in lingua ed economia

Questo mese celebriamo Buwan ng Wika, e Komisyon ng Wikang Filipino, l’agenzia che guida le celebrazioni nazionali, ha scelto il tema “Filipino at mga Katutubong Wika sa Dekolonisasyon ng Pag-iisip ng mga Pilipino”. Trovo la parte sulle nostre lingue indigene particolarmente interessante perché molte lingue oggi sono in pericolo di estinzione. Immagino che le lingue parlate da piccoli gruppi o tribù in aree remote corrano il rischio maggiore di scomparire.

Secondo la ricerca, il multilinguismo o la diversità linguistica ha un impatto forte e positivo sull’economia. “La lingua è importante sia a livello nazionale su larga scala che a livello di piccole imprese”, afferma Gabrielle Hogan-Brun, ricercatrice in studi linguistici presso l’Università di Bristol. Un paese che promuove o incoraggia l’uso di più lingue può avere relazioni commerciali o attività di esportazione di maggior successo e creare risorse umane più forti e innovative.

Pertanto, ha senso non solo migliorare le nostre capacità di comunicazione in inglese, ma anche continuare a coltivare le nostre lingue locali, proteggere le nostre lingue native e persino imparare più lingue straniere da aggiungere alla nostra raccolta musicale.

Gli studi dimostrano che le aziende che investono nel mantenimento di dipendenti multilingue sono in grado di aggiungere più paesi esportatori ai propri mercati e che le aziende che investono di meno in realtà stanno perdendo opportunità. La Svizzera, paese con quattro lingue nazionali – tedesco, francese, italiano e romancio – attribuisce il 10 per cento del suo PIL al suo patrimonio multilingue.

Non abbiamo bisogno di essere esperti linguistici per capire che le persone che conoscono più lingue hanno una maggiore capacità di guadagno. Uno studio canadese ha scoperto che gli uomini bilingui guadagnano il 3,6% e le donne bilingue guadagnano il 6,6% in più rispetto ai loro coetanei solo inglesi.

READ  Il Governatore della Banca d'Italia prevede una forte crescita economica nella seconda metà del 2021

Nelle Filippine, credo che la stragrande maggioranza della nostra forza lavoro sia bilingue, in grado di parlare sia filippino che inglese. Molti di noi hanno una terza, quarta o quinta lingua. Gli autori del suddetto studio ritengono che conoscere una seconda lingua sia visto come “un segno di forza cognitiva, perseveranza e buona educazione”.

Sono d’accordo che dobbiamo usare la nostra lingua madre il più spesso possibile e dovremmo esserne orgogliosi, insegnarla ai nostri figli e fare uno sforzo per approfondire il nostro amore e apprezzamento per essa.

Leggiamo altri libri scritti in filippino e presentiamo i nostri bambini agli autori filippini e ai loro libri. Allo stesso tempo, dobbiamo anche lavorare sodo per rimanere competitivi nell’arena aziendale e professionale, migliorando il nostro gioco linguistico. Come mostrato nei risultati della ricerca di cui sopra, è l’economia che ne trarrà beneficio nel lungo periodo.

Un caloroso saluto a tutti voi nel mese della lingua nazionale. Viva il filippino!

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post The Real Housewives of Potomac Recap, Stagione 6 Episodio 5
Next Post Harry Styles e l’amica Olivia Wilde accolgono i visitatori nella loro nuova casa a Los Angeles dopo una vacanza italiana.