In che modo la RBI vuole controllare le applicazioni di prestito digitale

App di prestito digitale | Credito fotografico: iStock Immagini

La Reserve Bank of India ha raccomandato le regole e ha chiesto al governo di introdurre leggi per frenare i prestiti digitali illegali nel paese.

Il 13 gennaio 2021, la Banca centrale ha istituito il gruppo di lavoro sul credito digitale (WG), compreso il prestito tramite siti online e applicazioni mobili, guidato dal direttore esecutivo della Reserve Bank Jayant Kumar Dash. Il panel ha affermato in un rapporto che l’innovazione tecnologica nei servizi finanziari ha avuto conseguenze indesiderate, con fornitori di servizi di prestito di terze parti che vendono a clienti ignari, violazioni della privacy dei dati, pratiche commerciali non etiche e attività illegali.

Si prevede che l’attuale quota del debito digitale nel debito totale del settore finanziario influirà sulla stabilità finanziaria complessiva, ma il facile accesso ai servizi finanziari digitali, alle innovazioni tecnologiche e ai modelli di business convenienti porterà alla fine a un aumento vertiginoso. La quota del debito digitale sul debito totale.

La semplicità e le dimensioni delle aziende tecnologiche in rapida espansione nell’espandere i servizi finanziari agli individui al dettaglio pone un grosso problema nel proteggere i clienti da una vasta gamma di pratiche non etiche e garantire una crescita ordinata.

Queste raccomandazioni arrivano sulla scia delle denunce di molestie da parte di app di prestito digitale, molte delle quali gestite da società straniere non riconosciute. Ci sono state anche segnalazioni di prestatori digitali che hanno rimpatriato profitti illegali.

Il panel ha affermato che c’erano 1.100 app di prestito in vari app store, 600 delle quali erano illegali.

READ  Il creatore di Yakuza Toshihiro Nakoshi conferma la partenza di Seka con l'annuncio di Yakuza: Like a Dragon Series

Le raccomandazioni del gruppo di lavoro della Reserve Bank includono quanto segue: Il processo di verifica delle domande di prestito digitale attraverso un’agenzia nodale sarà istituito in consultazione con le parti interessate. Istituzione di un organismo di autoregolamentazione (SRO) che includa i partecipanti all’ecosistema del prestito digitale.

Il pannello RBI ha anche proposto una legge separata per frenare le operazioni illegali di credito digitale. Il miglioramento di alcuni standard tecnici di base e il rispetto di tali standard è un prerequisito per fornire soluzioni di credito digitale. Fare prestiti direttamente sui conti bancari dei mutuatari; Prestito e servizio solo attraverso i conti bancari dei prestatori digitali.

Raccolta dati previo ed esplicito consenso del mutuatario con percorsi di verifica verificabili. Tutti i dati verranno archiviati su server situati in India. Le caratteristiche dell’algoritmo utilizzate nel credito digitale dovrebbero essere documentate per garantire la trasparenza richiesta. Ogni prestatore digitale è tenuto a fornire un’importante dichiarazione di fatto in un formato standardizzato, incluso un tasso percentuale annualizzato.

L’uso di comunicazioni commerciali non richieste per i prestiti digitali sarà disciplinato dal Codice di condotta applicato dall’OAD proposto. Mantenimento di un “elenco negativo” di prestatori di servizi di prestito attraverso l’OAD proposto. Codice di condotta standardizzato per il recupero proposto dall’OAD in consultazione con la Reserve Bank.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli Australian Open 2022 per servire il miglior cibo a Melbourne
Next Post Giornata internazionale dell’uomo 2021: significato, argomento e tutto quello che c’è da sapere