Il West Ham mostra le prime quattro prove battendo gli Spurs

Il dibattito sui cosiddetti ‘Big Six’ della Premier League è qualcosa che continua a dividere le opinioni, e il club del West Ham è sul punto di rompere la tendenza.

Sulla base di queste prove, la tendenza potrebbe essere già stata interrotta poiché gli Hammers sono stati ritardati dall’attaccante Michael Antonio per condannare gli Spurs alla loro quarta sconfitta in Premier League della stagione.

La vittoria mette il West Ham sopra gli Spurs e tra i primi quattro, su una solida pista con la loro ricerca di finire sesto la scorsa stagione.

David Moyes ha sottolineato che il West Ham dovrebbe fare qualcosa in più per superare il Tottenham ed essere considerato parte dei “Big Six” in vista del derby di Londra di domenica.

Ma questo risultato potrebbe non essere una sorpresa, poiché ci sono più prove che Antonio potrebbe essere stato davanti ai West Ham Spurs nella conversazione sui “Big Six”, dato che Antonio ha naturalmente colpito la parte anteriore per cambiare l’angolo di Aaron Cresswell.

In una partita che ha dato a entrambe le parti alcune ragionevoli possibilità, gli Spurs sono stati ancora una volta a corto di attaccare, convertendo finora nove gol in Premier League in questa stagione.

Sia Kane che Tomas Soosek non sono stati in grado di trovare il bersaglio con titoli ravvicinati mentre la partita entrava negli ultimi 20 minuti.

Mentre Kane sta lottando per trovare la sua forma di fronte a Cohn, la sua mancanza di consapevolezza difensiva si è aggiunta alla caduta degli Spurs in un altro combattimento pomeridiano per il Nuno Espirido Santo.

READ  I servizi online delle principali banche, compagnie aeree stanno diminuendo - Finanza - Networking - Sicurezza - Software

Antonio, come questa squadra del West Ham sotto Moyes, era in prima linea e ha reagito rapidamente al passaggio degli Hammers da distanza ravvicinata alla quinta vittoria in Premier League in nove partite.

In questa forma, non si discute certo delle prove del West Ham di migliorare i risultati della scorsa stagione e di qualificarsi per la Champions League.

West Ham (4-3-2-1): Fabianski 7, Johnson 7, Zuma 7, Okbonna 7, Cresswell 8; Suzek 7, riso 8; Bowen 7 (Dawson 90), Benrahma 7 (Lanchini 85), Furnells 7; Antonio8.

Materiali non utilizzati: Yarmolenko, Vlasic, Areola, Noble, Masuaku, Ashby.

Tottenham (4-2-3-1): Loris 6, Emerson Royal 5, Romero 5, Tire 6, Regulon 5 (Kill 84); Hodgeberg 5, Salta 6; Lucas Mara 5 (Bergvision 90), Entompel 6 (Lo Celso 84), figlio 5; Cane5.

Materiali non utilizzati: Sanchez, Roden, Allie, Collini, Thanganga, Davis.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’Italia è verde e frondosa nonostante la pandemia
Next Post Il tuo passaporto è “forte”? Scopri quanti paesi consentono agli indiani di entrare senza visto