Il sindacato dice che i tagli di posti di lavoro del Monte dei Paschi saranno tutti volontari

Una foto della Banca del Monte dei Paschi a Roma, Italia, il 30 settembre 2018. REUTERS/Alessandro Bianchi

MILANO (Reuters) – La principale associazione bancaria italiana ha cercato martedì di dissipare le preoccupazioni sui tagli di posti di lavoro al Monte dei Paschi, necessari per aprire la strada a una possibile cessione della banca statale a UniCredit (CRDI.MI).

UniCredit ha concordato la scorsa settimana di avviare trattative esclusive con il Tesoro per l’acquisto di “parti selezionate” del Monte dei Paschi (MPS), che è per il 64% di proprietà statale dopo il salvataggio del 2017.

Le parti hanno 40 giorni, esclusa la proroga, per concordare un’operazione nei termini fissati da UniCredit, che vuole che l’acquisizione aumenti l’utile per azione di almeno il 10% e non incida sul capitale sociale. Leggi di più

La potenziale vendita ha fatto arrabbiare i politici italiani, che chiedono al governo di proteggere i 21.000 lavoratori del MPS e l’economia locale a Siena.

“Non capisco tutta la preoccupazione su questo argomento”, ha detto a Radio 1 Lando Maria Siloni, presidente dell’Associazione bancaria FABI.

“Il settore bancario ha un fondo per mandare le persone in prepensionamento fino a sette anni prima che abbiano effettivamente diritto alla pensione: attraverso questo sistema, 70.000 lavoratori hanno scelto di andare in pensione anticipata. [over the past decade]Nessuno è stato licenziato».

Il fondo è finanziato dalle banche che ne hanno bisogno, e ciascuna banca sostiene il costo del suo avanzo. Nel caso di MPS, lo Stato dovrà finanziare le uscite anticipate, ha affermato Silioni.

Il costo per le casse dello Stato è stimato intorno a 1,4 miliardi di euro sulla base di tagli di posti di lavoro previsti da MPS fino a 7.000. Leggi di più

READ  Gli investitori britannici esortano il G7 a costringere le aziende a rivelare la loro esposizione ai cambiamenti climatici | Governo d'impresa

UniCredit sta attualmente selezionando quali ricambi MPS acquistare e ha dichiarato che il suo obiettivo è rafforzare la propria presenza nel più ricco centro e nord Italia, rivolgendosi in particolare al franchising MPS nelle regioni Toscana, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Andrea Orsel, amministratore delegato di UniCredit, ha affermato che la banca cercherà di acquistare quanto più possibile della rete di filiali MPS, evitando sovrapposizioni nei luoghi in cui UniCredit è già presente.

La banca statale MCC dovrebbe rilevare le filiali di MPS in Sicilia e Puglia e forse anche a Roma, a cui UniCredit dovrebbe rinunciare, ha detto una persona vicina alla questione.

Chi ha familiarità con la questione ha affermato che è necessaria una soluzione per gli uffici centrali di MPS, che impiega 1.400 persone nella sola Siena, che salgono a 4.000 se si includono gli uffici in altre località.

Segnalazione di Valentina ZA. Montaggio di Jane Merriman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il marito della principessa Eugenie posa con le modelle in bikini dopo la nascita di suo figlio – SheKnows
Next Post “Vediamo di nuovo il normale sorso” – Denver Post