Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan solleva la questione del Kashmir all’Assemblea generale delle Nazioni Unite; Esprime speranza per la “pace permanente”

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante un incontro ad alto livello all’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 settembre 2022 (Immagine: Twitter / @RTErdogan)

New York: Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha sollevato martedì la questione del Kashmir durante il suo discorso alla sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. Erdogan ha affermato che l’India e il Pakistan non potrebbero portare la pace nel Kashmir nemmeno dopo 75 anni dalla loro indipendenza.

Rivolgendosi all’incontro ad alto livello, il presidente turco ha espresso l’auspicio di una “pace duratura” nella regione. “L’India e il Pakistan, avendo stabilito la loro sovranità e indipendenza 75 anni fa, non hanno ancora stabilito pace e solidarietà tra loro. Questo è molto spiacevole. Speriamo e preghiamo che la pace e una prosperità giusta e duratura siano raggiunte nel Paese”, Erdogan è stato citato dall’agenzia.

Il presidente turco ha sollevato la questione del Kashmir in meno di una settimana dopo il suo incontro con il primo ministro Narendra Modi a margine del vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai a Samarcanda, in Uzbekistan, venerdì. Durante l’incontro, il premier Modi ed Erdogan hanno passato in rassegna le relazioni bilaterali tra i due Paesi.

Leggi anche: L’India mette in guardia la Turchia dall’interferire nei suoi affari dopo le dichiarazioni di Erdogan sul Kashmir al parlamento pakistano.
Vale la pena notare che la Turchia è uno stretto alleato del Pakistan. Erdogan ha anche fatto riferimento alla questione del Kashmir nei suoi precedenti discorsi all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Ciò ha causato relazioni tese tra Nuova Delhi e Ankara. L’India ha definito “inaccettabili” le precedenti dichiarazioni della Turchia sul Kashmir.
L’anno scorso, Erdogan ha menzionato le risoluzioni statunitensi sul Kashmir durante la riunione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. In particolare, dopo il Pakistan, la Turchia è stato l’unico paese a sollevare la questione del Kashmir nei 193 membri dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Nel frattempo, nel 2020, il presidente turco ha descritto la situazione in Kashmir come una “questione scottante”. Ha anche criticato la mossa dell’India di revocare lo status speciale del Kashmir.
READ  La Cina sta assistendo al peggior temporale degli ultimi 1.000 anni e le inondazioni stanno lasciando una scia di distruzione
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Camper italiano, produttore di accessori per barche inaugura la sede nordamericana a Cascade Town
Next Post Cavallo di loghi famosi