Il padre miliardario Sanjeev Gupta lascia il Regno Unito in battaglie di gruppo per la sopravvivenza

Parduman Gupta, il padre del magnate del metallo assediato Sanjeev Gupta, si è trasferito dal Regno Unito.

Parduman Gupta, il padre del magnate del metal assediato Sanjeev Gupta, si è trasferito dal Regno Unito proprio mentre l’alleanza GFG del marito è volata sull’orlo del crollo di Greensill Capital, il suo più grande prestatore.

Gupta ha cambiato il suo paese di residenza abituale dalla Gran Bretagna all’India, secondo diversi documenti depositati nelle ultime settimane presso la Companies House, il registro commerciale. Di proprietà del Gruppo Simec, un ramo dell’impero degli affari che si occupa di energie rinnovabili, spedizioni marittime e minerarie, questo grande uomo l’aveva stabilito come una casa di esportazione-importazione in India.

Non è chiaro dove si trovi attualmente il Parduman Gupta, ma un portavoce della Companies House ha detto che il direttore dell’azienda dovrebbe indicare il loro paese di residenza e che questo “deve corrispondere al loro solito indirizzo di residenza”. Un portavoce della GFG Alliance, un gruppo sciolto di aziende di proprietà di padre e figlio, ha rifiutato di commentare.

Anche Sanjeev Gupta è assente dal Regno Unito per diversi mesi, con GFG che possiede diversi stabilimenti di acciaio e alluminio e impiega circa 5.000 persone. In un recente podcast dei dipendenti GFG, ha affermato di aver lasciato il Regno Unito per Dubai prima di Natale e da allora non è più tornato.

“Dubai è il luogo ideale per me e la mia famiglia in cui lavorare in questo momento”, ha detto Gupta in un podcast il 16 aprile, citando il fuso orario della città.

READ  La sperimentazione del vaccino AstraZeneca nel Regno Unito sui bambini è stata temporaneamente sospesa dopo aver esaminato l'associazione coaguli

Ma ha detto che era ansioso di trasferirsi di nuovo. “Una volta tolte le restrizioni di viaggio per Covid nel Regno Unito, in Australia e in Europa, cercherò sicuramente di raggiungere clienti e dipendenti in tutto il mondo”.

‘Troppo scuro’

Il mese scorso il GFG ha chiesto al governo britannico un salvataggio di 170 milioni di sterline (235 milioni di dollari), ma la richiesta è stata respinta. Il ministro degli affari Kwase Quarting ha detto a una commissione parlamentare la scorsa settimana che sarebbe “estremamente irresponsabile” dare i soldi dei contribuenti al gruppo, descrivendolo come “molto vago” e avendo “obblighi che nessuno sembra aver raggiunto”.

GFG ha preso in prestito circa 5 miliardi di dollari da Greensel ed è alla disperata ricerca di nuovi finanziamenti, coordinati da Sanjeev Gupta di Dubai.

Sono stati compiuti alcuni progressi. Tre istituti di credito sono in trattative per rifinanziare un’acciaieria australiana, mentre la società di private equity si è disposta ad acquistare due degli impianti di alluminio del gruppo.

Tuttavia, altre parti dell’attività stanno incontrando difficoltà. Tre unità francesi sono state poste in gestione volontaria la scorsa settimana, mentre altre parti del GFG in Francia e Belgio hanno cercato protezione dai loro creditori.

Nel podcast del 16 aprile, Gupta ha detto che alcune delle sue risorse nel Regno Unito “stanno lottando in questo momento con la mancanza di fondi”. Ha invitato i dipendenti di GFG a essere “coraggiosi”, ma ha avvertito che “alcune decisioni difficili” lo attendono.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata da una troupe di NDTV ed è stata pubblicata da un feed comune.)

READ  Una madre di orango di Sumatra abbraccia dolcemente il suo neonato. Guarda il video virale | Comune
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post SpaceX Rocketship 4 lancia gli astronauti nella stazione spaziale durante la missione della NASA
Next Post SpaceX lancia un razzo con un equipaggio nello spazio nell’ultima missione della NASA