Il primo ministro Modi parla ai capi della sicurezza di sette paesi dopo il dialogo sulla sicurezza di Delhi sull’Afghanistan

Nuova Delhi: I capi dei Consigli di sicurezza nazionale di sette nazioni mercoledì hanno convocato il primo ministro Narendra Modi dopo aver concluso il dialogo sulla sicurezza regionale sull’Afghanistan tenutosi oggi nella capitale nazionale.

La conferenza è stata ospitata dal consigliere per la sicurezza nazionale Ajit Doval.

Secondo una dichiarazione ufficiale rilasciata dall’Ufficio del Primo Ministro (PMO), alti funzionari della sicurezza, in rappresentanza dei paesi di Iran, Kazakistan, Kirghizistan, Russia, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan, hanno espresso il loro apprezzamento per l’iniziativa dell’India nell’organizzazione del dialogo e degli scambi di qualità.

Leggi anche | Dichiarazione di Delhi sull’Afghanistan: 8 paesi sottolineano la necessità di un governo “veramente aperto e inclusivo”

Nei loro commenti al Primo Ministro Modi, hanno anche trasmesso le opinioni dei loro paesi sulla situazione afghana.

Il primo ministro ha apprezzato la partecipazione dei dignitari al dialogo sulla sicurezza di Delhi, nonostante le sfide poste dalla pandemia, ha affermato il PMO.

Il primo ministro Modi ha sottolineato quattro aspetti su cui i paesi della regione devono concentrarsi, nel contesto dell’Afghanistan. Questi includono la necessità di un governo inclusivo, una posizione di tolleranza zero sul territorio afghano utilizzata da gruppi terroristici, una strategia per combattere il contrabbando di droga e armi dall’Afghanistan e affrontare la crisi umanitaria sempre più critica in Afghanistan.

Sperava inoltre che il Dialogo sulla sicurezza regionale avrebbe fatto rivivere le tradizioni di moderazione e cultura progressista dell’Asia centrale e avrebbe combattuto le tendenze estremiste.

“Gli NSA hanno avuto uno scambio molto sostanziale durante la loro chiamata al Primo Ministro. Fonti ufficiali, come riportato dall’ANI, hanno affermato che il Primo Ministro condivide il punto di vista dell’India sull’Afghanistan.

Hanno affermato che esiste uno straordinario grado di convergenza sulle valutazioni della situazione in Afghanistan e delle principali sfide nel paese devastato dalla guerra e nella regione.

Questi fattori includevano la situazione della sicurezza, l’accresciuto rischio di terrorismo e l’imminente crisi umanitaria.

Secondo le fonti, le organizzazioni non governative hanno indicato la necessità di fornire assistenza umanitaria e hanno sottolineato la necessità di rendere disponibili rotte terrestri e aeree e che nessuno ostacola questo processo.

È stato anche riferito che il dialogo ha superato le aspettative dell’India.

“L’Agenzia per la sicurezza nazionale ha facilmente raggiunto un consenso completo, consentendo l’emissione della Dichiarazione congiunta di Delhi. Ogni delegazione apprezza il tempismo dell’evento e l’opportunità di impegnarsi in discussioni aperte e sincere”, hanno affermato fonti ufficiali.

READ  'Sono sempre stato lì': Imran Khan ringrazia l'Arabia Saudita per aver ricevuto 3 miliardi di dollari in aiuti | notizie dal mondo

Ogni paese ha l’opportunità di esprimere le proprie opinioni in modo franco. Hanno aggiunto che questo era l’unico dialogo a livello non governativo e che c’era un consenso completo sulla necessità di continuare questo processo e di tenere consultazioni regolari.

Leggi anche | Cina, Stati Uniti e Russia partecipano al Vertice della Troika ospitato dal Pakistan per discutere della situazione in Afghanistan

Dichiarazione di Delhi

Alla fine del dialogo sulla sicurezza in Afghanistan ospitato dall’India, i funzionari della sicurezza hanno rilasciato una dichiarazione ribadendo che il territorio dell’Afghanistan non dovrebbe essere utilizzato per ospitare, addestrare, pianificare o finanziare attività terroristiche.

Il dialogo sulla sicurezza regionale di Delhi sull’Afghanistan ha espresso preoccupazione per il deterioramento della situazione sociale, economica e umanitaria nel paese devastato dalla guerra e ha sottolineato la necessità di un’urgente assistenza umanitaria al popolo afghano, ha riferito l’agenzia di stampa.

Nel suo discorso di apertura, Ajit Doval ha affermato che i recenti sviluppi in Afghanistan hanno importanti implicazioni non solo per il popolo afghano ma anche per la regione.

Abbiamo tutti seguito con interesse gli sviluppi in quel paese. Questi hanno importanti implicazioni non solo per il popolo afgano, ma anche per i suoi vicini e la regione, ha affermato il consigliere per la sicurezza nazionale, secondo PTI.

“Questo è il momento opportuno per una stretta consultazione tra di noi e per una maggiore cooperazione, interazione e coordinamento tra i paesi della regione”, ha aggiunto.

Nella dichiarazione, i funzionari hanno ribadito il loro forte sostegno a un Afghanistan pacifico, sicuro e stabile, sottolineando nel contempo il rispetto della sovranità, dell’unità e dell’integrità territoriale e la non ingerenza nei suoi affari interni.

Hanno affermato di aver anche espresso la loro profonda preoccupazione per le sofferenze del popolo afghano a causa della situazione della sicurezza e hanno condannato gli attacchi terroristici a Kunduz, Kandahar e Kabul.

Hanno specificamente sottolineato che il suolo afghano non dovrebbe essere utilizzato per ospitare, addestrare, pianificare o finanziare atti terroristici.

È stata inoltre sottolineata la necessità di un governo veramente aperto e inclusivo che rappresenti la volontà di tutto il popolo afghano e abbia una rappresentanza di tutti i settori della loro società, comprese le maggiori forze etno-politiche del Paese.

Iran, Kazakistan, Kirghizistan, Russia, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan hanno partecipato al dialogo sulla sicurezza regionale di Delhi sull’Afghanistan.

Anche la Cina e il Pakistan sono stati invitati, ma entrambi i paesi hanno deciso di non partecipare.

(con input da agenzie)

READ  Che cos'è il "Pensiero di Xi Jinping"?
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Anche il file per le storiche elezioni sindacali dei dipendenti Starbucks in tre negozi a nord di New York
Next Post Odio gli spiriti oscuri, ma finora amo l’Elden Ring