

Ci sono anche prove che vaccinare le donne ora può avere benefici indiretti anche per tutti i bambini che hanno in futuro. Poiché l’immunità fornita dal vaccino Covid viene trasmessa al feto, la vaccinazione diffusa porterà alla fine a una generazione di bambini con resistenza interna.

Mentre il rischio che Covid rappresenta per le donne incinte e per i bambini è generalmente basso, gli studi hanno dimostrato che le donne che lo contraggono durante la gravidanza hanno una probabilità da due a tre volte maggiore di avere un travaglio prematuro, il che potrebbe mettere a rischio il neonato. Tuttavia, un colpo con il gomito riduce significativamente questo rischio.

Nonostante ciò, gli esperti dicono che una paziente incinta su cinque esita a ottenere un vaccino Covid. Altri studi suggeriscono che è probabile che sia più alto: i risultati di un sondaggio su oltre 1.000 donne incinte, segnalato la scorsa settimana, hanno mostrato che almeno una su tre non era sicura di riceverne una.

Mentre un punto interrogativo era sospeso sul fatto che i vaccini Covid-19 fossero sicuri per le donne incinte nelle prime sperimentazioni sui vaccini, oggi ci sono dati chiari che dimostrano che non vi è alcun rischio per le madri o per i loro bambini non ancora nati.

“La maggior parte delle donne incinte si rende conto che è importante, ma alcune dicono di non essere sicure di voler mangiare qualcosa durante la gravidanza”, afferma il dottor Pat O’Brien, vicepresidente del Royal College of Obstetricians and Gynecologists.

Tuttavia, gli scienziati insistono ancora sul fatto che non ci sono prove che suggeriscano che nessuno dei vaccini Covid abbia alcun effetto sulla gravidanza.

Un eminente scienziato ha detto a questo giornale che vaccinarsi è “la cosa migliore che puoi fare per il tuo bambino” a causa del ridotto rischio di parto prematuro. Allora perché tutta questa ansia?

READ  La Cina potrebbe avere il monopolio delle stazioni spaziali

Alcuni dicono che un seme di dubbio è stato seminato anche prima dell’inizio del programma di vaccinazione.

A novembre, Pfizer è stata la prima azienda ad annunciare che il suo vaccino era efficace contro il Covid-19, ma la società ha anche affermato che non è stato ancora testato su donne in gravidanza.

Questo è del tutto normale per gli studi sui vaccini, afferma il dottor O’Brien, aggiungendo: “Tradizionalmente, le donne incinte sono escluse da questi studi per precauzione”.

Anche i primi studi del vaccino sugli animali non hanno mostrato problemi legati alla gravidanza. Tuttavia, a causa della mancanza di dati, il governo ha avvertito le donne incinte di non distribuire l’iniezione di vaccinazione e le pubblicazioni del NHS all’inizio dell’applicazione lo hanno ripetuto. Gli esperti dicono che l’effetto è stato quello di cementare le preoccupazioni in un gruppo che è già naturalmente diffidente nei confronti dei farmaci che assumono.

Nel frattempo, altri paesi hanno adottato un approccio diverso.

Ci sono anche prove che vaccinare le donne ora potrebbe avere ulteriori vantaggi per tutti i bambini che hanno anche in futuro (foto del file)

Ci sono anche prove che vaccinare le donne ora potrebbe avere ulteriori vantaggi per tutti i bambini che hanno anche in futuro (foto del file)

Israele, il leader mondiale nelle vaccinazioni, è arrivato al punto di dare la priorità alle donne incinte per ottenere un vaccino, mentre gli Stati Uniti hanno deciso che saranno vaccinate all’inizio di dicembre.

Coloro che sono coinvolti nella decisione di ritardare nel Regno Unito sono dalla sua parte.

Il professor Adam Fenn, membro del comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI), il gruppo consultivo che ha guidato il lancio del vaccino nel Regno Unito, afferma che ci sono preoccupazioni che l’approvazione di qualsiasi vaccino prima che ci siano chiare prove di sicurezza potrebbe ritardare donne incinte.

Dice: “ Tutto quello che sappiamo sui vaccini indica che questi vaccini sono sicuri per le donne incinte, ma questo non è sufficiente per continuare, servono dati.

Leggi, guarda e fai

Leggere

Senza età, di Andrew Steele

Immergiti nelle ultime ricerche che mostrano come gli scienziati possono un giorno impedirci di invecchiare e sui passaggi che ora possiamo intraprendere per rallentare il processo.

READ  Il volo di prova in elicottero dei fratelli Wright è un momento per la NASA

£ 20, Bloomsbury

Orologio

Davina McCall: sesso, miti e menopausa

La conduttrice rivela la sua sofferenza con una pletora di sintomi causati da cambiamenti ormonali, mentre infrange i miti sulla menopausa e utilizza la terapia ormonale sostitutiva.

21:00, mercoledì, Canale 4

atto

Wilde errante

Questa escursione di tre giorni per gli amanti della natura intorno al Parco Nazionale di Dartmoor è una sfida a piedi impegnativa per il corpo e l’anima. Aspettatevi bagni selvaggi e splendidi tramonti.

A partire da £ 280, cibo e tenda inclusi.

wanderingwild.co.uk

Se uscissimo e dicessimo che presumiamo che questi vaccini siano sicuri, ma le future mamme devono prendere le proprie decisioni, non sono sicura che avrebbe funzionato. Abbiamo dovuto fornire prove che dimostrassero che i vaccini sono sicuri per la madre e il bambino. Puoi obiettare, per questo motivo, l’approccio americano è stato un po ‘frettoloso perché hanno deciso di andare avanti prima che queste prove venissero fuori.

Invece, JCVI ha deciso di attendere i dati dall’America per filtrare i dati prima di effettuare una chiamata.

All’inizio di aprile, quei dati sono arrivati ​​sotto forma di un importante studio pubblicato dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Ha monitorato più di 90.000 donne incinte che hanno ricevuto il vaccino, la maggior parte delle quali nel terzo trimestre di gravidanza.

Il CDC è stato in grado di segnalare che non c’erano problemi di sicurezza.

Da allora, il numero di donne americane incinte che hanno ricevuto il vaccino è salito a oltre 105.000, ma i dati accurati contenuti nello studio hanno sollevato nuove preoccupazioni.

Il CDC ha monitorato da vicino più di 800 partecipanti. Di questo gruppo, 712 sono nati vivi, mentre 115 casi hanno subito la perdita della gravidanza.

Ciò significa che una donna su otto che è stata accoltellata ha perso il proprio bambino.

È un’idea spaventosa, ma in realtà è identica alla perdita media di gravidanza della popolazione, secondo i dati del NHS.

Armato di questa conoscenza, il 16 aprile JCVI ha raccomandato al governo che le donne incinte, insieme a qualsiasi pianificazione di gravidanza o allattamento, dovrebbero essere invitate alla vaccinazione insieme all’età e alla categoria di rischio clinico.

READ  È morto Stephen Weinberg, fisico premio Nobel

Tuttavia, la raccomandazione si è estesa solo alle pugnalate di Pfizer e Moderna. Il vaccino di Oxford non includeva AstraZeneca nel Regno Unito.

La fiducia nel vaccino AstraZeneca è precipitata nelle ultime settimane nel Regno Unito dopo che i rapporti che potrebbero causare rari coaguli di sangue. Gli esperti assicurano che la decisione di non somministrare l’iniezione di AstraZeneca a una donna incinta non ha nulla a che fare con questo. Invece, dicono che è dovuto alla mancanza di dati sulle coltellate.

Il professor Finn dice: “Non ci sono indicazioni che AstraZeneca non sarà sicuro per le donne incinte, ma senza i dati non possiamo ancora effettuare questa chiamata”.

Un’altra area di preoccupazione è la possibilità che i vaccini Covid possano influire sulla fertilità.

Secondo l’Ufficio per le statistiche nazionali, le giovani donne sono tra i gruppi più riluttanti a farsi vaccinare nel paese, in parte a causa delle preoccupazioni per le future gravidanze. Ma gli esperti sono chiari sul fatto che non vi è alcuna base per queste preoccupazioni.

Gli scienziati sono ancora fermamente convinti che non ci siano prove che suggeriscano che nessuno dei vaccini Covid abbia alcun effetto sulla gravidanza (file foto)

Gli scienziati sono ancora fermamente convinti che non ci siano prove che suggeriscano che nessuno dei vaccini Covid abbia alcun effetto sulla gravidanza (file foto)

Il dottor O’Brien afferma: “ Negli ultimi mesi, c’è stato un aumento significativo della preoccupazione per l’infertilità. È difficile sapere da dove provenga, perché non ci sono assolutamente prove che questi vaccini influenzino la fertilità.

Gli scienziati indicano che non esiste un meccanismo biologicamente plausibile mediante il quale i vaccini, per Covid o qualsiasi altra malattia, possano portare alla sterilità e non ci sono prove che i vaccini nel Regno Unito causino infertilità.

Sebbene non sia del tutto chiaro da dove provenga la teoria dell’infertilità, diversi rapporti hanno indicato video di cospirazione condivisi su Facebook e YouTube.

Con le persone sotto i 40 anni che dovrebbero iniziare a ricevere le vaccinazioni nelle prossime settimane, il governo presto saprà fino a che punto le donne incinte – che statisticamente hanno maggiori probabilità di essere in questa fascia di età – vogliono avanzare.

Nonostante lo scetticismo iniziale, il dottor O’Brien è fiducioso che l’affluenza sarà alta: “Le donne aspettavano rassicurazioni. Ora ce l’hanno.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Madrid Open 2021: Alexander Zverev sconfigge Dominic Thiem, per affrontare Matteo Perettini nella finale di singolare maschile
Next Post I detriti missilistici cinesi sono caduti nell’Oceano Indiano