Il primo segnale di difficoltà tra Pakistan e Turchia per la posizione morbida di Ankara sul Kashmir

Nonostante mostri solidarietà e buona volontà tra Pakistan e Turchia, in realtà non tutto va bene tra i due paesi poiché Ankara ha ammorbidito la sua posizione sul Kashmir. Sergio Restelli – consulente politico, autore ed esperto di geopolitica, scrivendo per Insideover, un sito di notizie italiano focalizzato sugli affari mondiali, ha affermato che nei corridoi del potere in Pakistan sembra esserci opposizione e risentimento per la mancanza di entusiasmo della Turchia sul Kashmir e il suo disagio con il presidente turco. Recep Tayyip Erdogan ha ritirato l’entusiasmo.

Erdogan ha fatto riferimento alla questione del Kashmir nei suoi ultimi tre discorsi all’Assemblea generale delle Nazioni Unite in tre diverse occasioni successive, osservando che la questione potrebbe essere importante per lui. Restelli ha detto che i suoi eufemismi suonano deboli, ed è arrivato al punto di considerare il club del Kashmir con gli uiguri e i Rohingya come uno dei tanti problemi che affliggono il mondo musulmano.

Nel frattempo, il Kashmir è un problema esistenziale per il Pakistan. Restelli ha aggiunto che stanno guardando da vicino per determinare se l’entusiasmo turco sia davvero diminuito. Secondo Insideover, ci sono piccoli segni sulla scena come la mancata menzione del Kashmir da parte di Erdogan in una cerimonia ufficiale che ospita il presidente pakistano o la mancanza di un messaggio di cordoglio per la morte del separatista pakistano e leader del Kashmir Syed Ali Shah Gilani.

Inoltre, ci sono sezioni dell’establishment pakistano che sono caute e riluttanti a reagire in modo eccessivo all’ultimo allentamento turco sul Kashmir, dati i recenti tentativi della Turchia di migliorare le relazioni con quasi tutti i paesi a cui si è precedentemente opposto, inclusi Egitto, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita. . Tra un’economia in crisi e un sostegno politico in calo, Erdogan sembra aver bisogno di tutto l’aiuto e gli investimenti internazionali che può raccogliere. Restelli ha scritto che, a parte la protesta del Pakistan contro l’India, l’India è un paese importante e uno dei principali attori economici del mondo.

READ  I settori dell'energia e dell'aviazione non sono pronti per lo zero netto: Moody's

Inoltre, la Turchia è stata recentemente aggiunta alla lista grigia del Financial Action Task Force (GAFI) per non aver controllato il finanziamento del terrorismo. La Turchia non può ignorarlo in una situazione del genere. Forse la nuova moderazione della Turchia sul Kashmir dovrebbe essere presa severamente nel contesto più ampio dei suoi tentativi di riparare le relazioni con altri paesi e di tirarsi fuori dalle liste grigie del GAFI in mezzo alla sua fragile economia che è caduta pesantemente contro il dollaro USA e si ridurrà. Il suo potere è aumentare gli investimenti internazionali.

Qualunque sia la ragione, è interessante che sembra esserci una visione quasi unanime all’interno dell’establishment pakistano secondo cui la Turchia ha già ammorbidito il suo tono sul Kashmir, ha detto Ristelly. Mentre alcuni consigliavano cautela, altri hanno espresso disappunto per la preoccupazione di fondo che Islamabad venga trattata duramente da un paese che considerano un “vero amico”. (Ani)

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post LeBron James esplode per il punteggio perfetto di Iman Shumpert in “DWTS”
Next Post Thea ha segnato il primo gol della Liga quando il Villarreal ha catturato il Cadice di Agabo