Il tecnico arrabbiato Sassuolo vuole boicottare la partita del Milan a causa del golpe di Premier League

Il furioso allenatore Roberto de Zerbi ha detto martedì che preferirebbe boicottare la partita infrasettimanale della sua squadra in Serie A a Milano a causa del loro ruolo nella Premier League in programma.

“Non mi piace giocare questa partita perché il Milan è una di quelle squadre. Ho detto al (amministratore delegato del club Giovanni) Carnevale e ai miei giocatori. Se il Carnevale mi obbliga, vado chiaro, ma sono deluso”.

Milan, Inter e Juventus sono tre squadre italiane che fanno parte della nuova Premier League.

De Zerby, l’ex centrocampista 41enne che ha iniziato la sua carriera professionale al Milan, si è detto furioso quando ha appreso la notizia.

Ieri prima dell’allenamento ho parlato con i giocatori per 30 minuti della situazione, ho espresso il mio pensiero.

“L’equivalente di un colpo di stato avvenuto domenica.

“Avrebbero potuto farlo all’aperto invece di rilasciare comunicati stampa nel cuore della notte”.

De Zerbi ha criticato i club fondatori dei Dodici come “bulli”, determinati a privare i club più piccoli dei loro sogni a causa della loro cattiva gestione.

“Il calcio appartiene a tutti e merita”, ha detto de Zerbi.

“Il comportamento di questi club mina il diritto dei più deboli a continuare la propria strada.

“È come se il figlio dell’operaio non potesse sognare di potersi avvalere di un medico o di un avvocato. È come se fosse nel cortile della scuola come se dicessero: ‘La palla è mia. Lo prendo. lontano’.

“Il calcio ha un ruolo diverso nella società rispetto ad altri sport. È il caso dell’Italia e dell’Europa.

“Creare una Super League per le squadre, dove decidono chi deve entrare e chi deve restare fuori, toglie la sensazione del calcio”.

READ  Machadi: United visita Granada nei quarti di European League | Buffalo Sports

Zerby ha indicato che la sua squadra ha scelto di non acquistare nuovi giocatori a gennaio per spingere per l’Europa a causa della loro situazione finanziaria.

“Avremmo dovuto rafforzare la squadra. Tuttavia, non ho fatto domanda perché so molto bene quali sono i problemi della squadra”, ha detto de Zerbi, la cui squadra è scesa all’ottavo – 12 punti dalla vetta dell’Europa League. .

“Facciamo parte di un ambiente ricco, in cui fluiscono molti soldi. Quindi sono loro che devono porsi delle domande.

“Se tutte queste squadre sono indebitate, dovrebbero chiedersi come gestiscono le loro aziende”.

“I club ben gestiti non dovrebbero pagare per disastri finanziari causati da potenti bulli”, ha detto.

EA / Lead

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Le vendite di smartphone aumentano con l’aumento delle promozioni dei consumatori: sondaggio
Next Post Altri 315 casi di COVID-19, 8 decessi, 18.000 vaccini sono stati segnalati martedì nello Utah