Il Pakistan affronta le accuse di sottovalutazione di indù e cristiani nell’ultimo censimento | notizie dal mondo

  • I risultati del sesto censimento della popolazione e delle abitazioni in Pakistan sono stati ritardati dopo che alcune province, tra cui Sindh e Belucistan, hanno fatto riferimento alla questione delle riduzioni del conto.

di hindustantimes.com | A cura di Kunal GauravHindustan Times, Nuova Delhi

Pubblicato il 02 settembre 2021 alle 22:53 IST

Le minoranze religiose del Pakistan hanno accusato il governo di sottovalutare il loro numero negli ultimi dati del censimento pubblicati a maggio, quattro anni dopo lo svolgimento del sondaggio. L’indagine per il sesto censimento della popolazione e delle abitazioni è stata condotta sotto l’ex primo ministro pakistano Nawaz Sharif e completata nel 2017. Tuttavia, i risultati sono stati ritardati dopo che alcune province, tra cui Sindh e Belucistan, hanno segnalato la questione delle riduzioni del conto.

L’Ufficio di statistica del Pakistan ha diffuso i dati del sesto censimento della popolazione e delle abitazioni dopo l’approvazione da parte di un organo costituzionale che risolve le controversie sulla condivisione del potere tra il governo provinciale e il governo federale. Mentre Khyber Pakhtunkhwa e Baluchistan si arresero sotto la pressione del governo di Imran Khan, Sindh continuò a opporsi ai dati del censimento.

Secondo i dati del censimento del 2017, la popolazione totale del Pakistan è cresciuta fino a 207,68 milioni, con un aumento di circa 75 milioni dal 1998, quando il Paese registrava 132,3 milioni di persone. Il censimento indica che la popolazione musulmana in Pakistan è cresciuta del 96,47% mentre la popolazione delle altre minoranze religiose ha registrato una crescita modesta e in alcuni casi si è contratta.

Gli indù in Pakistan rappresentano l’1.73% della popolazione totale mentre i cristiani costituiscono l’1.27% della popolazione pakistana. Altre minoranze come gli Ahmadi rappresentano meno dello 0,1% della popolazione del Pakistan. L’avvocato dell’Alta Corte di Karachi, Neil Keshav, ha affermato che la popolazione indù in Pakistan è probabilmente molto più alta, secondo quanto riportato da Pakistan Today.

READ  Che cos'è il "Pensiero di Xi Jinping"?

“I dati del censimento del 1998 hanno mostrato che la popolazione indù è vicina ai 2 milioni. Ma il nuovo censimento ha mostrato che è salita solo a 3,5 milioni in 20 anni”, ha detto Keshav al quotidiano pakistano.

I gruppi per i diritti umani hanno spesso espresso preoccupazione per la situazione delle minoranze religiose in Pakistan. La Commissione per i diritti umani del Pakistan (HRCP) ha affermato in un rapporto del 2019 che sia le comunità indù che quelle cristiane nel Sindh e nel Punjab hanno continuato a segnalare casi di conversione forzata.

“Sebbene i cristiani siano emigrati all’estero e si siano convertiti all’Islam, i registri delle nostre chiese ci fanno sospettare che il numero di cristiani possa essere almeno inferiore a mezzo milione. Stiamo lottando per trovare dati accurati e il governo in qualche modo non ci sta aiutando. Pakistan Today ha citato le parole del direttore del Centro di giustizia Social Peter Jacob.

(con input da agenzie)

Vicino

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Guarda la scheda della partita
Next Post Minecraft Live 2021: voto mafioso, quando e dove