Incendi che bruciano negli Stati Uniti occidentali, minacciando il personale di bandiera, Arizona | Notizie sul clima

Dozzine di incendi stavano bruciando nello stato caldo e secco dell’America occidentale, con fulmini che si dirigevano verso la più grande città dell’Arizona settentrionale.

Lunedì la città di montagna di Floxtof è stata ricoperta di fumo. La circostante foresta nazionale ha annunciato un pacchetto di chiusura completo per iniziare questo fine settimana, per la prima volta dal 2006.

Le temperature estreme dovrebbero essere moderate nei prossimi giorni, impedendo sforzi antincendio più diffusi. Ma il National Weather Service ha affermato che potrebbe portare incertezza ai vigili del fuoco.

“L’umidità e la possibilità di qualche pioggia sparsa è una buona cosa”, ha detto il meteorologo Andrew Taylor. “Il fulmine non è una buona cosa.”

In California, i vigili del fuoco hanno affrontato l’arduo compito di cercare di controllare un grande incendio nelle aspre montagne costiere a sud del Big Shrink, che ha costretto l’evacuazione di un monastero buddista e del vicino campeggio.

A Globe, in Arizona, all’inizio di giugno, i vigili del fuoco hanno combattuto per mettere piede in un enorme incendio che ha costretto migliaia di evacuazioni nelle città rurali e ha chiuso tutte le principali autostrade della zona. [File: Joseph Pacheco via AP]

Nel New Mexico, le fiamme dei fulmini stanno bruciando la parte meridionale dello stato che copre la maggior parte della foresta di Kila e i vigili del fuoco stanno monitorando da vicino il Kila Cliff Dowells National Monument.

Finora sono state bruciate sempre più terre in tutta l’Arizona e nuovi incendi stanno rapidamente iniziando a deviare le risorse. Quando gli umani erano responsabili della maggior parte degli incendi, il fulmine appiccava un incendio a 80 chilometri quadrati (31 miglia quadrate) a ovest di Sedona, che si spostava verso il blocco noto come “Fuoco di Raffaello”.

A un comitato esecutivo di alto livello è stato ordinato di sorvegliare gli incendi ardenti di erba, ginepro, alburno e pino fondero.

READ  I detective di San Diego morti nell'incidente sono stati identificati come coppie sposate

Il portavoce dello sceriffo della contea di Coconut, John Paxton, ha affermato che alcuni dei dirigenti erano già stati evacuati e che ai residenti nelle aree rurali era stato detto di prepararsi a partire senza preavviso.

Paxton ha detto che se l’incendio continua a raggiungere il nordest, centinaia di persone potrebbero essere colpite a Blockstop, una città universitaria a due ore a nord di Phoenix.

L’ufficiale delle informazioni antincendio Dolores Garcia ha detto che i vigili del fuoco stavano pianificando un piano per far morire di fame Rafael mentre si muoveva attraverso terreni accidentati, valli e boschi. A partire da lunedì, si stava muovendo parallelamente all’Interstate 40 sulle rotte dei distretti di Cogonino e Yavabai.

La Cocono National Forest di 7.283 chilometri quadrati (2.812 miglia quadrate), un’area popolare per il campeggio, l’escursionismo, la nautica e la pesca, chiude mercoledì perché non ci sono prove sufficienti per rispondere a futuri incendi.

La foresta è stata chiusa solo parzialmente negli ultimi anni a causa del rischio di incendi.

“Abbiamo risorse limitate e ora siamo sfruttati”, ha detto il portavoce della foresta Brady Smith.

Wildfire Arizona è al suo livello più alto. Un grande incendio vicino a Superior, 97 km (60 miglia) a ovest di Phoenix, lunedì è stato quasi del 70%. 730 kmq (282 miglia quadrate) di fuoco è stato causato dall’uomo.

READ  Basket maschile del Marquette College vs Wisconsin Badgers: annunci in diretta

I residenti vicino a piccole comunità di pini e fragole vengono evacuati perché un altro incendio si è verificato tra i trotopi, con le fiamme che avanzano nell’aria. Chiuse anche alcune strade locali.

I vigili del fuoco non hanno ancora identificato il perimetro dell’incendio. La scintilla del fulmine è stata stimata in 132 chilometri quadrati (51 miglia quadrate) lunedì ed è gestita da un team di alto livello.

Nello Utah, molti incendi bruciano allo stato secco dell’osso. Il più grande, vicino alla cittadina di Enterprise nel sud dello Utah, ha forzato l’evacuazione durante il fine settimana. Ma i proprietari di case sono stati autorizzati a tornare poiché la restrizione ha raggiunto il 50 percento.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Uno studio rileva che le società di consegna a domicilio hanno bisogno di fino a 8.000 servizi giornalieri per essere redditizie
Next Post La seconda ondata di Covid-19 in India è finita? Non proprio, dicono gli esperti | Ultime notizie dall’India