Il satellite del vento è pronto per l’inedito rientro “assistito”.

Il satellite del vento è pronto per l’inedito rientro “assistito”.

Un satellite di forti venti ha perso quota a un ritmo costante di circa 1 miglio ciascuno Oggi sta cadendo verso la superficie terrestre. L’Agenzia spaziale europea (ESA) cercherà di guidare il satellite verso il basso per ridurre il rischio di danni simili tagliare Toccare il suolo.

Il satellite Aeolus dell’Agenzia spaziale europea, che prende il nome dal sovrano dei venti della mitologia greca, ha orbitato attorno alla Terra negli ultimi cinque anni, misurando i venti del pianeta su scala globale. Sfortunatamente, il satellite ha quasi esaurito il carburante e viene trascinato giù dalla sua altezza orbitale di 198 miglia (320 chilometri) per gravità e Aumento della nuvolosità atmosferica a causa della recente quota in attività solare.

Eolo non è stato progettato per un rientro controllato attraverso l’atmosfera terrestre. In alternativa, lasciato a se stesso, il satellite continuerà a perdere quota fino a quando non brucerà nell’atmosfera terrestre in pochi mesi, con parti di Eolo che si schianteranno in luoghi non specificati.

Al fine di evitare la possibile caduta di pezzi di detriti su aree popolate, che si formerebbero pericolo per persone e cose sottostanti, un team dell’ESA cercherà prima di tutto:A-che è-Tipo di rientro assistito. Tim Flohrer, capo dello Space Debris Office dell’Agenzia spaziale europea, ha dichiarato in un rapporto dichiarazione. “Una volta che l’ESA e i partner industriali hanno scoperto che potrebbe essere possibile ridurre ulteriormente i rischi già minimi per la vita o le infrastrutture, le ruote sono state messe in moto”.

READ  Invertirne il corso con un farmaco: la malattia epatica "incurabile" può essere curabile

To Contribuire a ridurre il problema crescente della trasmissione satellitare defunta In orbita terrestre, alcuni satelliti sono dotati di una tecnologia di rientro controllato che li rimuove dall’orbita ad altitudini inferiori in modo che il sito di impatto per potenziali detriti si trovi all’interno di un’area controllata. Sebbene Aeolus non sia stato costruito con questo tipo di tecnologia, il team di ingegneri dell’ESA ci proverà comunque. Abbassalo delicatamente.

Il satellite sta attualmente perdendo quota a una velocità di 0,6 miglia (1 chilometro) al giorno. Una volta che Aeolus avrà raggiunto un’altitudine di 173 miglia (280 chilometri), il team invierà una serie di comandi al satellite per un periodo di sei mesi.periodo della giornata, utilizzando il carburante rimanente per guidarlo verso la posizione ottimale per il rientro in atmosfera.

La manovra finale verrà eseguita quando il satellite si troverà a un’altitudine di 93 miglia (150 chilometri), puntando Eolo verso il suo infuocato ritorno attraverso l’atmosfera terrestre. Tuttavia, la maggior parte del satellite brucerà al rientro Alcuni pezzi di detriti potrebbero colpire il suolo. L’obiettivo dell’assistenza al rientro è che quei pezzi atterrino in aree remote.

“Se le cose andranno secondo i piani, Aeolus sarà in linea con le attuali norme di sicurezza per le missioni progettate oggi”, ha affermato Flohrer.

È difficile prevedere quando Eolo attraverserà l’atmosfera terrestre; Attualmente è previsto che si tenga dalla fine di luglio all’inizio di agosto.

La discesa del satellite accelererà nel tempo man mano che si avvicina alla Terra e al suo campo gravitazionale, inoltre il sole probabilmente accelererà ancora di più le cose se viene emesso da brillamenti solari o espulsioni di massa coronale. CLe particelle del sole stanno riscaldando l’atmosfera terrestre, rendendo l’aria più densa e l’atmosfera più resistente all’Eolo, secondo l’Agenzia spaziale europea.

READ  Il CDC perde per incidente il capo esperto di malattie infettive Sherif Zaki

“Siamo fiduciosi nella nostra capacità di riuscire in questo sforzo pionieristico che stabilirà un nuovo standard per la sicurezza spaziale e la sostenibilità ora e in futuro”, ha dichiarato Tommaso Parinello, Aeolus Mission Manager dell’ESA, nel comunicato.

Per più voli spaziali nella tua vita, resta sintonizzato Cinguettio e voli spaziali con segnalibro per Gizmodo pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *