Il presidente del sindacato dei rappresentanti della SAG, Fran Drescher, ha criticato la trasferta in Italia alla vigilia del potenziale sciopero


New York
Cnn

Il capo di SAG-AFTRA, Fran Drescher, sta affrontando critiche per essersi recato in Italia per partecipare alle celebrazioni dell’Alta Moda di Dolce & Gabbana lo scorso fine settimana, mentre il sindacato di 160.000 attori deve affrontare la scadenza di giovedì per scioperare.

Drescher è stato confermato per apparire all’evento Glee nel 2008 Messaggio Instagram Nella foto con Kim Kardashian. Ciò ha attirato le critiche di un certo numero di membri di SAG-AFTRA, nonché di membri della Writer’s Guild of America, che è già in sciopero contro studi e servizi di streaming.

“Negoziare il nostro possibile attacco dall’Italia sembra una strana strategia”, cinguettio L’attore Lenny Jacobson.

“Senti, non sto dicendo che non si possa vivere una vita personale. E non sto dicendo che non ci si possa prendere una pausa. Ma siamo nel mezzo delle trattative più importanti degli ultimi decenni, e i nostri fratelli WGA sono al 70° giorno di lotta per la propria vita. L’ottica è qui. Davvero terribile. Migliora”. cinguettio L’attrice Brianna Capo.

“Lascia che abbiano delle vere vibrazioni da mangiare per i membri SAG-AFTRA che stavano camminando mano nella mano con i membri WGA proprio questa mattina”, cinguettio Membro della Gilda degli scrittori, Tavi Brodiser-Ackner.

In risposta alla richiesta di commentare le critiche, SAG-AFTRA ha rilasciato una dichiarazione affermando che l’apparizione di Dresher a un evento di Dolce & Gabbana faceva parte del suo impegno a servire come “ambasciatrice del marchio”, continuava a essere coinvolta nei negoziati, e il comitato di negoziazione sindacale venne a conoscenza del suo viaggio.

“Tornerà negli Stati Uniti, sarà sul campo a Los Angeles e continuerà a presiedere i nostri negoziati”, si legge nella dichiarazione.

READ  Aspettando il wifi: il digital divide in Italia

Il sindacato era originariamente programmato per scioperare nelle prime ore del 1 luglio, ma prima di tale scadenza, il sindacato e il gruppo dirigente stavano negoziando per conto dei principali studi e servizi di trasmissione. termine ultimo alle 23:59 PST del 12 luglio.

Drescher, protagonista della sitcom degli anni ’90 “The Nanny”, aveva registrato un video prima dell’estensione dicendo che il sindacato stava facendo progressi nei colloqui. Ma lei e i negoziatori sindacali sono sotto pressione da membri di base, inclusi alcuni dei migliori giocatori di serie A, che hanno firmato una lettera che li esorta a prendere una linea dura sui negoziati in corso e ad essere pronti a ottenere il sindacato. Scioperano a meno che non raggiungano i loro obiettivi al tavolo delle trattative.

La lettera diceva: “Lo sciopero porta incredibili difficoltà a molti, e nessuno lo vuole”. Ma siamo pronti a colpire se si tratta di questo. E ci preoccupiamo dell’idea che i membri del SAG-AFTRA possano essere disposti a fare sacrifici che la leadership non lo è. Ci auguriamo che tu abbia sentito il nostro messaggio. Questo è un punto di svolta senza precedenti nel nostro settore e ciò che sarebbe considerato un buon affare in qualsiasi altro anno semplicemente non è sufficiente”.

Oltre alle questioni economiche, come buste paga e benefici, il sindacato sta spingendo per progressi sugli avanzi pagati quando i film o gli spettacoli vengono mostrati di nuovo, in particolare sui servizi di streaming, nonché la protezione contro l’uso dell’intelligenza artificiale per creare personaggi usando le voci degli attori o somiglianze.

Dopo che la lettera ha iniziato a raccogliere centinaia di firme, anche Drescher l’ha firmata.

READ  Più domande che risposte mentre uno scandalo di corruzione si diffonde nell'Unione europea

L’adesione ha già votato in modo schiacciante autorizzare lo sciopero, sebbene questo di per sé non sia raro durante le trattative sindacali. Anche se si raggiunge un accordo, sarà richiesta la certificazione di adesione per impedire l’inizio dello sciopero.

Molta produzione Film e programmi TV In realtà è stato chiuso a causa dello sciopero degli scrittori in corso. Lo sciopero degli attori fermerebbe la maggior parte delle produzioni rimanenti, a parte alcuni film indipendenti non associati agli studi. Non c’è stata alcuna progressione notevole nella cessazione Sciopero dei libri Da quando è iniziato il 2 maggio. Ora, si teme che se gli attori si unissero agli scrittori in sciopero, la chiusura potrebbe estendersi per tutta l’estate, forse anche alla fine dell’anno.

Questo potrebbe essere il primo attacco degli attori contro spettacoli televisivi e produzioni cinematografiche dal 1980. L’industria è cambiata drasticamente da allora, quando la maggior parte degli spettacoli erano trasmessi solo su tre reti di trasmissione e i film uscivano solo nelle sale per primi. Il gigante del videonoleggio Blockbuster deve ancora entrare nel settore del videonoleggio, figuriamoci essere costretto a chiudere l’attività con lo streaming.

L’Alliance of Motion Picture and Television Producers (AMPTP), che negozia per conto degli studi, include Amazon

(AMZN)
mela

(AAPL)
CBS

(fiasco)
Disney

(dis)
NBC Universal, Netflix

(NFLX)
Paramount Global, Sony

(END)
e la società madre della CNN Warner Bros. Scoperta, molte di queste società hanno visto scendere i loro prezzi delle azioni nell’ultimo anno, spingendo Ridurre significativamente i costiincluso Licenziamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *