Il presidente Biden annuncia la sua intenzione di nominare i leader dell’amministrazione senior per il Dipartimento di Stato

WASHINGTON – Il presidente Joe Biden ha annunciato oggi la sua intenzione di nominare sette persone per ricoprire posizioni chiave nel Dipartimento di Stato:

  • Direttore Generale del Corpo Diplomatico e Presidente del Consiglio del Corpo Diplomatico
  • Ministro aggiunto degli affari esteri per gli affari europei ed eurasiatici
  • Ministro aggiunto degli affari esteri per gli affari del Vicino Oriente
  • Ministro aggiunto degli affari esteri per gli affari africani e membro del consiglio di amministrazione della African Development Corporation
  • Ministro aggiunto degli affari esteri per gli affari delle organizzazioni internazionali
  • Sottosegretario aggiunto per la sicurezza diplomatica
  • Sottosegretario aggiunto per le operazioni di conflitto e stabilizzazione e coordinatore per la ricostruzione e la stabilizzazione

Marcia Stephens Blum Bernekat, Direttore Generale del Servizio Esteri e Presidente del Consiglio di Amministrazione del Corpo Diplomatico

Marcia Bernikatt, membro professionista del corpo diplomatico senior, grado di ministro-consigliere, attualmente serve come funzionario senior per la crescita economica, l’energia e l’ambiente e assistente segretario facente funzione per l’Ufficio per gli oceani, l’ambiente e gli affari scientifici internazionali nell’amministrazione della contea. In precedenza, è stata ambasciatrice degli Stati Uniti in Bangladesh, ambasciatore degli Stati Uniti in Senegal e Guinea-Bissau e vice segretario di Stato aggiunto presso l’Ufficio delle risorse umane del Dipartimento di Stato. Ha anche ricoperto la carica di Vice Capo Missione presso le Ambasciate degli Stati Uniti in Barbados e Malawi e Principal Officer-in-Charge del Consolato Generale degli Stati Uniti a Casablanca, in Marocco. Bernikatt ha conseguito un Master of Science in Foreign Service presso la Georgetown University e un BA al Lafayette College. Le sue lingue straniere sono il francese, l’hindi e il russo e ha ricevuto il premio per il servizio distinto del ministro degli Esteri.

Karen Erica Donfred è candidata alla carica di sottosegretario di Stato per gli affari europei ed eurasiatici

La dott.ssa Karen Donfred è attualmente il presidente del German Marshall Fund degli Stati Uniti (GMF). Prima di assumere questa posizione nell’aprile 2014, Donfred è stato assistente speciale del presidente e direttore senior per gli affari europei presso il Consiglio di sicurezza nazionale. In precedenza, ha ricoperto la carica di funzionario dell’intelligence nazionale per l’Europa nel Consiglio nazionale dell’intelligence. È entrata a far parte del GMF per la prima volta nel 2001 dopo aver prestato servizio per dieci anni come specialista europeo nel Servizio di ricerca congressuale. Quando era in GMF dal 2005 al 2010, ha lavorato prima come Senior Director of Policy Programs e poi come Executive Vice President. Dal 2003 al 2005 ha lavorato presso l’Office of Policy Planning presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, gestendo la pratica Europa. Donfred ha scritto e parlato ampiamente di politica estera tedesca, integrazione europea e relazioni transatlantiche. È Senior Fellow presso il Center for European Studies dell’Università di Harvard. Il Re del Belgio le ha conferito l’Ordine della Corona per Commendatore nel 2020 ed è diventata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 2018. Inoltre, ha ricevuto l’Ordine al Merito dal governo tedesco. Nel 2011 e la medaglia di servizio superiore dalla National Intelligence Community nel 2014. È membro del Council on Foreign Relations e del Consiglio americano della Germania. Donfred ha un dottorato di ricerca. È MALD presso la Fletcher School of Law and Diplomacy presso la Tufts University, MA presso l’Università di Monaco, in Germania e ha conseguito un BA presso la Wesleyan University. Parla correntemente il tedesco.

READ  Inviato italiano: Rafforzare la cooperazione commerciale tra Pakistan e Italia

Barbara A. Lev, candidato alla carica di sottosegretario di Stato per gli affari del Vicino Oriente

Barbara A. Lev è l’assistente speciale del presidente e direttore senior per gli affari del Medio Oriente e del Nord Africa presso il Consiglio di sicurezza nazionale. In precedenza, è stata Ruth e Sid Lapidus Fellow presso il Washington Institute for Near East Policy e direttrice del programma Beth e David Gadded sulla politica araba. In precedenza è stata ambasciatrice degli Stati Uniti negli Emirati Arabi Uniti, vice segretario di Stato aggiunto per la penisola arabica presso l’Ufficio per gli affari del Vicino Oriente e vice segretario di stato aggiunto per l’Iraq presso il ministero degli Affari esteri. Ha diretto la squadra di ricostruzione provinciale degli Stati Uniti a Bassora, in Iraq, ed è stata la prima direttrice dell’ufficio del dipartimento per gli affari iraniani. Lev ha lavorato anche a Roma, Sarajevo, Parigi, Il Cairo, Tunisi, Gerusalemme e Port-au-Prince. Parla arabo, francese, italiano e serbo-croato. Leaf ha conseguito una laurea presso il William and Mary College e un master presso l’Università della Virginia.

Mary Catherine V. è candidata alla carica di sottosegretario di Stato per gli affari africani e membro del consiglio di amministrazione della African Development Foundation

Mary Catherine V., membro professionale del corpo diplomatico con il grado di ministro consigliere, è attualmente il principale vice rappresentante speciale per la riconciliazione afgana presso il ministero degli Affari esteri. È stata ambasciatrice degli Stati Uniti in Sud Sudan dal 2015 al 2017. In precedenza ha ricoperto la carica di vice capo missione presso l’ambasciata degli Stati Uniti ad Addis Abeba, in Etiopia, e capo di stato maggiore nell’ufficio dell’inviato speciale per il Sudan e il Sud Sudan . È stata anche assistente segretario di Stato per le organizzazioni internazionali e vice coordinatrice del Consiglio di sicurezza presso la missione degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, dove ha assunto la partecipazione delle Nazioni Unite in Africa in entrambi i periodi. All’inizio della sua carriera, Fei ha ricoperto la carica di Direttore degli affari iracheni presso il Consiglio di sicurezza nazionale e alti rappresentanti civili dell’Autorità provvisoria della coalizione nel Governatorato di Maysan, Iraq. Ha iniziato la sua carriera ad Amman, in Giordania, e ha lavorato anche per le ambasciate statunitensi al Cairo, in Egitto e a Kuwait City, in Kuwait. È stata insignita del Robert C. Memoriale di Frasor per la risoluzione dei conflitti e il consolidamento della pace, James A. Baker, III-C. Illustre Vice Capo della Missione Howard Wilkins Award, Segretario della Difesa per il Premio per il Servizio Civile Meritorio, Ordine dell’Impero Britannico, Premio Presidential Rank. parli arabo. Nata a Chicago, si è laureata presso l’Indiana University con un master presso la Fletcher School of Law and Diplomacy presso la Tufts University.

READ  Dai Schilmer: In tempi di crisi, innovare per prosperare | Notizia

Michel Jane Sison è un candidato alla carica di sottosegretario di Stato per le organizzazioni internazionali

Michael Jane Sison, cinque volte ambasciatore, ha una vasta esperienza nella promozione degli interessi degli Stati Uniti attraverso la diplomazia multilaterale. Sison è stata ambasciatrice degli Stati Uniti ad Haiti dal 2018. Ha anche servito come vice rappresentante degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite (con grado di ambasciatore) dal 2014 al 2018, dove ha contribuito a costruire coalizioni globali per contrastare le minacce transnazionali alla pace e sostenere una maggiore efficacia, efficienza e responsabilità Le Nazioni Unite e il sistema multilaterale di responsabilità. Ha anche una lunga esperienza nelle operazioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite e nelle entità delle Nazioni Unite responsabili dello sviluppo, degli aiuti umanitari e dei diritti umani in questo campo. In precedenza, ha prestato servizio come ambasciatore degli Stati Uniti in Sri Lanka e alle Maldive, ambasciatore degli Stati Uniti in Libano, ambasciatore degli Stati Uniti negli Emirati Arabi Uniti, capo della missione aggiunto in Iraq, primo vice segretario di stato aggiunto per gli affari dell’Asia meridionale e vice capo della missione in Pakistan. I suoi precedenti tour includono India, Costa d’Avorio, Camerun, Benin, Togo, Haiti e Washington. Sison ha conseguito una laurea presso il Wellesley College e ha ricevuto diversi premi dal Dipartimento di Stato, tra cui il Distinguished Service Award e il Presidential Rank Award for Meritorious Service. Detiene il grado di ambasciatore personale, il grado più alto nel corpo diplomatico degli Stati Uniti.

Gentry O. Smith è un candidato per vice segretario di stato per la sicurezza diplomatica

READ  Tech questa settimana: tribunale di El Salvador per indagare sui reclami su bancomat e acquisti di Bitcoin

Gentry O. Smith è a capo di Gentry Group, LLC, una società di consulenza sulla sicurezza. Era un ex membro professionista del corpo diplomatico, con il grado di Ministro-Consigliere, e ha ricoperto la carica di Direttore dell’Ufficio delle Missioni Estere, Vice Ministro aggiunto per le contromisure presso l’Ufficio della sicurezza diplomatica e Direttore dei programmi di sicurezza fisica nell’Ufficio per la sicurezza diplomatica presso il Ministero degli affari esteri. Altre posizioni presso il Dipartimento di Stato includono quelle di un responsabile della sicurezza regionale presso l’ambasciata degli Stati Uniti a Tokyo, in Giappone, un vice responsabile della sicurezza regionale presso l’ambasciata degli Stati Uniti al Cairo, in Egitto, e un responsabile della sicurezza regionale presso l’ambasciata degli Stati Uniti a Rangoon, in Birmania. Smith ha anche prestato servizio come agente speciale nella Divisione di collegamento per le indagini criminali, agente speciale per i dettagli di protezione del Segretario di Stato e assistente ufficiale della sicurezza regionale presso l’ambasciata degli Stati Uniti al Cairo. Ha conseguito una laurea in scienze politiche presso la North Carolina State University di Raleigh, nel North Carolina.

Anne A. Witkowsky, sottosegretario di Stato per le operazioni di conflitto e stabilizzazione E il coordinatore per la ricostruzione e la stabilizzazione

Anne A. Whitkowski è stato recentemente co-direttore del gruppo di lavoro sulla strategia degli Stati Uniti per il sostegno alla democrazia e contro l’autoritarismo, una partnership tra Freedom House, il Centro per gli studi strategici e internazionali e il McCain Institute. Ha lavorato come vice segretario aggiunto per la stabilità e gli affari umanitari presso l’ufficio del sottosegretario alla difesa per la politica del Pentagono e vice coordinatore principale assistente sostituto, vice coordinatore assistente, presso l’ufficio antiterrorismo del Dipartimento di Stato. Witkowsky è stato Senior Fellow presso il Center for Strategic and International Studies di Washington, DC, e in precedenza è stato direttore della politica di difesa e del controllo degli armamenti nello staff del Consiglio di sicurezza nazionale alla Casa Bianca. Ha conseguito un master in amministrazione pubblica presso la John F. Kennedy School of Government, Harvard University e BA dalla Yale University. È stata insignita di numerosi premi, tra cui la Medaglia del Ministro della Difesa per Illustre Servizio Pubblico e la Medaglia del Ministero della Difesa per Illustri Servizio Civile.

###

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La WWE rilascia Billie Kay e Mickie James durante le “pulizie di primavera”
Next Post Mentre Jason Tat si alza, così fanno i Celtics