Il primo ministro Imran Khan “indifeso”, afferma il giornalista bandito Pak; Conferma il crescente “clima di paura” per gli impiegati

Hamid Mir, un importante giornalista pakistano che è decollato a tempo indeterminato per aver rilasciato dure dichiarazioni contro il potente stabilimento militare, ha affermato che Imran Khan È un primo ministro “indifeso” e ha sottolineato che c’è un crescente “clima di paura” per i professionisti dei media nel paese.

Il 28 maggio, Meir, conduttore del talk show politico in prima serata di Geo News “Capital Talk”, ha pronunciato un discorso infuocato durante una protesta organizzata da impiegati contro un attacco di tre persone “non identificate” al giornalista e YouTuber Asad Ali Tur a Islamabad.

Mir ha chiesto la responsabilità per l’attacco, che è stata una serie di tali attacchi ai professionisti dei media che erano critici nei confronti dell’esercito del paese.

Dopo il suo discorso, è stato tolto dall’aria il 30 maggio.

In un’intervista con la BBC World Service di Islamabad, Mir ha criticato lo spazio sempre più ristretto per la libertà di stampa e il crescente “clima di paura” per i giornalisti in Pakistan, secondo quanto riportato dal quotidiano Dawn.

C’è democrazia in Pakistan ma non c’è democrazia. C’è una costituzione in Pakistan ma non c’è una costituzione. “Sono un esempio vivente di censura in Pakistan”, ha detto Mir a Stephen Sacur, presentatore dell’Hard Talk della BBC, lunedì, in risposta a una domanda sul fatto che il Pakistan si sarebbe dichiarato a mettere a tacere il giornalismo indipendente.

Quando gli è stato chiesto se pensava che il primo ministro Khan volesse personalmente toglierlo dall’aria e ha provato, Mir ha detto: “Imran Khan non è direttamente responsabile dell’imposizione di un divieto su di me. Non credo che voglia che tolga l’aria. Ma come i precedenti primi ministri, non è un presidente, i ministri sono troppo forti… è impotente e non può aiutarmi”.

READ  Nascondigli talebani distrutti in un attacco aereo in Afghanistan

L’esercito, che ha governato il Pakistan per più della metà degli oltre 70 anni della sua esistenza, ha finora esercitato un potere significativo in materia di sicurezza e politica estera. Tuttavia, l’esercito ha negato di interferire nella politica del paese.

Alla domanda se le agenzie di intelligence fossero dietro l’attacco ai giornalisti, incluso Tor che è stato aggredito nella sua casa nella capitale da uomini mascherati, Mir ha detto: “Questi sono fatti documentati e le agenzie statali e le agenzie di intelligence sono state ripetutamente accusate di aver organizzato attacchi O rapire giornalisti.

All’inizio del talk show, Sakur ha presentato Mir come un giornalista di spicco che ha dovuto affrontare una serie di minacce e attacchi.

“Lui (Mir) dice che le forze nascoste che operano al di fuori del regno dell’opinione pubblica esercitano un potere enorme in Pakistan e cercano di controllare i media”, ha detto Sakur.

A giugno, Mir si è scusato e ha detto che non aveva intenzione di screditare l’esercito pakistano.

“Le mie parole non erano assolutamente destinate a ferire i sentimenti e i sentimenti degli altri, ma mi scuso ancora sinceramente se le mie parole fanno a pezzi i sentimenti di qualcuno”, ha detto in una nota.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Ravens QB Jackson non è d’accordo con il vaccino Govt-19 dopo essere stato infettato due volte con il virus-Wish-TV | Indianapolis Notizie Indiana Meteo
Next Post L’algoritmo di ritaglio delle immagini di Twitter favorisce i volti giovani, belli e dalla pelle chiara