Il primo ministro pakistano Khan visita l’Arabia Saudita per ristabilire le relazioni | Notizie di Imran Khan

Il primo ministro pakistano Imran Khan ha iniziato una visita di tre giorni in Arabia Saudita nel tentativo di ripristinare i legami dopo le tensioni di lunga durata tra i due alleati negli ultimi anni.

Gli analisti affermano che l’arrivo di Khan a Riyadh venerdì dopo un invito del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman è di grande importanza. Sebbene il Pakistan e l’Arabia Saudita siano stati storicamente stretti alleati, i loro forti legami hanno subito diverse battute d’arresto.

“La visita del primo ministro Khan in Arabia Saudita questa settimana … un tentativo di ripristinare le relazioni al loro livello precedente, molto vicino”, ha detto Madiha Afzal, un collega del Programma di politica estera presso la Brookings Institution.

I due paesi rimangono importanti partner geostrategici e si prevede che le relazioni stabili tra Islamabad e Riyadh continuino.

Una visita importante

In segno dell’importanza della visita di Khan, il capo generale dell’esercito pakistano Qamar Javed Bajwa è arrivato in Arabia Saudita martedì prima dell’arrivo del primo ministro.

Bajwa è stato ricevuto dall’ambasciatore del Pakistan in Arabia Saudita, Bilal Akbar, e da funzionari militari sauditi, in preparazione del viaggio di Khan.

“Bajwa, come tutti i comandanti delle forze armate pakistane, è colui che prende le decisioni sulla politica estera, ed era chiaro che la sua visita privata aveva lo scopo di trasmettere la serietà pakistana prima dell’arrivo di Khan”, ha detto Michael Kugelman, un alto aiutante dell’Asia meridionale a Wilson. Think Center.

Mentre la maggior parte degli osservatori si aspetta che le discussioni durante la visita si concentrino sull’impegno economico – comprese le opportunità di lavoro per gli espatriati pakistani in Arabia Saudita e gli investimenti sauditi in Pakistan – Riyadh cercherà anche di rafforzare i legami politici con il Pakistan.

“Data la linea dura dell’amministrazione Biden nei confronti dell’Arabia Saudita, Riyadh non può permettersi di tagliare fuori nessun alleato al momento, che sia grande o piccolo”, ha detto Arhama Siddiqua, ricercatrice presso l’Institute for Strategic Studies di Islamabad.

READ  I resti di 215 bambini sono stati trovati sul sito di una ex scuola aborigena in Canada

Un amico dell’isola ha affermato che la visita ha rappresentato “un tentativo da parte di ciascuna parte di promuovere una partnership sostenibile e reciprocamente vantaggiosa”.

“Lo scopo della visita di Khan, per entrambi i paesi, è semplice. Per poter dire che la partnership è tornata al livello del suolo”, ha detto Kugelman.

Recenti battute d’arresto

Negli ultimi anni, il rapporto tra Pakistan e Arabia Saudita, dopo decenni di stretta cooperazione economica, militare e politica, ha subito diverse divisioni.

Nell’agosto dello scorso anno, il Pakistan ha accusato l’Organizzazione per la cooperazione islamica (OIC), un blocco di 57 paesi a maggioranza musulmana guidati dall’Arabia Saudita – di non aver rispettato la decisione di Nuova Delhi di privare il Kashmir amministrato dall’India del suo status speciale nel 2019.

Poiché il Kashmir è una delle principali questioni politiche per il Pakistan, Khan ha minacciato un incontro rivale che avrebbe aggirato l’Organizzazione per la cooperazione islamica, una mossa vista come una sfida al ruolo di leadership dell’Arabia Saudita nel mondo islamico.

Riyadh ha risposto ritirando 1 miliardo di dollari dal prestito senza interessi di 3 miliardi di dollari concesso al Pakistan nel 2018, in un momento in cui il paese dell’Asia meridionale soffriva di difficili condizioni economiche.

Sebbene il caso sia stato corretto in pochi giorni, la lite diplomatica ha minacciato di far deragliare l’alleanza Islamabad-Riyadh.

Prima di allora, le tensioni erano alte a causa del rifiuto del Pakistan di inviare le sue truppe a combattere nella guerra della coalizione guidata dai sauditi contro i ribelli Houthi alleati dell’Iran nello Yemen nel 2015.

Sebbene i paesi abbiano forti legami militari, con il Pakistan che fornisce regolarmente truppe e addestramento militare all’Arabia Saudita, il Pakistan ha scelto di rimanere neutrale nella guerra dello Yemen.

READ  Terrorismo interno negli Stati Uniti: dopo anni di attenzione all'estremismo islamico, gli Stati Uniti si concentrano sul terrorismo interno | notizie dal mondo
Il principe ereditario Mohammed bin Salman ha ricevuto il primo ministro Imran Khan a Jeddah, in Arabia Saudita, nel 2019 [Bandar Algaloud/Saudi Royal Court via Reuters]

Alla deriva nelle guerre saudite

Commentando la posizione del Pakistan, Kugelman ha detto ad Al Jazeera: “Il Pakistan non solo vuole essere coinvolto nelle guerre saudite, ma non vuole nemmeno essere coinvolto nella rivalità saudita-iraniana”.

Le relazioni hanno continuato a deteriorarsi quando anche il Pakistan ha scelto di essere neutrale con lo scoppio della crisi tra Qatar e Golfo nel 2017.

Nel 2019, Khan ha anche annunciato che avrebbe partecipato a un vertice in Malesia a cui l’Arabia Saudita non era stata invitata e a cui avrebbero partecipato i suoi oppositori – Iran, Turchia e Qatar. È stato solo dopo che Khan ha visitato il regno, giorni prima dell’incontro, che il Pakistan si è ritirato dal vertice.

Queste divisioni hanno permesso all’India, arcirivale del Pakistan, di prendere piede in una certa misura nella regione del Golfo, poiché rafforza i legami non solo con l’Arabia Saudita ma anche con gli Emirati Arabi Uniti.

Negli ultimi anni, l’Arabia Saudita ha investito molto nelle infrastrutture indiane e nei progetti petroliferi, mentre l’India ha anche amplificato la sua cooperazione negli sforzi antiterrorismo con gli stati del Golfo.

Alleati storici

Nonostante ciò, i forti legami sauditi-pakistani sono essenziali per entrambe le parti, affermano gli analisti.

Le relazioni pakistano-saudite sono sinonimo di matrimonio poiché il divorzio non è possibile. “Ciascuna parte ha bisogno dell’altra”, ha detto un amico di Al-Jazeera. “Per il Pakistan, è la diaspora pakistana e la necessità di investimenti diretti esteri”.

Con oltre 2,5 milioni di espatriati pakistani residenti in Arabia Saudita, le loro rimesse costituiscono gran parte delle riserve estere del paese.

Inoltre, i due paesi hanno goduto di una forte relazione commerciale, per un totale di oltre 1,7 miliardi di dollari nel 2019. Circa il 74% di questo era costituito da importazioni di petrolio pakistano dall’Arabia Saudita.

READ  I due maggiori produttori di batterie per auto elettriche del mondo stanno correndo contro il tempo per influenzare Biden sul divieto di importazione

Per l’Arabia Saudita, il Pakistan è una fonte di esportazioni di petrolio [especially] Alla luce dell’accordo sino-iraniano “, ha detto Siddiqah, riferendosi a un accordo firmato a marzo che dovrebbe vedere la Cina acquistare petrolio iraniano e investire in Iran a dispetto delle sanzioni statunitensi.

Pertanto, il Pakistan è un partner strategico dell’Arabia Saudita, il che rende improbabile che l’India possa prendere il suo posto.

“Se sono [Saudi Arabia] “Spingere via il Pakistan sarà a loro spese”, ha detto Sadaqah.

Kugelman ha concordato, dicendo: “Per quanto riguarda il Pakistan, l’Arabia Saudita continua il suo ruolo di importante partner economico e attore strategico”, riferendosi ai lavoratori espatriati e alle loro rimesse.

“L’Arabia Saudita vede il Pakistan come un paese di importanza geopolitica a causa della sua posizione, in quanto confina con l’Iran, la rivale Riyadh e l’India – ed è un amico sempre più stretto”.

Nuova fase

Kugelman ha detto che mentre la visita di Khan apre la strada al ripristino delle relazioni Pakistan-saudita e ad una nuova normalità “caratterizzata da relazioni relativamente stabili”, è improbabile che il rapporto torni a come era prima.

Rispondendo agli stessi sentimenti, Afzal ha detto ad Al Jazeera: “L’Arabia Saudita ha dimostrato di non essere disposta a ‘fare di più’ per il Kashmir, in gran parte a causa delle sue strette e crescenti relazioni economiche con l’India.

“La visita di questa settimana sarà probabilmente un tentativo palese di riprendersi da questa rottura e mostrare solidarietà al Pakistan, che ha accettato il fatto che non si aspetta che il regno si sposti nel Kashmir”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il presidente argentino si dirige in Europa con il peso del debito del FMI, cronaca mondiale
Next Post La collezione di auto di Billie Joe Saunders è stata rivelata prima del combattimento di Canelo Alvarez, tra cui Rolls-Royce, Bentley e Ferrari