Il video che mostra Vladimir Putin che si precipita al Cremlino nel cuore della notte suscita speculazioni notizie dal mondo

Il presidente russo Vladimir Putin è stato portato al Cremlino a mezzanotte, scatenando un’ondata di teorie del complotto. Sui social media sono circolate accuse secondo cui il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva subito un infarto dopo aver incontrato un funzionario russo e che si trovava in condizioni critiche in ospedale a causa del quale Vladimir Putin è stato portato d’urgenza.

Il presidente russo Vladimir Putin. (Reuters)

Anton Gerashchenko, consigliere del ministro degli Interni ucraino, ha condiviso una clip di 5 secondi che mostra il presidente russo che viene portato d’urgenza al Cremlino a Mosca.

“Putin si è precipitato al Cremlino circa 10 minuti fa. Le voci hanno a che fare con la salute di Erdoğan; ne dubito, però”, ha condiviso l’account Twitter War Mapper, che fornisce aggiornamenti quotidiani della mappa per la guerra in Ucraina.

Il governo turco ha rapidamente respinto queste accuse come “infondate”. Tayyip Erdogan si è ammalato durante un’intervista in diretta tv dopo la quale ha detto che si sarebbe preso del tempo per “riposarsi a casa su consiglio dei nostri medici”. Il presidente turco ha anche cancellato le sue due giornate di apparizioni pubbliche.

Era previsto che tenesse un discorso personale per inaugurare la prima centrale nucleare turca a Mersin, costruita dalla compagnia nucleare russa Rosatom.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin avrebbero effettivamente partecipato, aggiungendo che la Russia non era a conoscenza dei problemi di salute di Erdogan.

“Non sappiamo nulla di questi problemi”, ha detto.

READ  Il Congresso ha scelto i suoi "capi" - per le unità in Europa

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *