Il Pakistan accetta la “versione cinese” del trattamento dei musulmani uiguri nello Xinjiang: Imran Khan

primo ministro Imran Khan Il Pakistan ha detto giovedì che il Pakistan accetta la “versione cinese” del trattamento degli uiguri, una minoranza etnica musulmana, nella provincia cinese dello Xinjiang a causa della “estrema vicinanza e relazione” tra Islamabad e Pechino.

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea, insieme a molti altri paesi, hanno accusato la Cina di aver commesso un genocidio contro gli uiguri nello Xinjiang, ricco di risorse, e hanno chiesto un’indagine internazionale da parte di gruppi per i diritti umani.

Parlando con i giornalisti cinesi mentre Pechino celebra il centenario del Partito comunista al potere, Khan ha affermato che la versione cinese della questione uigura è molto diversa da quella riportata dai media occidentali.

È stato citato come dicendo: “A causa della nostra stretta vicinanza e relazione con la Cina, stiamo già accettando la versione cinese” alba Giornale.

Secondo i ricercatori, negli ultimi anni circa 1 milione o più persone, per lo più uiguri, sono state detenute nei campi di rieducazione nella regione occidentale dello Xinjiang. Le autorità cinesi sono state accusate di aver imposto il lavoro forzato, il controllo delle nascite sistematicamente forzato, la tortura e la separazione dei bambini dai genitori imprigionati.

La Cina ha confutato con forza le accuse secondo cui milioni di uiguri sono stati detenuti in campi di internamento di massa, che sono stati ufficialmente descritti come campi educativi, nel tentativo di svezzarli dall’estremismo religioso.

“È ipocrisia. Ci sono violazioni dei diritti umani peggiori in altre parti del mondo… Ma i media occidentali difficilmente commentano questo”, ha detto il primo ministro, criticando i media occidentali per aver evidenziato la situazione degli uiguri e di Hong Kong.

READ  Il tuo passaporto è "forte"? Scopri quanti paesi consentono agli indiani di entrare senza visto

La Cina accusa il Movimento islamico del Turkestan orientale, radicato nella regione a maggioranza musulmana uigura dello Xinjiang, di essere responsabile di diversi attacchi violenti nella provincia e oltre, compreso un attacco nella Città Proibita di Pechino nel 2013, che ha ucciso diverse persone .

Pechino ha aspramente criticato gli Stati Uniti per aver rimosso l’anno scorso il gruppo armato separatista nello Xinjiang dall’elenco delle organizzazioni terroristiche, affermando che rifletteva i “doppi standard” di Washington nella lotta al terrorismo globale.

Khan ha anche elogiato il Partito Comunista Cinese come “alternativa” alla democrazia occidentale.

Ha detto: “Finora, ci è stato detto che il modo migliore per migliorare le società è stato attraverso la democrazia occidentale… Il Partito Comunista Cinese ha presentato un modello alternativo e ha sconfitto tutte le democrazie occidentali nel modo in cui hanno evidenziato il merito in società.”

Sottolineando i forti legami del Pakistan con la Cina, Khan ha detto che ogni volta che il Pakistan era in difficoltà, politicamente o internazionalmente, la Cina è sempre stata al suo fianco.

Ha affermato che il rapporto del Pakistan con la Cina non ha nulla a che fare con l’India. La nostra relazione è una relazione a due vie. ha detto Khan.

Commentando le relazioni economiche tra Pakistan e Cina, il Primo Ministro ha detto che vede le relazioni andare avanti. “La prossima fase del corridoio economico Cina-Pakistan (CPEC) è molto entusiasmante per il Pakistan. Abbiamo in programma di attirare investimenti cinesi nelle zone economiche speciali poiché il nostro lavoro è più economico”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Chi è stato hackerato e chi è stato hackerato: la lista della USMNT Gold Cup di Breaking Holder
Next Post Sony acquista il famoso studio di gioco per le porte del PC